Arnaud di Pasquale è stato scelto da Gilles Moretton per essere la persona in responsabile dello sviluppo di padel alla FFT. Padel Magazine organizzato a Vivi su Facebook con l'ex tennista a seguito di questo appuntamento.

Un progetto ambizioso

Arnaud di Pasquale: "Sono molto Heureux. Ci sono molte persone competenti che potrebbero assumere questa posizione. Il FFT mostra la sua volontà di dare a pulse nominando un file amministratore incaricato padel, il che non era sufficientemente vero quando è stata ottenuta la delega 2014. "

“Non basta essere appassionati per accettare una missione. Ci saranno risorse impegnate. Decidiamo di essere ambiziosi. Vogliamo mettere in atto una serie di cose che consentiranno il padel brillare, essere molto più visibili. Sono convinto."

“La federazione deve mettere le risorse. Abbiamo parlato molto e ho presentato un progetto. Ho sentito nel discorso del presidente, Gilles Moretton, un vero desiderio di sviluppare finalmente il padel. Non parliamo più di disciplina associata, parliamo della federazione francese di tennis, padel e beach tennis. "

“Dobbiamo assicurarci che il padel si espande. È il ruolo della FFT che ha raccolto il file Délégation du padel. In caso contrario, non dovrebbe essere ritirato. "

Un vero cambiamento

“L'approccio è completamente diverso. Non c'era un reale desiderio di sviluppare il padel. Non ci credevano abbastanza. Se vengo qui è perché ne sono appassionato (ci ho suonato 4 volte a settimana). Non sono sicuro che il vecchio governo vi vedesse un interesse particolare. Non vedevano questo sport come un'importante leva di sviluppo per la federazione nel suo insieme ".

"Credo sinceramente che possa esplodere, ci credo".

Du padel al Roland-Garros

“Il corto di Roland Garros, Non riesco a immaginare che non ne abbiamo uno da molto tempo. Tutto quello che potevamo fare lì come una mostra, per interpretare ex giocatori, ex giocatori. Ce ne sono molti che lo adorano. In termini Immagine a livello internazionale sarebbe colossale. Sappiamo quanto sia questo sport addictif. La collana è adesso. Il tempo sta passando e non possiamo lasciare che accada. Ne abbiamo bisogno struttura e telaio. "

“Abbiamo deciso di inserire un file a corto di padel al Roland-Garros. È una decisione che è stata presa. Tutto dipenderà ovviamente dalle circostanze di salute. Tutto dipenderà dal indicatore del pubblico che sarà consentito nella quindicina. Stiamo lavorando su diverse opzioni. "

“Il tribunale sarà lì e lo voglio il più a lungo possibile. Nel 2015, il tribunale n ° 13 era troppo piccolo. Me Voglio un vero corto. Voglio partite vere, spettacolo vero. E anche scoperta per il pubblico. L'ideale è la quindicina. "

organizzare una World Padel Tour

“Abbiamo il desiderio di pesare a livello internazionale. Da qui tutti gli scambi con Luigi Carraro (presidente della FIP). Vogliamo avere più tornei internazionali. Ce n'è solo uno ad Angers. Questo non è normale per un paese del nostro calibro ".

“Per pesare a livello internazionale, devi investire. Non vogliamo fermarci a un torneo FIP. Non è utopistico quello che intendo dire: sul mandato, avremo un torneo World Padel Tour, uno dei più belli. "

"Non continuare la FFT Padel giro. Erano molti soldi. Questo denaro può essere utilizzato meglio per promuovere il padel. Stiamo lavorando alla dotazione globale che sarà assegnata a questo dipartimento. Tutto dipenderà anche da questo Roland-Garros. "

“Luigi Carraro si aspetta molto dalla FFT. ed è fantastico. Mi piace il suo entusiasmo. Sì, vogliamo organizzare importanti concorsi per promuovere il padel. Non è impossibile, ma dobbiamo fare le cose in ordine, senza fretta.

La federazione di tutti i club

“Per quanto riguarda il 25% dei club privati, questi sono club che conoscono perfettamente questa disciplina e svilupparlo globalmente più dei circoli di tennis che si dotano di campi da tennis. padel. "

“Dobbiamo rafforzare questo legame con i club privati. Metterò insieme l'ufficio AFCP per discutere con loro, perché sono quelli che sono molto dinamici. Ci sono anche club di tennis che lo sono. L'idea è che la federazione sia la federazione di tutti i club. La convivenza pubblico-privato può e deve avvenire. Impegneremo risorse a strutture private ".

“Sulle sovvenzioni, la FFT deve sovvenzionare anche strutture private. C'è una vaghezza legale che dovremo sbloccare. Inizialmente, è una struttura commerciale, e quello che vorrei è mettere un meccanismo di sovvenzioni per le attrezzature a beneficio di tutti i club soggetti ad affiliazione ".

La licenza padel

"Licenza padel soprattutto non è stato creato per fare più soldi. Penso che debba essere un prezzo di chiamata. Se vogliamo riconoscere la disciplina, dobbiamo sapere quanti licenziatari abbiamo padel. Questa licenza unica di padel non ci permette di identificare il nostro pubblico e di essere realmente in grado di svilupparlo. Potremmo anche avere due licenze ".

"Attraverso questa licenza, la FFT riconosce questa disciplina e dimostra che non è più solo tennis.. "

Aumentare la consapevolezza di padel

“C'è un piano media che verrà sviluppato. Il Roland-Garros ci permetterà di organizzare un “press day”, per mostrare i valori trasmessi dal padel. "

"Vogliamo vedere con la comunicazione della FFT, e anche con Padel Magazine, per vedere cosa può essere messo in atto nel tempo. Non dovrebbe essere "un colpo" su Roland. Le azioni devono essere frequenti. "

“Devono anche esserci eventi per comunicare. È così che possiamo alimentare i media e creare il file padel. Possiamo anche utilizzare VIP che amano lo sport. Voglio che abbiamo rapporti sui canali pubblici ". 

Vai a cercare la giovinezza

“Dobbiamo creare ponti con il tennis. C'è un know-how nel tennis che saremo in grado di utilizzare. Potremo utilizzare le risorse umane di grande esperienza della FFT. Si concentra principalmente sull'alto livello, con i giocatori che potranno andare al Centro Nazionale di Formazione ".

“Per i giovani, ci deve essere più scuole di padel. Dobbiamo trovare un pubblico più giovane. Tutto ciò che abbiamo detto in precedenza darà una spinta. Tutti i club potranno insegnare meglio padel. "

Femminizza il padel

“Lo squilibrio uomo / donna è un enigma per me. È uno sport accessibile. Non riesco a capire la percentuale dell'83% degli uomini. Femminilizzare questa pratica è uno degli obiettivi. "

“Luigi Carraro mi ha detto che in Italia la proporzione era quasi uguale. Dobbiamo parlare con altri paesi in modo da poter capire come attirare più giovani e donne ".

Un'ambizione olimpica

"Bisogna utilizzare le Olimpiadi. Cercheremo di trovare un modo per essere visibili al fine di promuoverlo. Non sarà uno sport dimostrativo, ma dobbiamo assolutamente avere l'ambizione di diventare olimpici. Vedendo altri sport, penso che possiamo avere il nostro posto ".

"Vedi un giorno padel alle Olimpiadi, sarebbe fantastico ".

Per trovare gli scambi nella loro interezza, è appena sotto:

 

Lorenzo Lecci López

Dai suoi nomi possiamo intuire le sue origini spagnole e italiane. Lorenzo è un plurilingue appassionato di sport: giornalismo per vocazione ed eventi per adorazione sono le sue due gambe. La sua ambizione è quella di coprire i più grandi eventi sportivi (Giochi Olimpici e Mondiali). È interessato alla situazione di padel in Francia e offre prospettive di sviluppo ottimale.