Juan Lebron Chincoa oggi diventa il primo giocatore nella storia del padel nato in Spagna per finire al vertice della World Padel Tour. La Spagna può finalmente respirare.

La storia ci ride. Perché Juan Lebron riesce ad ottenere il primo posto mondiale a San Paolo in Brasile ... Mentre l'America Latina non smette di occupare questo primo posto mondiale da 2013! È vero che avrebbe potuto ottenerlo in Argentina, che sarebbe stato l'apice dell'ironia.

Sabato novembre 23, la vittoria di Juan Lebrón e Paquito Navarro su Fernando Belasteguín e Agustín Tapia (6 / 7 7 / 6 6 / 4), in semifinale dell'Open Sao Paulo, consente al giocatore di Cadice di raggiungere il primo gradino della classifica del WPT. Una semifinale come nessun altro!

Questa piazza conferma la nascita di una nuova era di padel in tutto il mondo con giovani talenti spagnoli come Lebrón, Galán, Nieto o Garrido, ma anche argentini come Tapia, Stupaczuk o Tello che ora fanno parte dei vertici mondiali.

Ma questo luogo ambito non è garantito. Ci sono ancora il Mexico Open (26 novembre -1 dicembre) e il Barcelona Master Final (19-22 dicembre) che determineranno quali giocatori raggiungeranno la vetta della classifica mondiale, con Sanyo, Paquito, Maxi, Galán non hanno ancora detto la loro ultima parola.

Per andare un po 'oltre e moderare le nostre osservazioni. Se essere il numero uno al mondo è eccezionale, ricordiamo che il World Padel Tour esiste solo dal 2013. Infine, per 16 anni, Fernando Belasteguin e Juan Martin Diaz hanno regnato sovrani nel circuito professionistico di padel. Per finire Juan Martin Diaz gioca per la Spagna, anche se è nato in Argentina.

Juan Lebron: Bravo. Ora dovrà combattere con il suo partner Paquito Navarro, numero 2 in tutto il mondo, per rimanere lì perché la competizione è feroce.

Foto scattate in rete tramite Wikipedia.
Credits: Babolat Padel / World Padel Tour : Wikipedia

Pauline Renvoisé fa parte della top 30 francese. È una fotografa, ma anche e soprattutto un medico di farmacia. Permette al sito di avere un tocco medico e femminile nel contenuto.