Simon Boissé, il campione europeo di padel 2015 e l'attuale allenatore allo Sport-in-Park di Laval discute le differenze tra servire il tennis e servire padel.

Tennis e padel, stessa lotta?

Servizio presso padel rappresenta perfettamente questo sport. È semplice e non consente a priori colpi vincenti o assi a differenza del tennis. Ma è un colpo che può ancora ferire gli avversari.

Fatto con un cucchiaio e colpito alla massima altezza dei fianchi, il servizio padel resta decisivo per iniziare un punto.

Un servizio ben tagliato è un servizio "noioso"

Da un punto di vista tecnico si consiglia di dargli un effetto taglio dando una palla in tuffo. Il turner è quindi obbligato a prendere una palla abbastanza bassa. Non facile tornare e soprattutto "tornare bene" per evitare il fulmine del giocatore di pallavolo di fronte.

Hit duro come il tennis?

Da un punto di vista tattico, servire duro non è una garanzia di successo, mentre il tennis è talvolta sinonimo di un punto vincente o un asso. In effetti, più digiti duro, più il turner può usare questa forza per contrastarti.

Salire al volo

Le padel è uno sport in cui dovrai sforzarti di andare al volo dietro il tuo servizio se vuoi migliorare il tuo gioco.Non esiste un profilo di giocatore in background o un giocatore di pallavolo come nel tennis. A padel, devi andare al volo se vuoi far evolvere il tuo gioco.

Per evitare di salire e fare un passaggio, si consiglia di variare le zone (finestre, giocatore, mediana) con le palle tagliate.

È quindi importante concentrarsi sulla qualità della sua salita e sulla realizzazione del suo primo volo piuttosto che essere spettatore di un possibile servizio vincente.

Simon Boissé

Franck Binisti scopre il padel al Club des Pyramides nel 2009 nella regione parigina. Da padel fa parte della sua vita. Lo vedi spesso in tournée in Francia per coprire i principali eventi di padel français.