Ritratto di un giocatore che potrebbe parlare molto di lei nelle prossime settimane: Mai Vo. La ricordiamo tra le altre cose per le sue imprese di armi durante la Coppa Nazionale di Padel in 2015 ... Ma inizia ad oggi e da allora, è stato particolarmente necessario ripararsi dopo un grosso infortunio.

Eccola di nuovo, come mai prima d'ora con il suo umorismo insolito e il suo nuovo partner per i campionati di padel francesi: Audrey Casanova.

Ritratto.

Line Meites e Mai vo alla National Padel Cup 2015
Line Meites e Mai vo alla National Padel Cup 2015

Prima di parlare del futuro, parliamo del tuo infortunio. Sei al ritorno?

Sì! Buone notizie, tutto si adatta perfettamente e suono il padel dall'anno 1.

Ma in realtà ho un piccolo padel dietro di me ... Ho iniziato questo sport in 2015 per ferirmi un anno dopo con un riposo forzato. Da marzo 2017, ho ripreso bene.

Come sei caduto nel padel?

Ero atterrato a Perpignano per motivi di studio. Ma giocando sempre gli stessi giocatori catalani 4 nei tornei di tennis sotto il tram 100km / h, e dopo aver capito che se volevo continuare a praticare sport tra mezzogiorno e 14h con Emmelien Lambregts, ho dovuto cambiare dimensione racchette ...

Allenatore Alain Henry al Mas Club di Perpignan
Allenatore Alain Henry al Mas Club di Perpignan

Tutto è iniziato al Mas di Perpignan grazie ad Alain Henry che mi ha invitato calorosamente a suonare.

Buon maggio, devi giocare con persone del tuo livello. Tu ed io contro Emmelien e JP. Ti sto chiamando.

Così ho annuito senza osare sussultare. Ero un po 'terrorizzato quando ho saputo che era il più grande pilota di racchette del circuito! Ma era prima.

E finalmente sei stato coinvolto nel gioco ...

Ho subito agganciato. Il più paragonato al tennis per me: gioca a 2, un nuovo apprendimento, meno intensità fisica (almeno al mio livello) rispetto al mio 2h30 medio per andare su un campo da tennis (e sì non gli anni di 50 ma non ho nemmeno gli anni di 20, è necessario riqualificarli) e soprattutto l'organizzazione di tornei in un fine settimana che ha un lato pratico e più amichevole rispetto a concatenare le partite di tennis ogni sera della settimana.

Sei stato negativo ...

Sono stato -4 / 6. Ora sono 3 / 6 perché sono solo 3 5 partite all'anno per i giochi di squadra da anni 3. Mi piace ancora giocare, ma non ho il coraggio di partecipare ai tornei, ci vuole molto tempo e richiede troppo investimenti fisici e mentali soprattutto dopo il lavoro.

Ma penso che se a Perpignan non mancassero i tennisti, non metterei mai padel.

Il tennis aiuta molto ad iniziare il padel. Almeno per le basi, riusciamo a cavarcela rapidamente e soprattutto per divertirci. Quindi devi cercare di capire le finestre e alcuni scatti molto diversi, e per questo è meglio avere il consiglio esperto di Alain Henry!

In breve, adoro gli sport 2. Per me è anche buono inviare una vibora o una parvenza di vibora piuttosto che inviare una grande pralina della zona di difesa in turno di diritto.

La tua opinione su tennis e paddle shot

Non ho la stessa prospettiva di ANTICA come Gégé (Géraldine Sorel) ma penso che il padel si svilupperà enormemente anche se, a mio avviso, non sostituirà mai il tennis.

Il padel ha un lato più amichevole ed è molto più accessibile del tennis. Il fatto che ci siano finestre, che il terreno sia più piccolo, che sia giocato a 2 contro 2, richiede meno tecnica e condizioni fisiche per commerciare fin dall'inizio. Prendete gli adulti "ragazze" di 4 che non hanno mai praticato uno sport con la racchetta, penso che faranno di più con una mano di racchetta da paddle con una racchetta da tennis.

Adrien Maigret, Benjamin Tison, Mai Vo e Léa Godallier al My Padel Tour of Big Padel Bordeaux
Adrien Maigret, Benjamin Tison, Mai Vo e Léa Godallier al My Padel Tour of Big Padel Bordeaux

Per la concorrenza elencata nello sviluppo, è fantastico. Ci sono sempre più tornei. Ma per il momento il numero di concorrenti è ancora basso, quindi non è paragonabile al tennis.

Ma come ti alleni senza il tuo allenatore Alain Henry?

Uh ... Joker.

Non mi alleno correttamente. Ho preso diverse lezioni con l'allenatore di LE Alain quando ero a Perpignan. Ma da 2 anni e mezzo vivo a Bordeaux e non abbiamo un insegnante di paddle.

Quindi facciamo feste in base alla nostra disponibilità e al lavoro, con Léa Godallier in particolare e piena di grandi giocatori del Bordeaux (grandi soprattutto per le dimensioni). E hackeriamo su consiglio dell'allenatore internazionale Gregory Monge.

Il più e il meno nel tuo gioco?

Il mio preferito è andare in rete il più possibile e portarlo tutto al volo! Con le mie grandi dimensioni, non è facile prendermi in giro, quindi non (quasi) mai indietro. Hm ...

La mia posizione preferita è a sinistra, per lo smash della griglia e per il tennis contro le mani di 2.

Quello che mi piace di meno ... le finestre che a volte dovrebbero essere rimosse e ammortizzate. Al padel, ho lo stesso tocco di Serena Williams. Devo dire che mancano le corde nella racchetta!

Per questi campionati del padel francese, con chi giocherai?

Con Audrey Casanova!

Audrey Casanova
Audrey Casanova

La sua solita compagna, Laura Clergue, essendo in Spagna e apparentemente non disponibile per i campionati francesi, Audrey mi ha offerto.

Ovviamente una proposta del genere, non rifiuta. Abbiamo partecipato ai tornei 2 insieme e, come previsto, è un piacere giocare a sinistra di Audrey!

Portarlo fuori dal campo è un'altra storia ... ma lo faccio con 😉. Non possiamo avere tutto.

Il tuo colpo di bocca

La mia battuta riguarda anche lo sviluppo della pagaia femminile.

In effetti, P500 e P1000 sono molto più rari nelle ragazze rispetto ai ragazzi.

Abbiamo meno giochi, meno bonus, ma il prezzo di registrazione è lo stesso. E a volte 20 euro per fare abbinamenti di pollo 3 o 4 nei giochi 9 con livelli a volte molto eterogenei ...

Quindi questo è un budget e non incoraggia necessariamente ad andare ai tornei. Ma i tornei sono sempre meglio organizzati come il P500 di Nîmes gestito da Julien Datchary o i tornei gestiti ad Aix da Tristan Barre.

Penso che ci sia anche un problema con la classifica dei padel, in particolare quella delle donne. Ci sono meno tornei femminili e alcune regioni sono favorite rispetto ad altre perché sono più fornite in numero di giocatori e tornei.

Ad esempio, vincere un P500 con i giocatori 10 nella top 20 contro un P500 con le ragazze 10 che giocano dal mese 2 assegnano lo stesso numero di punti, ma alla fine il livello è comparabile?

Quindi forse sarebbe interessante assegnare i punti non solo in base alla categoria del torneo ma anche in base al livello dei giocatori? Dopo non ne so abbastanza per imporre me stesso.

Un aneddoto?

Eh si, ricordo il mio primo centro in frantumi di racchetta dopo qualche mese di paddle.

Il mio scatto più bello Padelien unisce tecnica e potenza. Ho chiuso il petto sul mio setaccio!

Un'altra bellissima Maïade!

Franck Binisti

Franck Binisti scopre il padel al Pyramid Club di 2009 nella regione di Parigi. Da allora il padel fa parte della sua vita. Lo vedi spesso in tournée in Francia andando a coprire i grandi eventi di paddle francesi.

tag