Yann Auradou e Max Moreau, che l'hanno fatto ha deciso di unire le forze sul padel Francese nel 2021 ha risposto alle nostre domande.

I risultati della stagione 2020

Padel Magazine : Yann, questa è la fine della collaborazione con il tuo amico Morgan Mannarino, qual è la tua valutazione di quest'anno 2020 durante il quale non c'erano molti tornei?

Yann Auradou: “Purtroppo non c'è molto da mangiare nel 2020! Una buona prestazione a Laval per iniziare l'anno con una vittoria contro Le Panse / Boissé, poi nei tornei successivi abbiamo perso contro i più forti. Piccolo rimpianto in 1/8 alle Piramidi contro Authier / Lopes, abbiamo perso in 3 set ma avremmo potuto fare meglio nel match.

Avevo tante ambizioni con Momo, ma la sua classifica purtroppo non ci ha permesso di fare un giro “facile”. Non essendo il seme del P2000 e del grande P1000 eravamo troppo dipendente dal sorteggio per andare lontano. Avremmo potuto liberare una buona squadra in una partita, ma secondo me non abbastanza coerente per uscirne due. Inoltre, sebbene Morgan viva nella regione di Parigi, a volte è stato difficile per noi due stare insieme per allenarci insieme ".

Mannarino Auradou padel Piramidi P2000

Padel Magazine : Max, non ti abbiamo visto al WPT dopo il parto, è finita per te? Qual è la tua valutazione di questa avventura?

Max Moreau: "Per ora il WPT è alle mie spalleComunque, con la crisi sanitaria, non volevo per forza andarci, quindi per il momento no non giocherò ma non sappiamo cosa porterà domani, vedremo. In ogni caso rimarrà un'ottima esperienza, ho incontrato molte persone, sono molto contento, il livello di gioco è semplicemente molto forte, devi giocare bene per tre partite per entrare in previa, quindi è molto difficile . Con la reclusione è diventato un po 'complicato per me continuare, sapendo che oggi sono a Parigi. Ho sempre sognato di vivere nel grigio e sotto la pioggia, ecco perché sono andato al Nord (ride)! "

Maxime Moreau al volo di dritto World Padel Tour

Le ragioni di questa nuova associazione

Padel Magazine : Siete entrambi a Parigi, come avete deciso di suonare insieme?

Max Moreau: “Questa associazione è stata creata semplicemente. Ci sono stati molti cambi di coppia in Francia, Avevo proposto ad Adrien Maigret di giocare a destra con lui, ma non voleva perché lo aveva fatto già il suo progetto con JT chi è il suo super compagno. All'improvviso Yann era tutto solo, non avevamo mai giocato insieme ma allenandoci a Parigi, ho capito che aveva delle qualità che cercavo in un giocatore di destra: un bel colpo, velocità, un bel fisico, e poi sente bene la partita. Adesso dovremo progredire insieme come squadra e io sono bravo perché sono sicuro che giocherà molto bene ”.

 

Yann Auradou: “Essendo Max su Poissy adesso, ci siamo allenati insieme durante la reclusione. Ci siamo resi conto che potevamo suonare molto bene insieme e che avevamo molto in comune: molto veloci, molto esplosivi e pieni di ambizione. Queste somiglianze ci consentiranno di impostare facilmente schemi tattici.

È un giocatore di punta in Francia con molta esperienza. Sarà suo ruolo condividerlo con me e guidarmi sulle tattiche da adottare.

In cambio Gli porterò la mia freschezza e la mia motivazione per trovare gli obiettivi che ci poniamo! E posso dire che sono alti! "

I loro obiettivi per il 2021

Padel Magazine : Puoi dirci di più su questi obiettivi per la prossima stagione?
Yann Auradou: "Vinci P2000, vinci i campionati francesi e accedi al Team France.
Questa stagione sarà molto emozionante, perché con la coppia Tison / Bergeron le carte verranno ridistribuite, e da loro che sono per me un po 'sopra le altre, le altre squadre sono quindi alla pari per uscire dal cilindro dovrà essere 1000%.
E se no, fai un po 'di WPT Previas per guadagnare esperienza per me, gioca all'APT se ci sono tornei in Francia e un po' di FIP. Non vedo l'ora di esserci! "

Max Moreau: “Gli obiettivi sono semplici: proveremo a fare più tornei possibile in Francia e ad essere il più efficienti possibile. Ci abitueremo soprattutto a suonare insieme e divertirci. Certamente vorremmo vincere i campionati francesi, sarà dura perché c'è una squadra che si distingue, Bergeron / Tison, e dietro a diverse squadre che stanno anche giocando molto bene, dovremo essere molto bravi. Il WPT difficile perché non ho abbastanza punti per permetterci di entrare nei tavoli, dovremo chiedere una Wild Card. L'APT può essere interessante, devi vedere come si evolve tutto. L'obiettivo è il Team France, è un privilegio poter rappresentare il tuo Paese, quando l'hai assaggiato ne vuoi di più. E soprattutto, penso che Yann lo meriti enormemente e farò di tutto per farcela! "

Max Moreau al volo di dritto smorzato world padel tour

"Saper giocare da entrambe le parti"

Padel Magazine : Yann, ti abbiamo visto reagire ai commenti di Jérémy Scatena dicendo che dietro Bergeron e Tison c'era una grande differenza di livello in Francia a destra, puoi dirci di più?

Yann Auradou: "Sì, avevo messo una piccola nota su Facebook riguardante i migliori giocatori di destra, era soprattutto un piccolo cenno al mio amico Scat che aveva detto che dietro Bergeron / Tison, gli altri giocatori di destra erano lontani in termini livello.

Ovviamente non riesco a confrontarmi con i semi-professionisti che si allenano 5 ore al giorno con i migliori player mondiali. Ma ho le mie armi, e ho un grande cuore, quindi farò di tutto per torcerle nel mio diago! (ride).

Ci sono molti altri bravi giocatori di destra in Francia, penso a Robin Haziza, Justin Lopes, Nicolas Trancart, Jean-Thomas Peyrou, Loïc Le Panse, Simon Boissé, Jérémy Ritz ... più giocatori che spingono: Jérôme Inzerillo, Dylan Guichard, Pierre Destombes e di certo ne dimentichiamo alcuni ".

Padel Magazine : A proposito, Max, alcuni giocatori del Team France hanno detto che hai giocato molto bene a destra. Vediamo sempre più giocatori che si spostano a destra, ad esempio Yann, anche il suo ex compagno. Hai fatto il contrario: ti senti davvero meglio a sinistra?

Max Moreau: “Sì, ho iniziato a destra e poi mi sono spostato a sinistra, è lì che mi sono davvero allenato ed è lì che mi sento più libero. Diciamo che mi sento come se potessi esprimermi meglio a sinistra. Giocare a destra non mi disturba, mi piace molto, ma ci sono anche dei bravissimi giocatori di destra in Francia, e non credo di essere migliore di loro. Adesso non si sa mai, bisogna saper giocare da entrambe le parti, se succede a metà stagione cambieremo, Yann andrà a sinistra e io a destra! "

Franck Binisti

Franck Binisti scopre il padel al Club des Pyramides nel 2009 nella regione parigina. Da padel fa parte della sua vita. Lo vedi spesso in tournée in Francia per coprire i principali eventi di padel français.