Abbiamo intervistato Jérôme Inzerillo, che ovviamente è felicissimo del suo prima selezione nella squadra francese. Sarà presente ai Campionati Europei di Marbella, dal 28 giugno al 4 luglio.

L'allenatore del Club des Pyramides - Player's Academy ripensa a questa nuova avventura.

“Più di un burlone”

Padel Magazine : Prima di tutto, sei sorpreso dalla tua selezione rispetto al fatto che alla fine hai meno esperienza di altri in questo sport, come dimostra la tua classifica?

Jérôme Inzerillo: Non mi stupisco della velocità visto che mi sono dato la possibilità di essere selezionato.
Non mi piace parlare di classifica perché per me non c'è relazione tra la mia classifica e il mio livello di gioco, l'unica differenza è il numero di tornei e il numero di punti che ho ma per il resto il mio livello fa parte dei migliori … La prova non sono stato selezionato secondo questi criteri. Penso di essere dove dovrei essere, né più né meno...

Padel Magazine : Secondo te, il percorso di selezione è stato decisivo nel processo decisionale di Alexis Salles?

Jérôme Inzerillo: Penso che lo stage sia stato una continuazione di quello che faccio da un anno e mezzo in termini di coinvolgimento e di progressi. Ho dimostrato al manager che può fidarsi di me e che posso essere più di un burlone con la mia passata esperienza nel tennis top.

Stage di Gourre Scatena Maigret Inzerillo Francia 2021

Padel Magazine : Alexis Salles ha associato diversi giocatori. Preferenze?

Jérôme Inzerillo: Mi sono trovato bene con tutti, hanno tutti stili di gioco diversi ma sono riuscito ad adattarmi a ciascuno di loro… Poca preferenza per Johan (Bergeron), perché mi piace molto come gestisce la partita e la sua tranquillità.

Padel Magazine : Immaginiamo che tu sia deluso dal fatto che Max Moreau, il tuo partner, non faccia parte dell'avventura?

Jérôme Inzerillo: Avrei voluto che Max fosse selezionato e potesse giocare in questa squadra, ma non c'erano le condizioni perché si unisse al gruppo. Spero che sarà lì per i campionati del mondo.

“Dai tutto qualunque cosa accada”

Padel Magazine : Stai lottando per essere uno dei must-have nella top 6? 

Jérôme Inzerillo: Penso che il sesto posto si giocherà tra Thomas Leygue, JT Peyrou e me. E mi dico persino che la terza coppia non è fissa. Possiamo avere sorprese. Ci sono 3 giocatori per 4 posti!

La mia analisi è che i migliori entreranno in campo e dovranno dare tutto qualunque cosa accada, vittoria o sconfitta, ma comunque saremo pronti a giocare qualunque cosa accada.

Padel Magazine : Nel tennis eri nella giovane squadra francese. Oggi lo fai a padele tra gli anziani...

Jérôme Inzerillo: Sì è un sogno che realizzo in 2 sport diversi, sono già stato selezionato per il tennis in tutte le categorie dei giovani con titoli di campione europeo e campione del mondo Junior, ma ancora grandi cose da fare in senior e a padel. È un orgoglio in più indossare la maglia azzurra e rappresentare il proprio Paese!

il team Padel Magazine cerca di offrirti dal 2013 il meglio di padel, ma anche sondaggi, analisi per cercare di capire il mondo padel. Dal gioco alla politica del nostro sport, Padel Magazine è al tuo servizio.