Torna a dietro le quinte dei Campionati Europei Padel 2021. Una competizione dove la Francia ha brillato e dove le nazioni si sono unite. Ma l'organizzazione è stata spesso individuata.

In questa serie di post su questi Campionati Europei, Benjamin TisonIl 81e Il giocatore del WPT, uno dei dirigenti del team francese, ci dà la sua opinione su questa settimana a Marbella.

Prima parte della sua testimonianza sul doppio confronto Francia-Spagna.

Eravamo alla Mecca di padel e ancora ...

“Questi Campionati Europei padel prometteva di essere una grande festa per le nazioni. La competizione si è svolta in Spagna, a Marbella, la Mecca del padel.

Le istituzioni ci hanno promesso un grande spettacolo e un'organizzazione ottimale. La Spagna sembrava avere tutte le carte in regola per offrirci una competizione eccezionale.

Niente più mascherine (tranne al chiuso), il pubblico era benvenuto, la città brulicava di gente, la vita riprendeva, nulla sembrava poter ostacolare il funzionamento generale della competizione.

Nuove nazioni si unirono alla festa per la prima volta.

FEPA (Federazione Europea del Padel) e la FIP (Federazione Internazionale del Padel) è riuscito addirittura a non rifare il colpo del 2019 con 2 Campionati Europei di padel la stessa settimana.

Potremmo cavalcare il boom del nostro sport in Europa.

Eppure, penso che ci sia una delusione generale tra i giocatori per questo evento".

L'impatto della sanzione controproducente

squadra francia uomini marbella

“Quest'anno ci risulta che la FIP abbia delegato in tutto o in parte l'organizzazione di questi Campionati Europei alla Federazione Andalusa (FAP).

Sur Padel Magazine, abbiamo appreso che il ruolo di FIP (Federazione internazionale di Padel) e alcuni FEP (Federazione spagnola di Padel) era limitato e quindi non erano direttamente responsabili. 

Sul posto, comunque, per i giocatori è stato un po' complicato capire chi faceva o chi non faceva.

Questa volta erano presenti le principali nazioni europee (tranne il Portogallo purtroppo). La Spagna, miglior nazione europea, c'era a differenza dell'edizione 2019.

Per sanzionare gli spagnoli per aver giocato gli Europei di padel di FEPA 2 anni fa, resta inteso che la FIP ha deciso di non farli seed 1.

Una sanzione dannosa per la concorrenza: cCome se questa decisione potesse avere un impatto sulle ambizioni spagnole.

È una nazione a parte, che per il momento schiaccia la concorrenza, qualunque sia la sua posizione.

Credendo di sanzionare la Spagna in questo modo, in realtà sancì direttamente un seme della sua gallina che sarebbe quindi finito con la Spagna. Questa decisione ha sicuramente in parte sbilanciato questa competizione."

La Francia gioca stranamente contro la Spagna due volte

“La Francia erediterà la Spagna nella sua gallina. Di conseguenza, la Francia non aveva alcuna possibilità di essere la prima in classifica.

Questo era il lato positivo: la Francia doveva essere protetto da un altro confronto contro la Spagna fino all'eventuale finale.

Inoltre, il Presidente della FIP, Luigi Carraro ci ha confermato (ai giocatori della Francia) dopo le partite del girone che era infatti “impossibile che 2 squadre presenti nello stesso girone potessero incontrarsi nuovamente prima della finale”, in quanto in tutti gli altri sport del mondo.

Pareggio: e una potenziale nuova Francia/Spagna in semifinale”.

Dove sono i regolamenti?

“Facciamo appello agli organizzatori, che improvvisamente hanno fatto riferimento a un regolamento, introvabile, che consente un simile confronto.

Semplice colpo di scena, perché è sempre un piacere giocare contro i migliori giocatori d'Europa.

Ma sportivamente, è normale giocare due volte con la Spagna in questa configurazione? Gli organizzatori potrebbero non correggere questa aberrazione?

Alla fine, la Francia ha fatto il massimo con buoni scontri tra cui quello contro la Svezia per questo 3e e abbiamo avuto l'onore di giocare due volte in Spagna.

Ma la Francia è una concorrente e come dice bene il capitano della squadra italiana Gustavo Spector : “Un Europeo senza la nostra Francia/Italia non è proprio un Europeo”. ”

Franck Binisti scopre il padel al Club des Pyramides nel 2009 nella regione parigina. Da padel fa parte della sua vita. Lo vedi spesso in tournée in Francia per coprire i principali eventi di padel français.