Dopo aver saputo dei colpi più “comuni” negli sport di racchetta, parliamo di un gesto specifico che viene utilizzato solo in padel : la bandeja.

Inviato a rete ti rifiuti di perdere posizione quando i tuoi avversari cercano di fare un pallonetto. Queste palle alte possono essere giocate in diversi modi; con un colpo, con un braccio arricciato (gancho) o con a bandeja. il bandeja esso stesso può essere staccato in 2 parti; la bandeja con vibora. Qual è la differenza ? L'effetto e la tecnica.

Quindi nei manuali di padel, si chiamano questi due colpi bandeja, ma a poco a poco si distinguono e separano i bandeja di vibora. Oggi parliamo del primo: il bandeja.

Capire prima di tutto che il bandeja che andrai a giocare non è un colpo offensivo ma un colpo difensivo che ti permetterà di non perdere la posizione di attacco, vicino alla rete. Certamente, in alcuni casi sarai in grado di mettere più velocità a questo bandeja e forse sarai in grado di notare la differenza, ma finché non ti senti a tuo agio con questa mossa e non riesci a rilevare una posizione che ti consente di attaccare, mantieni questa idea di una mossa difensiva che ti si addice. a rete mentre tieni e spingi i tuoi avversari in fondo alla pista.

 

Bandeja ? Quesaco?

La bandeja deriva dalla parola spagnola che significa "altopiano". L'obiettivo è quindi quello di preparare e impattare la palla con il pala rivolto verso il cielo come farebbe un cameriere. Se vuoi copiare il gesto dei professionisti, dai un'occhiata al bandeja di Fernando Belasteguin, esperto in questo campo del gioco d'azzardo.

Bela Bandeja wpt

Qual è il punto?

Come abbiamo appena spiegato, il bandeja serve per darci il tempo di tornare in rete. Quindi se opti per un colpo violento, assicurati che la palla rimbalzi su uno o anche due riquadri prima che l'avversario te la restituisca, altrimenti opta per la lentezza che ti permetterà di avanzare.

La bandeja, grazie al suo effetto di taglio, dall'alto verso il basso, ridurrà il rimbalzo della palla nel campo avversario che complicherà la difesa. Inoltre, e nel caso in cui gli avversari ti spingano verso la rete, il bandeja ti permetterà di tuffare la palla direttamente nei loro piedi.

Infine, se cerchi il centro, il bandeja sarà perfetto se giocato lentamente, poiché la palla tenderà a morire in fondo alla pista.

tecnicamente

Sei postato a rete, in una posizione di attesa identica a quella del tiro al volo, ei tuoi avversari provano a lanciarti un pallonetto.

Prima di tutto devi metterti di profilo. Esiste una tecnica per facilitare questa posizione del profilo, si chiama “3 in 1”:

1- la gamba dominante si sposta all'indietro
2- il braccio dominante è posto indietro con la pala rivolta verso il cielo
3- la mano non dominante in direzione della griglia laterale

Questo movimento 3 in 1, con la pratica, sarà automatizzato, così sarai sempre pronto a suonare nel modo giusto. bandeja.

Attenzione: ricordarsi di alzare il gomito del braccio dominante all'altezza del viso per facilitare la posizione del plateau.

Seguendo il 3 in 1 regolerai la tua posizione con passi inseguiti.

Poco prima dello strike cercheremo di allungarci verso l'alto per “prendere” la palla e lanciarla verso il basso. È importante non aspettarlo ma fare questo sforzo per alzarsi per prendere la palla più in alto possibile e poi scendere con essa e darle una direzione. Il nostro braccio dominante sarà teso, pala orientato verso il cielo e saranno i nostri addominali che lavoreranno per ottenere la rotazione del corpo necessaria per permettere al pallone di essere posizionato nel luogo desiderato, a casa dell'avversario.

Una volta impattata la palla, riprenderemo la pressione in avanti per recuperare la posizione in rete e fare un bel tiro al volo.

La bandeja è un colpo che richiede un grande sforzo fisico quando viene colpito in modo alto. Per le ragazze, Léa Godallier è un'esperta del settore. Guardate come viene fatta la preparazione, molto presto, una bella sospensione che punta a portare la palla più in alto possibile per accompagnarla in basso, poi finalmente la rotazione del corpo grazie alla forza degli addominali.

 

 

L'ultima parola sarà la fine del gesto che varierà a seconda dei giocatori tra il braccio al collo o all'altezza della cintura come un cavaliere che ripone la spada nel fodero, dipenderà se la tua palla tende a finire il suo colpo in rete o nella finestra in basso.

Julien Bondia

Julien Bondia è un insegnante di padel a Tenerife. È il fondatore di AvantagePadel.net, un software molto popolare tra club e giocatori di padel. Editorialista e consulente, ti aiuta a giocare meglio attraverso i suoi numerosi tutorial padel.