La Federazione francese di tennis ha annunciato i giocatori che comporrà la squadra francese per gli Europei Padel 2024 a Cagliari (Italia). Robin Haziza ha spiegato a Padel Magazine le ragioni di queste scelte.

Nessun dibattito per i primi 6 selezionati

“La scelta della selezione è stata fatta come segue. Nessun dibattito sulle prime sei selezionate, ovvero Alix, Léa, Carla, Jess, Charlotte, Soubrié e Lucile.

Poi c'erano cinque ragazze che potevano lottare per due posti. E, va sottolineato, questo significa che il livello medio è in aumento e che sono sempre di più i giocatori che si danno i mezzi per giocare, per esibirsi e per poter un giorno far parte della squadra francese.

C'erano ovviamente Fiona Ligi e Camille Sireix. Allora, le giocatrici in gara erano Louise Bahurel, Wendy Barsotti per la destra ed Élodie Invernon per la sinistra, sapendo che Louise poteva giocare anche a sinistra.

Nel caso di Louise, abbiamo pensato con Benjamin Tison e Pablo Ayma che fosse un po' troppo presto per lei, soprattutto se vuole posizionarsi a destra o a sinistra. Dopo il corso ci è sembrato logico integrarlo in questo primo corso, ma era ancora un po' presto per i Campionati Europei.

Contiamo su di lei per il futuro, il prima possibile, ma dipenderà dal suo rendimento, dalla sua capacità di lavorare e di migliorare soprattutto il suo fisico. Wendy ha avuto un ottimo inizio di stagione giocando molto a livello internazionale.

Sfortunatamente per lei, anche Fiona si è comportata molto bene, non solo in Francia ma anche a livello internazionale. E conosciamo tutti il ​​sorriso di Fiona nelle partite di alto livello e la sua capacità di non deludere mai nella squadra francese. Fiona ha quindi a suo favore questa storia nella squadra francese. Per quanto riguarda Élodie e Camille, la scelta è stata difficile quanto quella per Wendy e Fiona”.

Robin Haziza squadra francese

“Abbiamo privilegiato la novità”

“Tuttavia abbiamo privilegiato la novità. Elodie ha giocato tanto in questa stagione ma senza risultati convincenti. Camille porta una nuova freschezza, si allena molto e ha un bel progetto, simile a quello di Élodie.

Tuttavia, si è comportata meglio, sia in Francia che a livello internazionale, con risultati migliori di Élodie.

L'idea non è dire a Élodie che il suo percorso con la squadra francese è finito, ma lavorare per i prossimi appuntamenti e per i Mondiali. Abbiamo optato per qualcosa di nuovo con una giocatrice molto a suo agio a rete, combattiva, con caratteristiche simili a quelle di giocatrici come Carla o Alix agli inizi.

Era quindi logico per noi integrare Camille in questa squadra francese. Il risultato finale è una squadra molto forte. Con Alix Collombon e Léa Godallier, Carla Touly e Jessica Ginier, abbiamo due ottime squadre in testa. Abbiamo anche Charlotte Soubrié e Lucile Pothier che storicamente sono state le numeri 1 o 2 della squadra francese, dato che Charlotte ha sempre giocato con Alix, e Lucile con Jess non ha mai deluso nella squadra francese.

Quindi abbiamo una terza coppia molto interessante. Anche Fiona e Camille hanno un ruolo da svolgere. Fiona può cercare un punto di partenza e Camille deve essere pronta a intervenire in qualsiasi momento. Abbiamo secondo me un gruppo ricco di esperienza, freschezza, nuove idee e tanto lavoro, con giocatori che si allenano molto e hanno giocato molto quest'anno. È molto positivo”.

Franck Binisti

Franck Binisti scopre il padel al Club des Pyramides nel 2009 nella regione parigina. Da padel fa parte della sua vita. Lo vedi spesso in tournée in Francia per coprire i principali eventi di padel français.