Massimo Forcin è il tuttofare del PadelHa sparato a Caen. Direttore sportivo e allenatore del club, indossa il doppio cappello. Inoltre, è uno dei migliori giocatori francesi, classificandosi al 20° posto in classifica.

Durante P2000 PadelSparato a Caen, Maxime Forcin ha risposto ad alcune domande di Vincent Gallié a Padel MagTV, spiegando l'evoluzione di padel in Normandia, il suo sodalizio con Dorian de Meyer e i suoi progetti di questa stagione!

Le sue sensazioni riguardo lo stage con la squadra francese

È andata molto bene. Hanno cambiato un po’ il format, io ho avuto la fortuna di esserci anche l’anno scorso e giocavamo solo partite. Lì si svolgevano gli allenamenti ogni mattina e le partite il pomeriggio. Ha unito il gruppo. L'atmosfera era fantastica, non c'è stata una sola collisione.

Belle promesse con Dorian de Meyer

In Francia siamo imbattuti ma non a livello internazionale. Abbiamo perso al FIP Rise in Egitto contro Maxime Moreau e Johann Bergeron. Finora abbiamo vinto a P1000 a La Rochelle e un P1500 al TSB Jarville, il passo successivo è P2000. Ora è più facile a dirsi che a farsi.

Il DNA di PadelColpo

L'obiettivo è quello sviluppare diversi club in tutta la Francia e creare una bellissima generazione di giovani con PadelAccademia del tiro. Nel club ho dai 20 ai 25 bambini dai 5 ai 12 anni. Partiamo da zero, l’obiettivo è creare un grande gruppo e trattenerli in modo che diventino ottimi giocatori.

Giocatore ma anche educatore

Per i bambini che alleno padel è il loro primo sport in assoluto, quindi l'obiettivo è farli conoscere il più presto possibile, che sia nel loro DNA. Vogliamo avvicinarci al livello della Spagna il più presto possibile.

L'evoluzione di padel in Normandia

L'entusiasmo è enorme. È soprattutto il livello medio ad aumentare notevolmente. Tutti iniziano ad allenarsi seriamente. Quando il padel iniziato in Normandia, non c'erano allenatori né allenamenti. Il fatto che tutto questo si stia sviluppando, inevitabilmente, i giocatori stanno progredendo e il livello medio si sta evolvendo.

Cogli le migliori opportunità

Ho un profilo un po' insolito, sono papà da un anno, lavoro parecchio in parallelo. Non ho davvero un partner permanente, l’obiettivo è cogliere le migliori opportunità a seconda del torneo e siccome non sono uno che si organizza abbastanza velocemente e comincio tardi, mi ritrovo senza un partner fisso.

Cerco di fare tornei con giocatori con cui mi trovo bene, per me questa è la base. Tutto è fatto un po' dal sentimento.

Voglio fare il meglio che posso ogni volta che scendo in campo, soprattutto questo fine settimana per vincere il torneo, anche se ci sono ancora degli avversari piuttosto difficili. Tutte le partite saranno complicate quindi dovremo tenere duro e fare del nostro meglio.

Tornei FIP sempre in mente

Dato che parteciperò a meno tornei, l'obiettivo è partecipare a grandi tornei, I FIP sono uno di questi. Ne abbiamo fatto uno in Egitto un mese fa con Dorian, mi piacerebbe farlo regolarmente. Se ci sono molte sconfitte, non importa, l'obiettivo è imparare per progredire ancora più velocemente.

P2 a Bordeaux, una possibilità?

Se parliamo di classifica, impossibile. Poi Dorian si allena lì, per vedere se giochiamo bene e se possiamo avere una partita wild-card. Per il momento siamo molto lontani da ciò e ammetto che non ci ho ancora pensato.

Vincenzo Galli

Appassionato di calcio ovale, palla tonda ma anche sport di racchetta, è stato punto dal padel durante la sua adolescenza in Galizia. Comodo davanti alla telecamera come dietro un microfono, Vince potrà portare la sua visione e la sua esperienza di fan della pallina gialla.