Il padel è uno sport incredibile che non solo ti permette di fare sport con gli amici, conoscere nuove persone e stringere amicizie... Ma è anche un file sport che unisce comunicazione e sensazione.

Lorenzo Lopez, soprannominato "il vecchio" in Andalusia dopo più di 20 anni di insegnamento nel padel, ci dà i suoi aneddoti e consigli.

Pensa a 2!

Osserviamo che i giocatori provenienti da sport individuali come lo squash, il tennis o il badminton, possono avere problemi di comunicazione con il proprio partner.

Attenzione, fortunatamente non è sempre così e questo problema di comunicazione non è esclusivo dei singoli sport. Ma esiste una tendenza molto chiara per quei giocatori che sono abituati a praticare questi sport dove sei solo su un campo di fronte all'avversario.

Il pensiero non è assolutamente lo stesso. E ciò potrebbe richiedere ai giocatori di questi sport che hanno l'impressione che il padel sia facile, proprio una buona dose di umiltà nonostante la loro facilità tecnica per riuscire a superare il corso psicologico.

Rompi la bolla

Non è affatto facile rompere la bolla quando hai sempre giocato da solo su un campo in uno sport con la racchetta. E sono in una buona posizione per dirtelo.

Ciò richiede un una certa umiltà e onestà verso se stessi per passare questo corso.

Il giocatore che pratica uno sport individuale è abituato a giocare nella sua bolla.

In uno sport come il tennis, è davvero molto pratico mantenere la concentrazione e riflettere sul proprio gioco e su quello del proprio avversario.

Problema: il padel deve pensare DUE!

Per il tennista, devi deprogrammarti o cercare di acquisire questa nozione elementare di dialogo.

Ma per fare ciò, il giocatore deve essere consapevole di questo difetto. L'udito è buono, ma l'ascolto è migliore!

Tecnologia e comunicazione: niente da fare

La tecnica ha niente a che fare con la comunicazione. Stai sicuramente giocando molto bene. Hai un allenamento di paddle. Eppure potresti essere un giocatore a rischio. Peggio ancora, sei tecnicamente un buon giocatore e pensi di essere al sicuro da questo post.

A volte è difficile essere bravi in ​​uno sport con la racchetta e partire mentalmente da zero. Tuttavia, dovrai passare attraverso una vera domanda se ti piace il padel.

Questo è il motivo per cui ai giocatori viene spesso consigliato di cambiare partner, per conoscersi meglio e possibilmente vedere cosa c'è che non va nella tua comunicazione.

Non fare affidamento sugli altri per aiutarti! Primo, perché potresti essere ferito da ciò che dicono i tuoi partner. Poi perché in generale ci si sente molto di più di quanto si dica. D'altra parte, dovrai aprire la tua mente!

La comunicazione è soprattutto legata al piacere di giocare con qualcuno e ottimizzare i propri tiri in base alla propria squadra e ai propri avversari.

I migliori giocatori internazionali a volte chiamano un mental coach per sviluppare la comunicazione e la parte psicologica. Allora perché non tu?

Franck Binisti

Franck Binisti scopre il padel al Pyramid Club di 2009 nella regione di Parigi. Da allora il padel fa parte della sua vita. Lo vedi spesso in tournée in Francia andando a coprire i grandi eventi di paddle francesi.