Dopo finale di Premier Padel Asunzione P2, è stato un Agustin Tapia un po' emozionato quello che abbiamo trovato in conferenza stampa.

L'argentino, raramente interpellato da Ale Galan e Fede Chingotto nel corso dell'incontro, è apparso più volte disilluso. Infastidito per essere stato messo in frigo, il “Mozart di Catamarca”, come spesso accade in situazioni del genere, non si sentiva proprio a suo agio quando finalmente la palla gli è arrivata. Commettendo più errori del solito, Tapia, anche se in alcuni momenti è stato molto prezioso nel set decisivo, non ha tirato fuori il suo miglior gioco come mostrano le statistiche qui sotto (vediamo anche nell'ultima slide che Tapia ha cercato Galan molto più di quanto non lo fosse). viceversa…).

Alla fine è stato Arturo Coello a finire il lavoro nei momenti più accesi, e il suo compagno di squadra ha voluto congratularsi con lui per questo, e scusarsi per il suo atteggiamento un po' scontroso: “Voglio chiedere scusa ad Arturo, è un ottimo partner. A volte non riesco a farlo mentalmente e lui prende il sopravvento da vero numero uno quale è”. Agus' ha poi accennato alla rivalità che sta nascendo tra le due coppie ispano-argentine: "Ogni partita contro Ale e Fede è una battaglia, il livello è altissimo in questa stagione".

Anche Coello ha sottolineato le qualità della coppia numero 2: “Ci sono state notti in cui non ho dormito perché pensavo alla strategia di avvicinamento contro Galán e Chingotto. Abbiamo lavorato molto con la squadra. Battaglie come questa sono fantastiche per il padel, la lotta per il primo posto sarà magnifica. Spero che potremo continuare a lottare per molto tempo!”

Avremo diritto a una rivincita tra le due coppie dall'inizio della stagione questa settimana in Argentina?

Xan è un fan di padel. Ma anche il rugby! E i suoi post sono altrettanto incisivi. Preparatore fisico di diversi padel, scopre post atipici o tratta argomenti di attualità. Ti dà anche alcuni suggerimenti per sviluppare il tuo fisico per il padel. Chiaramente, impone il suo stile offensivo come sul campo di padel !