L'allenatore mentale Jean-Michel Pequery ti spiega perché i giocatori a volte crollano mentalmente durante padel e soprattutto ti dà strategie per progredire mentalmente, migliorare la comunicazione con il tuo partner e gestire lo stress durante la competizione.

Ti crolli mentalmente

“Allora cosa significa 'Stai mentalmente crollando'? Forse su questo dobbiamo metterci d'accordo, non significa solo che perdi perché crolli, rompi la racchetta o perché sei allo stremo dei nervi.

Ma i motivi per cui stai crollando mentalmente potrebbero anche essere perché sei così stressato da non poter giocare, o perché sei così frustrato per come sta andando la partita. Crolli mentalmente perché sei incapace di avere una strategia che possa portarti a vincere la partita, non hai strategia. Perdi mentalmente perché alla fine la comunicazione con il tuo partner è disastrosa.

E infatti tutti questi motivi ti fanno perdere la partita, ma su tutti questi motivi si può lavorare e su tutti questi motivi puoi migliorare. Qualunque sia il tuo livello di gioco, durante la partita sarai soggetto a scelte, sarai soggetto a stress, sarai soggetto a comunicazione con il tuo partner, sarai soggetto a frustrazione per il punteggio.

E allora l’idea è dirmi che, in ogni caso, dal momento in cui gareggio, devo sapere come reagire a questi punti e come gestire il mio stress:

  • che ho un'idea con il mio partner sul modo in cui comunichiamo
  • che ho anche un’idea sui piani di gioco che potremmo mettere in atto, che so anche come reagire alla frustrazione di una partita”.

La mente è importante

“Perché la mente è così importante? padel ? Perché rispetto ad altri sport, padel è uno sport in cui guadagniamo più punti dagli errori dei nostri avversari che dai nostri tiri vincenti. Un giocatore come Federico Chingotto che è un difensore eccezionale, è rinomato per i pochi errori non forzati che commette in una partita. Non molto tempo fa ho visto una statistica che diceva che aveva commesso tre errori non forzati a partita. Per il resto del tempo devi ottenere un punto vincente. Ti rendi conto di quanto sia difficile realizzare 100 punti vincenti su 100 giocati contro un giocatore come lui?

E allora al di là del progresso tecnico da fare per cercare di raggiungere un livello migliore, hai anche tutto questo potenziale a disposizione, questo potenziale del gioco interiore delle emozioni che influenzerà, in un modo o nell'altro, il tuo livello di partita in partita .

Vedo molti giocatori che hanno tiri incredibili, che sono super efficienti. E quando inizia la partita, errore diretto, errore diretto, errore diretto. Per quello ? Perché emotivamente non ce la fanno, perché sono stressati, perché non riescono più a raggiungere un livello minimo. E poi questo è tanto più vero quando scendiamo in classifica. Quando guardiamo le categorie piccole, i primi tornei, forse il P25, ci rendiamo conto che la maggior parte dei punti che guadagniamo sono errori non forzati o che la maggior parte dei punti che perdiamo sono errori diretti.

Più si sale di livello, più direi addirittura che, sotto stress, i giocatori mantengono un livello minimo, il che non è affatto il caso dei giocatori dilettanti che, oltre ad avere una tecnica a volte più delicata di quella i giocatori più esperti hanno anche meno esperienza della competizione e forse anche meno conoscenza di ciò che accade al loro interno. Questa combinazione di mancanza di competizione, mancanza di precisione tecnica e in più stress e scelte da fare, spesso fa sì che le prime partite non siano facili per i giocatori dilettanti.

Progredisci mentalmente

“La buona notizia è che, come la tua tecnica, progredire mentalmente è del tutto possibile. Grazie ad una migliore conoscenza, grazie a strumenti, processi che permettono di prepararsi correttamente alla competizione, si possono avere grandi risultati. E poi, al di là dei risultati, penso che per molti concorrenti ciò permetterebbe anche di trarre molto più piacere dalla partita, di avere anche un rapporto molto migliore con il proprio partner e nel gioco, di reagire anche in modo più efficace modo molto più interessante. Se ne metto uno in frigo, come posso reagire?

Bisogna quindi prepararsi mentalmente a tutte queste eventualità. L'hai capito, il padel è un gioco molto mentale e molto strategico, dove non puoi vincere da solo, devi anche sapere come interpretare un ruolo con il tuo partner. Ve ne parlerò nei prossimi video. Arrivederci !"

Per guardare il video, è proprio qui sotto!

Dorian Massy

Nuovo seguace di padel, Sono affascinato da questo sport dinamico che unisce strategia e agilità. Trovo nel padel una nuova passione da esplorare e condividere con te Padel Magazine.