20150913_173621INTERVISTA A MARCELA FERRARI ASSISTENTE ALLENATORE DI PABLO LIMA E FERNANDO BELASTEGUIN

Puoi presentarti?

Sono Marcela Ferrari, classe 1981, responsabile della formazione di Fernando Belasteguin e Pablo Lima e responsabile della Scuola di Padel di Star Padel, Il club di Fernando Belasteguin a Barcellona.

Sei anche un giocatore di paddle sul circuito WPT?

Dato che adoro questo sport e voglio mantenermi in forma, continuo a giocare sul circuito catalano e quando il WPT arriva a Barcellona, ​​se posso, ne approfitto. Ad esempio quest'anno, non ho suonato ma ci provo in generale.

La tua migliore classifica sul WPT?

Il migliore non dirò (ride) ma sul circuito catalano che è il più forte (della Spagna), sono il numero 5, quando ci sono giocatori come Lucia Sainz (numero 9 WPT) e Marta Marrero (N ° 3 WPT), che viene a giocare su questo circuito. (Nota del redattore: Marcela suona sul circuito catalano con Lucia Sainz Lucia Sainz è la partner del prodigio Marta Ortega sul WPT).

Da quanto tempo ti alleni Bela e Pablo?

Ormai sono 4 anni che mi prendo cura di Bela ... ed è vero che è successo molto rapidamente. Mikel Sciorilli è l'allenatore principale della squadra (nota: vive a Madrid e segue i giocatori nei tornei). Quindi sono la staffetta di Mikel a Barcellona perché vivo come i giocatori di 2 a Barcellona. Mi prendo anche cura di Pablo Lima dal gennaio di quest'anno.

Quante persone fanno parte del team attorno alla coppia Bela e Pablo?

Siamo in molti. Prima c'è Tony Martinez, per la preparazione fisica, poi Mikel Sciorilli che è il capo allenatore e poi c'è una squadra che è invisibile.

Per me la squadra che è invisibile ed è molto importante, la base sono le mogli dei giocatori, che sono lì durante questo torneo a Monaco ma che sono anche presenti con i giocatori, nei momenti più difficili, vederli nei casa. E questo lavoro è fondamentale e alla base di tutto, perché altrimenti non avrebbero né la rabbia né la forza né la gioia di giocare in campo.

Ognuno ha quindi il suo fisioterapista e altre persone per le attività all'aperto al campo da paddle.

Qual è esattamente il tuo ruolo?

Stare con loro a Barcellona, ​​come Bela e Pablo vivono a Barcellona. Dato che non hanno Mikel lì (lui è a Madrid), il mio ruolo è quello di essere in contatto con Mikel che mi dà gli allenamenti, per dare gli obiettivi per ogni sessione, per realizzarli. Sto cercando sparring partner, i campi (all'aperto o al coperto). Normalmente ci alleniamo a Star Padel che è il club di Bela, ma a volte devi cercare un campo coperto, cercare gli sparrings e si allenano al 100%. In verità con loro è facilissimo, perché si allenano sempre al 200%. Il mio ruolo è semplicemente quello di essere lì, di supportarli in tutto e poi di riferire a Mikel.

Come è una settimana tipica senza torneo per questi giocatori?

Quando sono ai tornei, è vederli giocare in streaming perché non posso viaggiare a causa del mio lavoro. Quando non sono in torneo, è per lavorare, allenarsi duramente. Fanno fisica prima la mattina, poi padel ... se c'è qualcuno che vuole una doppia sessione o se Mikel pianifica un'altra sessione, deve stare con loro. In generale trascorrono 1h30 a 2h al giorno sul campo da paddle, ma dipende dai giorni, al massimo 2h a 2h30 al giorno per raggiungere gli obiettivi. Ciò che è buono con loro, ogni settimana quando sono lì, vogliono migliorare qualcosa e vanno sempre oltre. Non vengono ad allenarsi, no, richiedono molto e l'intera squadra dobbiamo essere attenti per tutta la settimana.

Come è ancora possibile migliorare un giocatore che è stato il numero 1 per così tanti anni come Bela, che ha vinto tutto ... come è possibile portargli qualcosa di più come allenatore o collega?

Mi sono posto questa domanda. È possibile continuare a migliorare? E la risposta è sì, è possibile continuare a migliorare. Ti rendi conto che sì ... Non è l'anno ma la settimana, che migliorano costantemente piccoli dettagli, per avere più velocità, per abbassare i proiettili sempre più in basso ... sempre . Ecco perché penso che siano il numero 1, ogni giorno chiedono di più per se stessi, non hanno solo un buon tiro, se possono avere sempre meglio ... anche loro non si guardano intorno ma stanno guardando il proprio gioco cosa possono migliorare. E fai bene il lavoro, ogni giorno devi migliorare qualcosa. Se è fisico, tecnico, tattico ... possono contare su questa grande squadra.

Le qualità di Bela e Pablo?

Per me per primo, è la persona. Il fatto che abbiano accettato di integrare una donna nella loro squadra per me è incredibile.

Se non le qualità: sono dei lavoratori, molto semplici, sanno cosa devono fare in ogni momento del loro lavoro, del lavoro ben fatto, combattono ... non sono proprio i colpi stessi ma è combattere, costanza, sacrificio, lavoro e fuori dal campo, sono persone fantastiche.

In che modo Bela e Pablo si completano a vicenda?

Entrambi i giocatori sono persone molto combattive. Non sapevamo quale sarebbe stata la combinazione di questi giocatori 2, ma alla fine, oggi dico che offre un cocktail perfetto. Si completano a vicenda perché si conoscono molto bene qual è il loro spazio ed entrambi amano la stessa cosa: vincere!

Quali sono le differenze tra la coppia Bela-Juan Martin Diaz e la coppia Bela-Pablo Lima

È una domanda che non mi è mai stata posta ... Per me Juan Martin è un genio e lo ammiro, ma non l'ho mai allenato. Inoltre, per me avere i giocatori Bela e Pablo Lima a Barcellona è qualcosa di molto speciale. Sono diversi e lo vivo anche io in modo diverso. Per quanto mi riguarda, sto guardando il presente e la coppia Bela / Lima può fare un tandem incredibile. Ogni cosa ha il suo palcoscenico e per me è un palcoscenico molto bello e piacevole.

Ci sono altre donne come te che allenano uomini o sei l'unica sul circuito?

A livello professionale, ci sono grandi allenatrici come Neki (nota: l'allenatore Neki Berwig della coppia femminile Patty Llaguno / Eli Amatriain No. 3 WPT), ma sul circuito maschile, non lo so. Dovrebbe essercene di più altrove, perché no? Ovviamente non puoi tenere il passo, ma si tratta più di stare con loro, incoraggiarli, correggerli, essere un compagno di viaggio se necessario. Una donna può farlo. Bela è il primo giocatore a prendere una donna nella sua squadra e mostrare l'esempio che è possibile. E questo non va troppo male per lui, giusto? Non ha una squadra cattiva, vero? (Risate)

Mikel è il capo allenatore che conta su di me a Barcellona. Sono gli anni di 4 che mi prendo cura di Bela e sarà un anno con Pablo. E non credo che nessuno di loro abbia notato se è una donna o un uomo. Sanno che do tutto e sono felici ed è quello che conta.

Intervista condotta il 13 settembre 2015 a Monaco durante il World Padel Tour di Kristina CLEMENT per Padel Rivista.

Franck Binisti

Franck Binisti scopre il padel al Pyramid Club di 2009 nella regione di Parigi. Da allora il padel fa parte della sua vita. Lo vedi spesso in tournée in Francia andando a coprire i grandi eventi di paddle francesi.