La partita tra Yanguas/Garrido e Nieto/Sanz, valida per i quarti di finale P1 di Mar Del Plata, è stato segnato da uno scambio muscolare che ha coinvolto Mike Yanguas e Coki Nieto.

Mentre Mike Yanguas e Javi Garrido si avviavano tranquillamente verso la vittoria (6/4, 4/0), la tensione è aumentata a causa di una situazione controversa. Siamo al 40/30, il numero 11 del mondo colpisce il vetro con il pallonetto e chiede all'arbitro una “sfida”. Una decisione che esaspera Nieto, convinto che la palla sia fallosa. Segue quindi un'accesa discussione tra i due uomini, con Coki Nieto che minaccia di ritirarsi (“Se glielo danno, me ne vado!” Non sto giocando ! ») e un Mike Yanguas che si scalda con Maxi Grabiel, l'allenatore dei suoi avversari.

Il VAR finalmente regala il punto a Nieto/Sanz, ma il malgascio non demorde. Si avvicina alla rete per chiedere spiegazioni al rivale, il quale risponde che è abbastanza vicino per parlare. A calmare gli animi arriva Jon Sanz, e la partita riprende tra i fischi del pubblico argentino.

Non è la prima volta che l'andaluso è coinvolto in storie sul circuito. Ha vinto comunque con la compagna (6/4, 6/1) e si prepara a sfidare Coello/Tapia in semifinale

È stato attraverso suo padre che Auxence ha scoperto il padel, sei anni prima. Oggi segue con passione il circuito internazionale e stuzzica il pala nel suo club di allenamento, il Tolosa Padel Club. Lo trovate anche su La Feuille de Match e LesViolets.com, due media specializzati sul Toulouse Football Club.