Sin dai tempi di Suzanne Lenglen, l'abbigliamento dei giocatori è stato notevolmente ridotto, soprattutto nelle gambe. Gli abiti lunghi sono diventati gonne che si fermano sopra le ginocchia e gonne piccole che "non dovrebbero estendersi oltre i centimetri 10 sotto i glutei". La modifica degli abiti dei giocatori ha permesso loro di facilitare i loro spostamenti laterali (non cacciati) e le loro corse in avanti (recupero dell'ammortamento). I giocatori, per la maggior parte, non hanno ancora optato per i cortometraggi e una ragione lo spiega. In effetti la gonna è un "indumento magico". Negli anni 1980 e 1990 il famoso commentatore francese Jean-Paul Loth ha visto Steffi Graf massacrare i suoi avversari nella sua piccola "tasca della gonna adidas". Ha definito le gambe "le più belle del circuito". Ma nella leggenda del tennis australiano 2009 Margaret Court ha detto:

"Alcuni giocatori vengono vestiti come se stessero andando in spiaggia. Le donne non hanno bisogno di esporsi tanto ". Tuttavia è una risorsa "marketing" per il tennis femminile. In effetti, quale uomo non può fare a meno di ammirare il corpo di una sportiva in piena prova? Inoltre, la finale femminile del Roland Garros riunisce 2 milioni di spettatori e solo in Francia. I giocatori lo sanno e non possono ignorarlo quando scelgono il loro vestito. È lo stesso per il loro sponsor che non esiterà a trarne vantaggio per fare pubblicità. Inoltre, se l'interesse pubblico per il tennis femminile è in aumento, non è solo dovuto allo sviluppo del gioco e alle prestazioni tecniche. Anche l'erotizzazione della fisica femminile sembra essere uno dei fattori che attirano un crescente interesse pubblico.

"Kournikova ha lo sciopero efficace ma anche gambe lunghe e peli di bambola russi sopra il reggiseno: Adidas, il marchio, ricordiamo, dopo averlo visto fracassato da vicino su France 2" . Tutti gli spettatori si sono divertiti a guardarla mentre ascoltava le sue grida e contemplava il suo dondolio e il sollevamento di proiettili. "Giocare bene è bello, ma bene, è ancora meglio." Oggi Maria Sharapova e Ana Ivanovic sono tra questi giocatori. Questi giocatori promuovono il tennis femminile, nonché la proliferazione di immagini e prodotti derivati. Tanti elementi che rendono il tennis femminile redditizio e più attraente. Questo modo di capitalizzare sullo sport può rallegrarsi o deplorarsi. Tuttavia, consente progressi nella parità di reddito.

Tuttavia, alcune discipline non possono trarne vantaggio e vengono lasciate "sul pavimento". Queste sono pratiche considerate meno sexy come la boxe o il basket. Sono meno ben distribuiti in termini di volumi orari o slot. Al contrario, il beach volley ha sperimentato la stessa evoluzione del tennis nell'erotizzazione della fisica femminile da quando giocano in costume da bagno. Nella loro lotta per la parità, pochi mezzi appaiono per le donne.

Tuttavia, anche se la capitalizzazione sportiva sull'erotizzazione della fisica femminile può essere deplorata, ciò consente loro di ottenere risultati, sia nella copertura mediatica della propria disciplina sia in termini di reddito.

Nicolas Zebbar

Laureato in Master in gestione dello sport e appassionato di tennis, ho svolto uno studio sullo sviluppo del tennis femminile. Praticare questo sport da vent'anni e ora leader del mio club (TC Morlaàs nei Pirenei atlantici), sono sempre alla ricerca di nuove idee volte a migliorare l'ambiente di pratica per i soci. Sono quindi felice di poter condividere questo lavoro.