Laura Clergue non è solo una campionessa di padel, ma è anche una combattente. Vuole darsi i mezzi per andare il più lontano possibile. La doppia campionessa di Francia nel 2015 e 2016 con la sua compagna Audrey Casanova parte per tentare la fortuna al World Padel Tour.

Laura, ti aspettavi di andare così veloce nel mezzo del padel?

Tutto sta andando molto velocemente per me davvero. Ho scoperto il padel nel 2014. Inoltre, è stato anche in parte con te, a Manosque (ndr. Durante l'inaugurazione del Club de Padel de Manosque - Henri Leconte). Penso necessariamente alla mia formazione al Set Club d'Aix. Il padel è amore a prima vista. Grazie al mio background nel tennis, ho potuto acquisire rapidamente alcune buone basi. Sono stato aiutato dal mio entourage pro padel.

Un anno dopo, sei diventato campione della Francia ...

È vero che è piuttosto sorprendente. Con Audrey, siamo riusciti a diventare 2 ripetuti campioni del padel francese 2015 e quest'anno. Mentre suono il padel solo da 2014. Tutto è incredibilmente veloce e tanto meglio!

E ora per attaccare il World Padel Tour...

Una nuova avventura per me. Metto da parte il lavoro per dedicarmi al padel 100%. Vado a Madrid, il cuore del padel professionale. I grandi giocatori di padel vengono da Madrid. Mi allenerò allo Sport Center Manolo Santana. I migliori allenatori sono in Spagna. E il mio, sarà Gaby Reca, l'ex campione del mondo di padel. Non possiamo sognare di meglio.

Hai ambizioni da questo primo anno?

Le World Padel Tour, non è semplice. Prima di andare lontano, devi attraversare delle fasi. E questi sono tutt'altro che facili. Come nel tennis, devi ottenere punti per partecipare a fasi di paddle professionale. E poi devi superare le qualifiche prima di poter entrare nel tabellone principale. Insomma, la strada è lunga.

Ma sì, sono un concorrente. So che è possibile fare qualcosa. Quindi ci vado a fondo.

Vediamo il file World Padel Tour flirta con gli stranieri per portarli nel circuito professionistico. Una buona cosa ?

Per ora quello che vedo è la difficoltà di prepararmi prima del World Padel Tour.

Tutto è giocato in Spagna o quasi. Quindi, se ci sono alcune strutture, non diremo di no. Ma alla fine, il campo prevarrà come sempre.

Sei il primo francese a provare l'avventura professionale.

Penso che non sarò l'unico. Ma stiamo parlando della Spagna. È proprio accanto alla Francia. Andiamo a giocare a padel. Sì, l'avventura sarà bellissima e faremo di tutto per andare il più lontano possibile, ma sono molto fiducioso del mio adattamento in Spagna.

Penso che essere l'unico straniero in questo ambiente molto spagnolo o argentino sarà una buona cosa per me. So che la comunità dei paddle professionisti è entusiasta di vedere questo sport diventare internazionale.

Presto altri francesi seguiranno l'esempio?

Lo spero. In ogni caso, spero che la mia avventura in Spagna consenta ad altri di entrare nel circuito professionale.

Franck Binisti

Franck Binisti scopre il padel al Pyramid Club di 2009 nella regione di Parigi. Da allora il padel fa parte della sua vita. Lo vedi spesso in tournée in Francia andando a coprire i grandi eventi di paddle francesi.