Uno sguardo al duo Julien Pes e Manu Garcia che abbiamo avuto l'opportunità di intervistare durante il Fip Rise di Canet. Ci parlano dell'espansione di Francese Padel Negozio.

“Il più importante sono i nostri francesi”

M. Garcia: “Oggi per Francese Padel Negozio era logico partecipare al buddy event, partecipare allo sviluppo del padel e per introdurre le persone alla pratica, per introdurle alle racchette da neve”.

Padel Magazine : Sono quasi 2 anni che il francese Padel Il negozio esiste, come vedi il tuo viaggio finora? 

J.Pes: "Francese Padel Il negozio è emerso da terra a dicembre 2019, poco prima del Covid. Siamo su una versione migliorata, siamo contenti di quello che stiamo facendo e dei partner che abbiamo. Ciò che ci rende più felici è la nostra comunità. Siamo vicini ai nostri "francesi" e il più importante sono loro."

Padel Magazine : Possiamo immaginare la vostra struttura esportare a livello internazionale? 

M. Garcia: "Il futuro guarda all'Europa. Il lavoro in Francia non è finito, dobbiamo continuare a stabilizzare ciò che Ju ha iniziato due anni fa. L'obiettivo è prendere l'iniziativa e cominciare a guardare all'Europa; se aspettiamo che la Francia si stabilizzi prima di esportare sarà troppo tardi, perché in Belgio, Italia e Germania ci sono già distributori e rivenditori attivi. I posti sono quindi costosi e devi andartene ora per farti un nome nel padel Europeo. Nel 2022 intendiamo uscire dalla nostra zona di comfort (Francia)."

Un ambiente di amici, “che devono rimanere tali”

Padel Magazine : Questo torneo di Canet è anche un evento tra amici soprattutto, cosa ne pensi? 

M. Garcia: “Penso che oggi in padel dobbiamo restare tutti uniti, dobbiamo partecipare agli eventi dei compagni. Essere lì anche se è un investimento e costa. Perché penso che domani, quando ci saranno giocatori stranieri che compariranno sul mercato francese, dovremo essere meglio organizzati e uniti. Quando arriverà l'onda dovremo essere preparati ! "

J.Pes: “Questo evento è grandioso, quando si vede il numero di persone in tribuna… mi rivolgo a tutti i municipi, a tutte le strutture capaci di ospitare eventi del genere. Quando vediamo l'infrastruttura che c'è! Per fare un esempio di uno stadio di calcio qui è come " il teatro dei sogni », spero che questo genere di eventi si moltiplichi perché sviluppa il nostro sport. E soprattutto se svilupperà il nostro sport, saremo tutti felici, e tutti amici. Le padel è una comunità di amici, e così deve rimanere!"

Per chi volesse vedere il video nella sua interezza, lo segue:

 

Nasser Hoverini

Appassionato di calcio, ho scoperto il padel nel 2019. Da allora, è stato un amore folle con questo sport al punto da abbandonare il mio sport preferito.