Ne abbiamo già parlato, l'Inclusivo Padel Il Tour si distingue per il suo impegno per l'inclusività e la diversità nel mondo padel, attirando giocatori di diversa provenienza e livello. Tutte le squadre sono composte da una persona con disabilità e da un'altra persona “normodotata”. I giocatori possono trovarsi su una sedia a rotelle o avere una disabilità agli arti (gamba, braccio, mano).

Dopo Barcellona, ​​le francesi Lorie Pelan e Marianne Vandaele hanno vinto la tappa di Roma. Ci dicono.

Lorie : “Per me poter giocare questo tipo di tornei all'estero, accompagnato da Marianne, è davvero un'opportunità e una chance. Abbiamo avuto l'onore di giocare al centrale a Roma, è stato magnifico Rimarrà impresso per sempre nella nostra mente! È stato grandioso, è stato incredibile. È stato il miglior torneo della mia vita!”

Marianne : “L’Inclusivo Padel Il Tour è diventato un circuito importante per me. È così ricco umanamente, emotivamente e, naturalmente, "padelisticamente”. Lasciamo Roma con la vittoria del torneo, ma molto di più. La gentilezza e la condivisione tra persone di tutte le nazionalità è incredibile. Raramente l'ho sperimentato! E la ciliegina sulla torta: per la finale, sul campo Centrale del Foro Italico, nel giorno delle Finali Major Premier Padel, è stato straordinario! Sono davvero onorato di condividere e vivere questo circuito con Lorie. Mi rendo conto di essere molto fortunato”.

Credito fotografico: Inon Rosen