Presente durante il Finale Master WPT, Kristina Clément, Export Manager per il marchio Nox, condivide con noi la sua valutazione 2021 dell'azienda e le sfide che la attendono per il 2022.

" Il padel sta esplodendo a livello globale e questo si riflette in termini di vendite”

Padel Magazine : L'anno 2021 sta volgendo al termine, quale valutazione può fare Nox?

Kristina Clemente: "L'anno è andato molto bene, le padel sta esplodendo a livello globale e questo si riflette nelle vendite. Siamo costretti ad aumentare la nostra capacità di produzione molto bruscamente, perché la domanda sta aumentando vertiginosamente in molti paesi in Europa e anche fuori. È difficile soddisfare tutte le richieste, ma diciamo che è un bel problema da avere! Siamo molto contenti e sappiamo che dovrebbe continuare a lungo, perché sono ancora molti i paesi che dovrebbero unirsi al carro della padel. "

Padel Magazine : Proprio parlando di Europa, qual è la situazione di Nox negli altri continenti? 

Kristina Clemente: "Il Sud America sta “decollando”, ma poiché è una zona “Storico” con l'Argentina, non parleremo di un'esplosione ma piuttosto di un nuovo boom, un “Reboom” se così si può chiamare! Negli Stati Uniti, sappiamo che il padel è molto sviluppato a livello di Miami, Florida ecc.. ma gli Stati Uniti sono ancora lontani da tutto ciò, e se esploderà lì, sarà molto vantaggioso per tutti. In Asia per il momento c'è ancora tanto da fare, proprio come in Australia!”

Padel Magazine : Puoi dirci su quali aree NOX investirà nel 2022 per accelerare il suo sviluppo?

Kristina Clemente: " Prima cosa, abbiamo creato un sistema chiamato the SmartStrap. È un modo molto semplice per cambiare il cavo, soprattutto quando sudi molto o quando il cavo è usurato. abbiamo creato questo ingegnoso sistema, che in 10 secondi, permette di cambiare il cinturino. I cinturini possono essere personalizzati ecc. senza dover rimuovere la copertura che farebbe perdere la garanzia del pala.

A livello di pala, per la collezione 2022, siamo il primo marchio ad avere la qualità delle nostre racchette certificata da un laboratorio indipendente. È un laboratorio con sede a Valencia a cui abbiamo inviato diverse unità di ogni modello e hanno testato tutto: durata, uscita proiettile, resistenza agli urti. Inoltre, hanno verificato che tutti i pala dello stesso modello sono perfettamente identici, per evitare l'esistenza di qualsiasi differenza tra due pala dello stesso modello durante l'acquisto. "

"I nostri giocatori giocano con le racchette vendute al grande pubblico"

Padel Magazine : E per quanto riguarda i palas stessi, ci sono stati cambiamenti rispetto alla gamma 2021?

Kristina Clemente: "Abbiamo la gamma Luxury che abbiamo voluto dedicare ai giocatori del WPT: Agustin Tapia, Miguel Lamperti e il binocolo Mapi & Majo Alayeto. Per quanto riguarda l'evoluzione delle racchette da neve, abbiamo implementato finiture speciali, in particolare sulla racchetta di Agustin Tapia. (che usa durante queste Master Finals): a Finitura con tecnologia Spin Plus 2 in 1, con vernice a livello del logo e l'utilizzo di un rilievo 3D, e poi una finitura opaca con sabbia di silice (dando un aspetto più “ruvido” alla pala) per quanto riguarda il resto della racchetta. Da un lato un focus su potere e controllo (la finitura della vernice), e dall'altro un po' più di effetti (finitura sabbia silicea)

La Coppa ML10 Pro che è il nostro bestseller, ha visto anche il suo piccolo aggiornamento. Volevamo che fosse presente nella gamma Luxury, abbiamo ha anche scelto uno stampo Luxury e Miguel Lamperti ha notato che questo nuovo stampo dà più potenza alla racchetta. L'ha testato 2-3 mesi fa e se ne è innamorato. Da allora ha giocato solo con quello! ”

Padel Magazine : E la gamma Ladies? 

Kristina Clemente: ”Per Mapi & Majo, ognuno voleva il proprio pala. Un giocatore a destra preferisce la forma rotonda e un giocatore a sinistra preferisce la forma a diamante, è strano eh (ride)! È lo stesso per la schiuma, un classico Mouse HR3 per Mapi e una schiuma EVA nera per Majo. Vediamo che le caratteristiche dei giocatori di sinistra e di destra si trovano nei modelli di racchette scelti. Perché ricordiamo: i nostri giocatori giocano effettivamente con racchette vendute al grande pubblico, quindi potremmo essere gli unici sul mercato!

L'unica cosa che chiedono i giocatori è un peso specifico, ad Agustin e Miguelito piace giocare con 377 grammi, ma per il grande pubblico ci fermiamo a 375, è l'unica differenza!”

L'intervista la trovate integralmente qui:

 

Nasser Hoverini

Appassionato di calcio, ho scoperto il padel nel 2019. Da allora, è stato un amore folle con questo sport al punto da abbandonare il mio sport preferito.