Maximiliano Sanchez Blasco ha solo 18 anni, ma è già tra i primi 8 della classifica diAPT Padel Tour. A Lisbona, durante il Maestro del Portogallo, Padel Magazine incontra il giovane giocatore argentino.

“Lavoro per essere uno dei migliori”

Padel Magazine : Per le persone che ti scoprono oggi, raccontaci la tua storia nel padel.

Maxi Sanchez Blasco: “Prima di tutto vorrei ringraziare te e tutto il team di Padel Magazine per avermi invitato a questa intervista. Ho iniziato a giocare con mio padre. Ha sempre giocato e anche io ho iniziato molto presto. Il padel ha iniziato a piacermi, e sono stato coinvolto. Quando avevo 12/13 anni ho iniziato ad allenarmi molto e a prenderlo sul serio”.

Padel Magazine : Sei una delle promesse di padel Argentino. Ti vedi tra qualche anno essere uno dei migliori giocatori al mondo?

Maxi Sanchez Blasco: "Lo spero. Con tutta la mia squadra, stiamo lavorando per questo. Voglio progredire ed essere sempre più competitivo. Devi lavorare per questo. I rivali sono sempre meglio preparati. Sì, l'idea è di essere sempre più efficienti".

maxi sanchez blasco lorenzo portogallo

Bela, l'idolo dei giovani

Padel Magazine : Si parla molto delle difficoltà economiche che i giovani argentini possono incontrare quando vengono a giocare in Europa. Senza l'APT Padel Tour, e senza il supporto di Monte Carlo International Sport, potresti giocare in Europa nei tornei professionistici?

Maxi Sanchez Blasco: "No. In Argentina è tutto più difficile. Onestamente senza il supporto di Monte Carlo International Sport, l'APT, e gli sforzi che stanno facendo, sarebbe molto più complicato. Non smetto mai di ringraziarli perché mi danno un'opportunità incredibile. Cerco di trarne il meglio, e di lavorare il più possibile per restituire loro un po' di quello che mi offrono”.

Padel Magazine : Chi è il tuo idolo?

Maxi Sanchez Blasco: “Il mio idolo è Fernando Belasteguin. È il migliore della storia".

Padel Magazine : Attualmente stai giocando con Maxi Cejas. Come sta andando la vostra collaborazione?

Maxi Sanchez Blasco: "Molto bene. Con Maxi abbiamo un rapporto impeccabile. I due tornei in Portogallo non sono andati molto bene per noi e non abbiamo dato il massimo. Sappiamo di poter fare di meglio".

maxi sanchez blasco maxi cejas

“Voglio vivere di ciò che mi affascina”

Padel Magazine : Hai perso all'ottavo contro Bernils/Martins. Cosa avresti potuto fare di meglio per vincere questa partita?

Maxi Sanchez Blasco: “Avremmo potuto realizzare le opportunità che abbiamo avuto nel tie-break. Oppure inizia un po' meglio la riunione. Gli avversari hanno giocato molto bene per tutta la partita. Meritano questa vittoria perché hanno giocato molto bene. Dobbiamo lavorare per essere concentrati e al meglio sin dal primo punto”.

Padel Magazine : Parlando con la gente dell'APT, incluso Fabrice Pastor, tutti pensano che andrai lontano perché dimostri una grande maturità sicuro e fuori dal campo. È naturale per te?

Maxi Sanchez Blasco: “Cerco di mostrarmi come sono. Non reciterò un ruolo. Spero che quello che dice Fabrice possa diventare realtà, e che io possa vivere di questo sport, di ciò che mi affascina".

maxi sanchez blasco portogallo apt

Padel Magazine : Prossima tappa per te, Svezia?

Maxi Sanchez Blasco: “Sì Svezia. Abbiamo iniziato oggi la nostra formazione. Stiamo lavorando per trovare il nostro ritmo, e per arrivare nel migliore dei modi in Svezia! ”

Lorenzo Lecci López

Dai suoi nomi possiamo intuire le sue origini spagnole e italiane. Lorenzo è un plurilingue appassionato di sport: giornalismo per vocazione ed eventi per adorazione sono le sue due gambe. La sua ambizione è quella di coprire i più grandi eventi sportivi (Giochi Olimpici e Mondiali). È interessato alla situazione di padel in Francia e offre prospettive di sviluppo ottimale.