Ecco il continuazione del nostro rapporto a Madrid dietro le quinte del settore padel del Decathlon. Oggi ci interessa il modo in cui vengono “cucinate” le racchette più vendute al mondo.

Anche se creato solo due anni fa, Kuikma, il marchio al 100%. padel di Décathlon, ha già acquisito le sue lettere nobiliari nel mondo di padel. Per quanto riguarda le racchette, questo è il caso degli utenti, con feedback dei clienti molto positivi, in particolare sui criteri del rapporto qualità-prezzo e della durata.

Non necessariamente spendere 200 o 300 €

« Il nostro obiettivodice Frédéric Oudeville, il gentiluomo padel di Decathlon, era fare il padel accessibile al maggior numero Questo significa in particolare finanziariamente accessibile, sia per il principiante che per l'esperto, che non vuole necessariamente spendere 200 o 300 euro per una racchetta di fascia alta. Con la nostra gamma Expert abbiamo voluto offrire, a 100 euro, racchette in carbonio dotate delle migliori tecnologie. E questo, siamo praticamente gli unici sul mercato a farlo '.

Ma come si modella, partendo da un foglio quasi bianco, una gamma di racchette destinate ai giocatori più esigenti?

« Quando sono stato scelto come product manager, continua Fred Oudeville, sono venuto a Madrid per analizzare le esigenze dei giocatori e costruire un'offerta coerente. Ho reclutato Andrés Sanchez, che già lavorava per Décathlon a Lille, come tecnico delle racchette da neve. Poi ho creato in Spagna un team di ingegneri, designer, specialisti del merchandising… Il team doveva avere la bandiera spagnola, perché è il nostro primo mercato, il più esigente. "

La preziosa esperienza di Horacio Álvarez Clementi

Già nel 2017 questo team ha prodotto i primi prototipi di racchette da neve, basandosi sull'esperienza maturata da Artengo. " I nostri primi test di racchetta erano troppo eterogenei, non abbastanza conclusivi. Potremmo avere buoni giocatori nella nostra squadra, ma non siamo abbastanza bravi, non abbastanza intelligenti da misurare una racchetta abbastanza accuratamente da metterla sul mercato. Ecco perché abbiamo deciso di lavorare con Horacio Álvarez Clementi, per beneficiare della sua esperienza di ex giocatore professionista e allenatore '.

Horacio Alvarez Clementi durante l'allenamento.

A 63 anni, l'allenatore argentino ha idee forti su cosa sia una buona racchetta da tennis. padel, che ci ha spiegato in una prossima intervista. " Ci ha aiutato enormemente, ammette Fred Oudeville, anche quando non ha convalidato tre delle quattro racchette che gli sono state presentate, quando ne avevamo già fatte cinque o sei versioni. Diceva da una parte che il suo "punto dulce" non era abbastanza grande, dall'altra che vibrava, mentre noi non sentivamo che vibrasse... Ma aveva ragione: così abbiamo fatto.' ascoltato, abbiamo ritardato il lancio di sei mesi e oggi sono molto contento del risultato '.

Il KTL, una stanza segreta, senza finestre

Ma torniamo alla cucina sul retro dove vengono realizzate le racchette Kuikma, nel cuore del club El Hangar, a nord di Madrid. In superficie, niente fuori dall'ordinario. Da un lato, uffici molto tradizionali, con computer e un team molto giovane di sole 12 persone (ma presto in espansione); età media, intorno ai 30 anni.

Un po' più in là, incastonato tra due binari di padel, una stanza segreta, senza finestre, di cui un codice digitale riserva l'accesso solo agli iniziati. Sulla porta sono scritte tre lettere: "KTL"! " Significa laboratorio di prova Kuikma », spiega Andrés, l'ingegnere delle ciaspole.

Uno scaffale che presenta i prodotti Kuikma. Foto Jérôme Arnoux

Puro "prodotto" dell'industria Decathlon, Andrés vi lavora da 12 anni: " Sono entrato in azienda come addetto alle vendite nel negozio di Malaga (Andalusia), mentre studiavo design industriale come ingegnere. Poi, ho fatto una missione di merchandising a Lille, dove sono entrato a far parte del laboratorio PCM (plastica, composito e metallo). È qui che eseguiamo test di resistenza, test statici e test di impatto su materiali duri. Ho supervisionato le prove per sport di racchetta, canne da pesca e biciclette... »

Andrés, un cuoco che combina gli ingredienti

Ora torniamo al laboratorio di prova di Kuikma. " Il KTL è il luogo in cui eseguiamo vari test sui prodotti, dice Andrés. Anche se il centro di sviluppo ha sede a Lille, a volte bisogna armeggiare un po' a Madrid: tagliare una racchetta per allungarla, aggiungere peso, modificare qualche dettaglio... E poi, il mio collega Raquel sta facendo dei test di merchandising qui, cioè a dire, mette alla prova la presentazione dei prodotti, gli scaffali che vengono poi offerti ai negozi della monde entier '.

Andrés Sanchez è l'ingegnere di prodotto di Kuikma. E anche un buon giocatore di padel.

Andrés si descrive prontamente come un "cuoco" di racchette, maneggiando quotidianamente tre ingredienti: lo stampo per racchette, la composizione del "sandwich" e il piano di perforazione. In altre parole, cerca, per ogni modello, il miglior compromesso tra la forma, i componenti (carbonio, fibra di vetro, schiuma), il numero e la disposizione dei fori.

« La difficoltà, lui spiega, è trovare una chiara correlazione tra ciò che si calcola su un computer e le sensazioni dei giocatori in condizioni reali. A volte basta cambiare il dosaggio di un singolo ingrediente e tutto deve essere rifatto. '.

Fino a dieci prototipi per una racchetta

Quante ore di lavoro richiede una racchetta?

 « È molto variabile, stima l'ingegnere. Per alcuni, ho in mente 350 ore. Per la gamma Expert (la PR990), che abbiamo sviluppato nel 2018, abbiamo realizzato dieci prototipi, che è molto. Le nostre esigenze erano alte e ancor di più quella di Horacio, per cui lo ringraziamo. Il mio lavoro è trovare soluzioni tecniche per adattarsi a ciò che sostiene Horacio, ed è grazie a lui che il 90% degli utenti apprezza le nostre racchette. '.

Dopo aver rinnovato le diverse gamme di racchette, il team Kuikma ha poi affrontato lo sviluppo di altri prodotti, in particolare scarpe, palloni, borse e abbigliamento dedicati alla padel.

Abbiamo testato un modello top secret

Infine, una nuova sfida nel 2022 è la sponsorizzazione: per la prima volta, noti giocatori saranno equipaggiati con i prodotti Kuikma, in particolare le racchette. E tra qualche giorno sapremo se Voci di Maxi Sanchez sono fondati o no...

Dobbiamo quindi aspettarci, da Kuikma, la comparsa di una gamma di racchette ancora più efficienti! Ma lo scorso novembre abbiamo avuto la possibilità di testare un modello top secret, che Kuikma ha in programma di lanciare solo nell'estate del 2022: il suo nome in codice è "the Pro". Di forma ibrida, pesa circa 365 grammi e unisce comfort, potenza e precisione, con un ampio “punto dulce”.

Non vi diremo di più, tranne che sarà venduto a un prezzo maggiore rispetto agli attuali modelli Expert. E per una buona ragione: sarà prodotto in Spagna e non in Asia...

Jérome Arnoux Giornalista

Dopo 40 anni di tennis, Jérôme cade nel piatto del padel nel 2018. Da allora ci pensa tutte le mattine mentre si rade… ma non si rade mai il pala in mano! Giornalista in Alsazia, non ha altra ambizione che condividere la sua passione con te, che tu parli francese, italiano, spagnolo o inglese.