Jérôme Bécasset e Jean-Marc Herard ingrandiranno ogni giorno un campionato e i suoi rappresentanti per i campionati francesi di padel in Padel Lyon Club (Padel Centrale). La lega Tennis Picardie è sotto assedio.

ragazzo di Piccardia

Percorso 1 / Fitness

Benjamin KOSIR (BK): ho iniziato a giocare a tennis all'età di 7 anni, ho raggiunto la classifica 3 / 6 e ho reso questa passione il mio lavoro da quando lavoro oggi per la Picardie Tennis League e il Comitato del campo da tennis come consulente sportivo territoriale. Inoltre pratico regolarmente mountain bike, corsa ... e corso di paddle!

Eric QUILLET MONCHIET (EQM): Ho iniziato a tennis all'età di 2 anni con mio padre, poi all'età di 5 nel club. Il mio miglior ranking è stato -15.

2 / La scoperta di Padel

BK: Abbiamo iniziato il padel con Eric QUILLET (il mio compagno) nel mese di ottobre 2014 presso l'Amiens Multiball Center (l'unico campo da paddle su Amiens).

EQM: Con Benjamin (il mio compagno), abbiamo scoperto il padel in ottobre 2014, grazie alla pubblicità fatta dalla FFT. Fortunatamente, c'è un campo ad Amiens (Multiball, con il nostro amico JP Chevrier).

3 / Esperienza e obiettivi

BK: È passato un breve anno da quando abbiamo suonato Padel. Abbiamo iniziato a gareggiare a gennaio 2015. Direi che rispetto a tante squadre siamo ancora “giovani” nel mondo Padel, siamo molto motivati ​​e penso che abbiamo un buon margine di progresso davanti a noi. Oggi il padel occupa un posto importante nella mia vita sportiva in quanto, indipendentemente dal risultato, mi dà molto piacere (e penso che sia la cosa principale).

MQ: Abbiamo solo pochi mesi di esperienza al padel, ma essere un giocatore di tennis semplifica l'apprendimento del gioco.
Il padel è diventato "LO" sport che mi piace praticare, con inevitabilmente desideri di ottenere dei risultati.

4 / Quale club?

BK: Suoniamo all'Amiens Multiball Center, gestito dal nostro amico (e allenatore ...) JP Chevrier

EQM: Siamo ad Amiens, presso il club MULTIBALL, un centro multi-racchetta creato e gestito da Jean-Pierre CHEVRIER, un appassionato di paddle. Ci ha insegnato le basi del gioco, ora è diventato amico.

5 / Il tuo partner?

BK: Abbiamo iniziato la competizione a gennaio 2015. Perché hai scelto Eric? bella domanda ... Sto ancora cercando 😉 No, sto scherzando ovviamente! Prima Eric e io lavoriamo insieme per la Tennis League of Piccardy, siamo amici e soprattutto i nostri stili di gioco si completano perfettamente ... ma non dirò altro su questo punto.

EQM: Giochiamo seriamente da gennaio 2015, facendo gare quando il nostro programma professionale ci consente.
Perché hai scelto Benjamin KOSIR come partner? Ottima domanda, io stesso non lo so (ride). Più seriamente, perché siamo colleghi, amici e abbiamo scoperto questo sport insieme, allo stesso tempo. Ognuno di noi ha il nostro stile di gioco e il caso rende le cose giuste, ci completiamo a vicenda per questo sport. È un vero piacere suonare con Benj, e spero di suonare con lui il più a lungo possibile.

6 / Corso durante le qualifiche regionali

È andato tutto molto bene. Ci siamo qualificati relativamente facilmente. Mi dispiace che non ci fossero più squadre, ma è stata la prima e senza dubbio ci saranno più squadre nei prossimi anni!

MSE: Le fasi regionali si sono svolte ad Amiens, presso il centro MULTIBALL. Sono state registrate una dozzina di squadre. Prima una fase di gruppo e poi un tavolo finale.

7 / Ambizioni e prognosi per la finale

BK: Per me, la priorità è provare piacere ed è provando piacere nel suonare il padel che possiamo sperare di ottenere risultati ... e non il contrario! Nel complesso, abbiamo molta meno esperienza ed esperienza rispetto alla maggior parte dei team, possiamo essere in grado di creare sorpresa?

Siamo nuovi nel padel e quindi conosciamo pochi giocatori ... ma non temiamo nessuno! Penso che il titolo verrà giocato tra squadre che hanno già una forte esperienza nel padel ... Sappiamo che non c'è logica nello sport, ma è una squadra con esperienza che dovrebbe prevalere .

MSE: Difficile dirlo, è uno sport emergente, con differenze di tempo a seconda della regione. Francamente, vedremo, l'obiettivo è divertirsi, dare tutto, giocare al nostro miglior padel, faremo il punto alla fine del campionato. Grazie ai vari tornei che abbiamo giocato, stiamo iniziando a conoscere alcuni buoni giocatori, ma non abbiamo paura di nessuno. La nostra esperienza nel mondo del tennis ci consente di avere un approccio abbastanza sereno. Il padel è uno sport in cui tutti possono battere tutti.

Per la prognosi, non ne ho idea, forse Piccardia (ride). No, probabilmente una squadra del sud-est, dove il padel è praticato da alcuni anni.

8 / Messaggio per gli avversari

BK: prudenza

EQM: attenzione ragazzi, arrivano il droghiere e il macellaio!

Jerome Becasset

Jérôme Béasset è il Paquito Navarro della squadra Padel Rivista. Offensivo su tutti i temi del mondo del padel, torna su molti argomenti con un occhio sempre accorto.