Padel Magazine - Aurélien Grandmont e Julien Lacroix, i gestori di paddle del famoso club St Cyr, ci danno un po 'del loro tempo per presentarci il loro club di paddle, raccontandoci la loro storia sul padel e sui loro obiettivi.

Come hai scoperto il padel?
Aurélien: lavoro con Jean Michel, il fratello di Jean Marc che gestisce il TCM e si è offerto di venire a provare. Giocando a tennis fin da piccolo e volendo diversificare i miei colpi di racchetta, il padel è stato un buon compromesso con la cordialità e altro ancora. Ho agganciato molto bene e ho portato amici con cui abbiamo cercato di progredire guardare video su Internet e fare belle esibizioni in torneo.

Julien: Ho scoperto il file Padel nel 2011 grazie ad Aurélien e Matthieu Abautret che da tempo giocava al TCM. Stavamo insieme 24 ore su 24 e anche se avevo più testa nel manubrio di quanto ne avessero nel tennis all'epoca, dopo un po 'mi sono lasciato tentare e non ho mai vinto!

Quanti membri hai nel tuo club?

Julien: A St Cyr abbiamo una trentina di giocatori da Padel (Parlo in termini di giocatori perché la sezione padel è confusa con il tennis, i "membri" possono giocare a tennis e padel) ma la "finestra di trasferimento estivo" dovrebbe portarci di più per il prossimo anno.

Aurélien: Sì, è difficile dare una cifra precisa perché alcuni dei nostri tennisti sono anche giocatori di paddle.

Come è arrivato questo club nel padel?

Julien: Questo club ha ospitato un Padel per il mondiale 2004 con un primo impulso e giocatori che erano tra i migliori francesi ma che si sono allontanati dalle competizioni a causa delle tensioni con la federazione. Sbiadito nell'oblio da quando con pochissimi giocatori regolari, abbiamo provato per 2 anni con Aurélien a potenziare il padel a Saint Cyr.

[src googlemap = ""Width =" 200 ″ height = "100 ″ align =" aligncenter "] Quali sono i tuoi obiettivi per il padel club?

Aurélien: sviluppare ed essere la forza trainante del padel nel var. Ci sono molti club nelle Bocche del Rodano con Marsiglia, Cassis, Aix ... Ma nel Var non c'è molto. Oggi dipendiamo dal tennis, che funziona molto bene. Se il padel funziona relativamente bene a casa, non siamo aiutati dalla situazione amministrativa della Francia. È ancora difficile indurre i giovani a giocare per questo sport perché non c'è molto aiuto.

Julien: Speriamo di scoprire questo sport così giocoso e avvincente per più persone. Potremo l'anno prossimo offrire lezioni di gruppo durante tutto l'anno grazie alle luci che sono state installate quest'anno che sicuramente ci consentiranno di trattenere i nostri giocatori e attirare gli altri.

Vogliamo anche mantenere il livello competitivo presente in casa, poiché 5 dei nostri migliori giocatori faceva parte dell'ultimo "campionato di Francia" o "Master" e indossava i nostri colori il più possibile in diversi tornei.

Finalmente ci proponiamo, a medio termine, di ospitare almeno un tribunale in più, che promuova notevolmente la promozione del padel e vado, penso di accoppiarlo con il suo sviluppo nel nostro club.

C'è un bellissimo evento in corso, puoi dirci di più?

Il nostro torneo si terrà l'12-13-14 luglio con le qualificazioni per i giocatori regionali il fine settimana precedente e spero che il suo svolgimento sarà un successo come l'anno scorso, dentro e fuori dal campo. Per saperne di più, tu avere tutte le informazioni sul seguente link:

Apri il padel 1000 di Saint Cyr

Franck Binisti - Padel Rivista
Franck Binisti

Franck Binisti scopre il padel al Pyramid Club di 2009 nella regione di Parigi. Da allora il padel fa parte della sua vita. Lo vedi spesso in tournée in Francia andando a coprire i grandi eventi di paddle francesi.