Pochi giorni fa si sono svolti a Tolosa i Campionati Francesi Interleague Giovanili Padel Club.

Era l'occasione per Padel Magazine per parlare con Yann Auradou e Christian Collange, due membri della Missione Padel della Federazione francese di tennis. I due uomini, accompagnati da Marianne Vandaele e Alexia Dechaume, hanno la missione di sviluppare il padel nei giovani così come nelle donne. Si noti che Christian Collange è anche presidente della commissione padel per il campionato PACA.

Al nostro microfono, sono tornati la doppia vittoria della regione PACA ma anche sul futuro di padel Il francese ai semi dei campioni

“Un livello sempre più alto”

Christian Collange: "Siamo orgogliosi dei giovani et dell'atmosfera prevalente. Quest'anno è stato un vero campionato con 12 campionati quindi c'era molta competizione, l'abbiamo vista con i ragazzi. Idem per le ragazze che vinciamo in 3 set. Ciò che va sottolineato è soprattutto il livello generale che continua a salire. Per me è il padel chi sta vincendo. "

Yann Auradou: " Dal canto mio ho visto un livello molto alto anche nell'U14. Ovviamente sono le generazioni che ci spingeranno verso l'uscita domani. "

CC: Abbiamo grandi allenatori che seguono i ragazzi tutto l'anno e non devo venire a dire loro niente. Non ho né l'esperienza né il livello per venire e mettermi nei panni degli insegnanti. Nel senso che ognuno è al suo posto. Sono lì con il campionato per inquadrare, strutturare e sistemare le cose perché ovviamente ho molta esperienza nel club e nell'insegnamento.

YA: " Abbiamo un ottimo pool di giocatori, dopo andranno a Valenza, non sta a me dire in ogni caso che le nostre due squadre saranno competitive ed è una buona cosa per il futuro della padel in Francia. "

istinto padel auradou vandaele collange

“Sviluppare il padel tra i giovani e tra le donne”

CC: " Alla missione padel è stato creato anche per questo. Abbiamo due obiettivi. In primis i giovani, perché non si può lanciare uno sport così senza che ci sia una struttura per i giovani. E poi il padel femminile. In altri paesi la percentuale di giocatrici può arrivare fino al 50%, quindi non c'è motivo per cui non possiamo arrivarci nei prossimi due anni. siamo lì per quello. "

YA: "Come dice bene Christian, questi sono i due obiettivi principali della Missione. Questo è solo l'inizio dell'avventura, dobbiamo continuare. Scoprirete di più nel numero 2 diistinto Padel !

Guarda l'intervista per intero qui sotto.

Sebastien Carrasco

Fan di padel e di origine spagnola, il padel scorre nelle mie vene. Molto felice di condividere con voi la mia passione attraverso il riferimento mondiale di padel : Padel Magazine.