Jérémy Ritz è uno dei giocatori più apprezzati del circuito padel francese. Il suo spirito combattivo è sicuramente la sua più grande forza sul campo. Nella gara con il suo partner Jérôme Ferrandez per far parte del Team France Padel, è tempo per noi di sapere di più su questo amante del padel.

  • Hai uno dei più ricchi padelisti in Francia ...

Diciamo che il padel fa parte della mia vita da oltre 6 anni. Sono stato vice-campione di Francia in 2017 con Jérémy Scatena, sono stato anche nominato alla Coppa Nazionale di Padel.

Sono membro del team francese di Padel da anni 2 e ho co-diretto con Robin Haziza, Real Padel Club di Sophia durante gli anni 3. Quindi inizia a contare!

  • Come sei caduto nel padel?

Ho scoperto Padel a Lacanau mentre ero in vacanza con gli amici.

Il campo era in uno stato catastrofico come le racchette del prestito, ma ci siamo subito innamorati e l'abbiamo giocato tutto il giorno durante le vacanze. C'era Morgan Mannarino nella band che era il mio compagno per un po '.

Morgan Mannarino
Morgan Mannarino

Poi a Parigi era impossibile suonare all'epoca, quindi suonavamo solo quando scendevamo a sud. Abbiamo iniziato con i tornei Morgan 3 / 4 che erano in quel momento dell'anno e abbiamo incontrato i "vecchi" Padel Alexis Salles, Patrick Fouquet, Cédric Carité, Jeremy Scatena, Robin Haziza , Nallé Grinda ...

Ho particolarmente simpatizzato con Robin e poi sono sceso a sud per unirmi a lui e iniziare l'avventura del Real Padel a Sophia.

  • Il tuo passato coccodrillo nel tennis, ti aiuta?

Ero un giocatore piuttosto modesto poiché il mio miglior ranking era 1 / 6. Sul campo ero più scontroso che talentuoso e penso che oggi si trovi un po 'nel mio padel! #limeur

Il livello del tennis ovviamente aiuta ma il fatto di non essere un po 'meglio è anche uno dei miei limiti oggi penso! Diciamo che ad esempio tiro al volo un po 'più lentamente degli altri.

  • La tua storia nel padel ti rende già un "vecchio" con una visione di questi ultimi anni ...

Sulla scia di Robin che era già così pazzo di questo sport, sono stato uno dei primi a crederci ... All'epoca la gente pensava che fossimo pazzi per fare così tanto terreno (4!), Ora Ci sono club con terreno 12 e lo trovo favoloso.

Ho smesso di lavorare nel padel perché è molto avvincente e volevo bilanciare la mia vita altrimenti, ma sono convinto 100% che siamo solo all'inizio dello sviluppo di questo sport. Non vedo l'ora di scommettere sul padel 😉

  • Cosa ne pensi dell'evoluzione del padel tra i signori?

Ci sono chiaramente giocatori che si distinguono oggi per i loro risultati e investimenti e che meritano il loro posto.

Sono stato fortunato a far parte del team da anni 2 e ho vissuto momenti fantastici, quindi farò del mio meglio per rimanere lì. Una cosa è certa, diventa ogni anno più difficile!

  • Hai un programma di allenamento?

Non gioco tanto quanto alcuni, ma sono fortunato ad avere un allenatore spagnolo Queco Catalan che è anche mio amico di Sophia e mi permette di allenarmi.

Quest'inverno è stato molto divertente, quindi non è stato facile, ma normalmente provo a giocare a 3 / 4 una volta alla settimana mescolando allenamento e giochi.

  • Il tuo punto di forza

Gioco esclusivamente a destra nonostante un'esperienza piuttosto positiva rimasta questo inverno (con una magnifica vittoria con Raphael Jannel su Loïc Le Panse / Maxime Moreau all'Open Tennis Padel Soleil). Nel complesso mi piace tutto ma è vero che le mie qualità sono più difensive dell'attacco.
  • Per questi campionati di paddle francesi, con chi giocherai?

Suonerò con Jérôme Ferrandez.
  • Il tuo colpo di bocca

Vorrei smettere di prendere in giro la mia calvizie perché diventa pesante e difficile vivere ahahaha!

Scherzi a parte, non ho una vera battuta, ma penso che dovrebbe ancora armonizzare rapidamente i tornei e le categorie. Ci sono ancora troppe differenze nei livelli del torneo e nell'assegnazione dei punti.

Per continuare a motivare tutti e creare un sistema il più equo possibile, mi sembra che siano necessari alcuni adattamenti!

Intervista di Franck Binisti

Franck Binisti

Franck Binisti scopre il padel al Pyramid Club di 2009 nella regione di Parigi. Da allora il padel fa parte della sua vita. Lo vedi spesso in tournée in Francia andando a coprire i grandi eventi di paddle francesi.