Il 27 e 28 febbraio, è stata la volta delle truppe femminili di Marsiglia, Nizza e Perpignano a confermare la loro presa sul padel esagonale.

Se nei ragazzi la resistenza è stata piuttosto ben organizzata negli ultimi due anni, bisogna riconoscere che tra le ragazze tutto deve essere fatto una volta che la porta di Aix. E atterrando con la grande artiglieria, non meno dei membri 5 della squadra francese su 7, il rischio di spiacevoli sorprese era più che limitato ...

Nonostante non avessimo diritto a una battaglia Nord / Sud per la vittoria finale, era palpabile una reale voglia di progredire e di competere con i migliori, e la passione del Lione per il padel è stato ulteriormente illustrato.

Sabato si sono formati due pool d'élite composti dai 6 migliori semi. Nella prima, dopo aver deplorato il pacchetto sulla malattia dei numeri locali 1 Naomie Bearcroft / Julie Ravier, le campionesse di Francia Laura Clergue / Audrey Casanova vengono rispettate davanti agli esperti e futuri leader del padel Lyonnais Virginie Pironneau e Carol Ann Lovera.

Nel secondo gruppo, Line Meites / Mai Vo confermano i loro progressi finendo davanti a Géraldine Sorel / Sandy Godard e Lise Franc / Anaïse Rivière. Quest'ultimo mostra anche coraggio e rispetto esemplare per l'organizzazione combattendo l'influenza oltre ai suoi avversari.

I due gironi di qualificazione hanno riunito donne meridionali e principianti locali. Se la coppia timbrata "muy bonita" delle sorelle Lugdivine Fontana / Emmanuelle Buttin ha fatto parlare ad alta voce la polvere per qualificarsi, Leticia Martinez / Laeticia Lamothe avrà difficoltà ad adattarsi nel campo di battaglia al coperto dove le spedizioni di malta in quota solitamente decisive fuori si scontrano qui con la struttura .... Squadre locali, Aude Durand / Marie Grang, Chantale Ferrando / Eva Strobel (15ans, benjamin del test ) completa la tabella dei quarti di finale mostrando un grande potenziale  !

Domenica, dopo una prima partita sbilanciata ma gratificante per i perdenti, le migliori coppie 4 si trovano per vendetta il giorno prima delle semifinali. In cima al tavolo Clergue / Casanova di fronte a Pironneau / Lovera confermano in due set appesi 6 / 4 6 / 4.

Nell'altra semifinale, le cannoniere di Perpignan Meites / Vo assicurano lo spettacolo ma si scontrano con la forza silenziosa di Sorel / Godard che offre una vendetta della finale dei campionati di Francia disputati qui anche lo scorso ottobre.

Come in casa a Lione, Clergue / Casanova si avvicinano a questa finale con fiducia. Al contrario, Sorel / Godard sono determinati a fermare l'attuale serie di sconfitte contro i loro avversari. Purtroppo si ripeterà uno scenario di “déjà vu”. La partita è equilibrata ma Laura e Audrey si rompono alla fine di ogni fine del set per vincere un nuovo titolo (7/5 6/4) e mantenere la loro invincibilità sul suolo lionese (3 vittorie in 3 tornei contestati).

Dopo due giorni di gare piene di sorrisi e buon umore, nessuno dubita che il padel le donne hanno un futuro radioso davanti a loro, a condizione che tutti i suoi giocatori giochino al massimo: club, giocatori e federazione. Il Padel Il Club de Lyon, in quanto club organizzatore del suo primo torneo femminile, dà il tono e non lascia dubbi sull'importanza da dare al padel femmina in Francia!

Jérôme Bécasset e Jean-Marc Hériard - Padel Magazine

Jérôme Béasset è il Paquito Navarro della squadra Padel Magazine. Offensivo su tutti i temi del mondo di padel, torna su molti argomenti con un occhio sempre attento.