"Tutte le uscite sono definitive": questa regola, ben nota agli spettatori di festival o parchi divertimento, si applica talvolta ai giocatori di padel. Spieghiamo perché e come.

Durante tutti i previa e fino al penultimo giro del anteprima di Umano Padel Toulouse Open, le uscite non sono consentite. Questa regola – comune a tutti gli eventi nel World Padel Tour – vale anche sulle tracce 1 e 2 di 4Padel de Colomiers, la cui configurazione consentirebbe comunque ai giocatori di recuperare gli smash colpiti nel par 3.

Ma poiché non è così per gli altri terreni del complesso, vicini tra loro, l'equità tra i giocatori porta gli organizzatori a vietare le uscite a tutti, su tutte le piste.

Arturo Coello in gita a marbella

Superficie veloce e alte temperature

Per i giocatori dilettanti un tale vincolo ha scarso impatto, perché i par 3 non sono così frequenti e pochi sono quelli che sono in grado di difenderli. Ma a livello professionistico, soprattutto tra gli uomini, la potenza degli schiacciatori e la loro capacità di trovare il topspin e la zona che manda fuori la palla moltiplicano il numero di volte per 3.

Questo è ancor più il caso dei palloni nuovi, in condizioni veloci, quando le temperature sono alte come in questi giorni a Tolosa. E siccome il soffitto non è alto come al Palais des Sports di Tolosa, i pallonetti devono essere assolutamente perfetti per ripararsi da questi sfondamenti che escono, sinonimo di punti persi non appena la palla supera i 3 metri della recinzione laterale (quindi l'espressione “por tres” in spagnolo – tradotta “da 3”).

“Devi fare un pallonetto negli ultimi 10 o 15 cm della pista”

Bastien Blanqué e Francisco Jurado hanno pagato il prezzo domenica contro Jairo Bautista e Pablo Garcia, due giocatori di 1,90 e 1,88 m, che hanno moltiplicato i successi vincenti. "Dovevi fare un pallonetto negli ultimi 10 o 15 centimetri della pista per uscirne", ci ha detto Blanqué, frustrato perché, da buon difensore, è stato in grado di recuperare molti dei par 3 di Jairo.

Ma da questo martedì pomeriggio tutto cambierà a Tolosa-Colomiers: le finali dei previas si giocheranno infatti tutte sui binari 1 e 2, così che le uscite diventino autorizzate. Abbastanza per soddisfare sia i giocatori che il pubblico, perché lo spettacolo diventerà ancora più eccezionale.

E ovviamente, da mercoledì al Palais des sports, nessuna uscita sarà definitiva: poi, la parola (e le azioni) saranno anche in difesa!

Jérome Arnoux Giornalista

Dopo 40 anni di tennis, Jérôme cade nel piatto del padel nel 2018. Da allora ci pensa tutte le mattine mentre si rade… ma non si rade mai il pala in mano! Giornalista in Alsazia, non ha altra ambizione che condividere la sua passione con te, che tu parli francese, italiano, spagnolo o inglese.