Primo Padel applica il principio di precauzione nelle sue varie strutture padel in Svizzera. I due fondatori di Padel First hanno infatti preferito chiudere il loro spazio padel mentre molte strutture sportive non hanno ancora osato fare questo passo in Svizzera.

Una decisione coraggiosa e civica di Justine Melero e Enrique Jimenez. Ecco il loro messaggio:

In considerazione dell'attuale situazione sanitaria, Padel First ha deciso, da oggi, di chiudere le sue strutture di padel almeno fino al 31 marzo.

La situazione sanitaria cambia ogni ora, ma l'esperienza dimostra che la prevenzione è lo strumento essenziale per combattere la diffusione di COVID-19.

Prima prendiamo misure preventive, più eviteremo i contagi.

Come azienda, abbiamo deciso di assumerci le nostre responsabilità e adottare una decisione che mira a evitare il contatto tra i giocatori e viaggi inutili.

Il principio di precauzione ha la priorità.

In pratica, questa decisione implica che, per i tribunali del Country Club, abbiamo bloccato la possibilità di effettuare prenotazioni nel nostro sistema e cancellato quelli già esistenti.

La pratica di qualsiasi attività nell'area del padel è ora vietata.

Per Vernier, abbiamo informato il dipartimento sportivo della città della nostra decisione e abbiamo chiesto loro di non accettare più prenotazioni.

Di conseguenza, ti chiediamo di non venire né al Country Club né al Tennis de Vernier per giocare a padel, anche se queste strutture sono, per il momento, aperte al pubblico.

Vi ringraziamo anticipatamente per la vostra comprensione e speriamo di vedervi presto.

Franck Binisti

Franck Binisti scopre il padel al Pyramid Club di 2009 nella regione di Parigi. Da allora il padel fa parte della sua vita. Lo vedi spesso in tournée in Francia andando a coprire i grandi eventi di paddle francesi.