Abbiamo avuto la possibilità di intervistare Léa Godallier, che ci racconta del suo trasferimento in Andalusia e dei suoi progetti per il 2021 sul World Padel Tour !

Bordeaux a Malaga

Padel Magazine : Ti sei recentemente trasferito in Andalusia, perché questa decisione? Puoi dirci di più?

Lea Godallier: "Sono venuto a vivere in Spagna per il mio progetto professionale di padel ma è anche un progetto di vita. Essendo tahitiana, per me era importante avvicinarmi al mare, Malaga è una delle città preferite, sono venuta ad allenarmi qui per una settimana e dal primo giorno mi è piaciuta. Qui c'è un vero fervore intorno al padel, i club in cui allenarsi non mancano davvero e per di più potrò allenarmi sulla spiaggia ".

Padel Magazine : Che tipo di allenamento puoi fare in spiaggia?

Léa Godallier: "L'idea è di utilizzare la sabbia per lavorare sia a livello cardio che a livello di velocità / esplosività limitando i traumi muscolari. È qualcosa che ho sempre fatto quando ero giovane e vivevo a Biarritz, e sono molto felice di poter ricominciare a farlo più volte alla settimana. Una volta terminata la sessione posso mettere le gambe in mare, è perfetto per il recupero! "

Un nuovo progetto con un nuovo trainer

Padel Magazine : Questa è la fine del tuo progetto con Jorge de Benito? Cosa ricordi di questi due anni con lui?

Lea Godallier: "Quando abbiamo iniziato insieme a Bordeaux nel 2019, sin dal primo allenamento, ho avuto l'impressione di scoprire cosa fosse padel. Questi sono momenti che non dimenticherò mai. Mi ha permesso di progredire enormemente e poi mi ha convinto a lanciarmi in Spagna sul World Padel Tour. Ora sono al numero 53 ed è in gran parte a causa sua che sto attraversando quello che sto attraversando in questo momento. Mi ha insegnato molto, è una persona incredibilmente gentile e ovviamente rimarrà un ottimo amico! "

“Continuerò sicuramente a seguirlo visto che ora è l'allenatore di Carla Mesa (n. 29 WPT), quindi continueremo a vederci sul circuito. Gli auguro buona fortuna per il suo nuovo progetto e spero di non doverli affrontare troppo spesso perché mi conosce a memoria! (ride) "

Léa Godallier Guti coach Malaga 2021

Padel Magazine : Puoi parlarci del tuo nuovo allenatore?

Lea Godallier: "Si chiama José Luis Gutierez De Alamo (Guti), lavora per la Federazione spagnola di padel, ha una vasta esperienza nel mondo di padel da quando ha formato tra gli altri Bea Gonzalez e Paquito Navarro. La corrente è andata molto bene sin dal primo giorno e siamo d'accordo sul lavoro da fare. È un punto di riferimento in questo sport in Spagna e si vede fin dall'inizio, è molto professionale ".

Nuove ambizioni

Padel Magazine : Ti trasferisci da Madrid, dove molti dei migliori giocatori del WPT giocano a Malaga, non è più complicato trovare compagni di allenamento?

Lea Godallier: “Diverse ragazze da World Padel Tour sono a Malaga: Marta Caparros, con cui mi alleno una volta alla settimana, Andreina De Los Santes, Manuela Alaga ... Come in tutte le grandi città spagnole, ci sono molte persone che giocano molto bene, quindi non c'è davvero nessun problema trovare un buon livello di risparmio! "

Padel Magazine : Pensi di fare un nuovo passo al fianco di "Guti"?

Lea Godallier: "Questo è l'obiettivo, faremo di tutto per arrivarci. Sto iniziando la mia seconda stagione a tempo pieno sul World Padel Tour e ovviamente l'obiettivo è continuare a progredire sfruttando al meglio il mio passato tennistico. Vorrei anche apportare alcune modifiche tecniche per permettermi di offrire un file padel più aggressivo. Al giorno d'oggi il padel evolve verso un gioco d'attacco sempre più forte, questo è ciò per cui vorrei tendere. Per questo ho bisogno di un massimo di armi, quindi ho intenzione di espandere il mio raggio! Allo stesso tempo, sto portando avanti un programma di lavoro fisico specifico per poter essere sia più aggressivo che più resistente in pista ".

Léa Godallier vibora malaga 2021

La grande avventura continua con Nox

Padel Magazine : Tu hai rinnova il contratto con Nox nel 2021, puoi dirci qualcosa di più?

Lea Godallier: "I primi due anni con Nox sono andati molto bene, abbiamo deciso di continuare insieme per le prossime due stagioni. Ho ricevuto un sacco di abiti, uno più bello dell'altro, quindi sarò nella forma migliore per affrontare questo nuovo anno! "

Padel Magazine : Con quale pala ti vedremo in campo quest'anno?

Lea Godallier: "Come puoi vedere dalle foto, quest'anno sarò armato del Nox AT10 Genius Arena, un pala incredibile, molto versatile e che si abbina perfettamente al mio gioco. "

Ottimizzazione Padel Mag

il team Padel Magazine cerca di offrirti dal 2013 il meglio di padel, ma anche sondaggi, analisi per cercare di capire il mondo padel. Dal gioco alla politica del nostro sport, Padel Magazine è al tuo servizio.