Numero 1 del mondo nel 2014 con Juani Mieres poi con Fernando Belasteguín dal 2015 al 2017, Pablo Lima gareggerà nella stagione 2021 insieme ad Agustín Tapia, il fenomeno argentino. Prima che iniziassero le cose serie, il brasiliano ha dato un colloquio al sito italiano Mr Padel Pagaia, rilevata da Corriere dello Sport.

Un'eccezione auriverde? 

L'attuale numero 5 del mondo non poteva sfuggire al calcio da bambino ma ha subito preferito il percorso dei campi padel : “L'ho scoperto quando avevo 9 anni perché ci suonava mio padre. Il Brasile non ha un grande legame con gli sport di racchetta". È vero che se Gustavo Kuerten ha messo il suo Paese ai vertici della gerarchia mondiale, in particolare vincendo tre Roland Garros, la successione tarda ad arrivare. Fortunatamente, attori sono mobilitati per consentire lo sviluppo di padel nella terra del Corcovado.

Secondo Lima, i buoni giocatori non mancano, ma dovrebbero correre il rischio di andare in esilio per promuovere la padel Brasiliano di più: “C'è sempre stato un grande terreno fertile in Brasile ma molti giocatori hanno deciso di non andare all'estero. Ad esempio, João Pedro Flores è uno di quei giovani giocatori che potrebbero ottenere grandi risultati in Europa. Julio Julianoti e Stefano Flores sono una coppia forte in Brasile ma ho la sensazione che non avessero l'ambizione di affrontare il meglio. Sono giocatori molto bravi che potrebbero giocare a World Padel Tour tranquillamente". (Nota del redattore: questi due giocatori giocano con l'APT Padel Torre e così potremmo presto li vedremo all'opera in Europa)

impegnativo

Il 2020 non è stato davvero un grande anno per l'uomo con 367 vittorie e 47 tornei vinti su World Padel Tour. Pablo Lima non aveva mai vinto così poco. Abbastanza da provocare una salutare introspezione per iniziare ad andare avanti nel 2021: “JPenso che ciò sia dovuto a molti fattori. Questo è senza dubbio l'anno in cui ho raggiunto il livello più alto da quando ho iniziato a giocare. ma ilquando non vinci, significa che gli altri hanno fatto meglio di te, devi ammetterlo "

Paquito Navarro Pablo Lima World Padel Tour

In pista, il brasiliano conosce i punti di cui ha bisogno per migliorare ancora una volta ottenere risultati all'altezza delle aspettative : “Penso di essere più tattico e disciplinato. Credo che tutti i giocatori siano un mix di aspetti diversi. Nel mio caso ho il mio gioco in ordine e cerco sempre di dare il meglio di me stesso per far funzionare la coppia ".

Coppia di fuoco con Tapia

Prima misura radicale: Pablo Lima non farà più squadra con Paquito Navarro. Il suo duo non ha avuto il rendering sperato dai due giocatori. Il brasiliano fa il punto su questa associazione: “JPenso che la mancanza di continuità mi abbia colpito più di ogni altra cosa. Con Paquito avevamo grandi aspettative come coppia, ma non ci siamo comportati come previsto "

Per la prossima stagione Lima sarà associata ad Agustín Tapia e la prospettiva di vedere una coppia sudamericana che vada oltre la rivalità tra Brasile e Argentina fa venire l'acquolina in bocca. “Tapia è un giocatore straordinario, con potenzialità sia fisiche che tecniche. Può progredire molto. Sarà un grande attore per molto tempo. Il nostro obiettivo è ovviamente combattere e giocare le prime posizioni ". Non vediamo l'ora che il WPT riprenda per vedere questa nuova associazione all'opera!

François Miguel Boudet Giornalista padel sport

Sono un giornalista sportivo che vive a Barcellona e ovviamente un fan di padel.

RMC Sports, L'Equipe Magazine, Sport24, Infosport +, BeIN sports e ora la ciliegina sulla torta: Padel Magazine ! ;)