Nallé Grinda vissuto proprio l'inizio di padel in Messico. Da allora, si è fatto strada attraverso il padel fino a diventare il direttore del WPT Blockchain.com di Miami.

Testimone della nascita di padel

Nalle Grinda: “Sono entrato padel nel 1980, quando avevo solo quattro anni. Attraverso il suo migliore amico, Tony Murray, mnoi padre sapevamo Enrique Corcuera , l'inventore di padel. Tony aveva una casa vicino a Enrique's a Las Brisas, Acapulco. Ci siamo stati quattro o cinque anni di seguito. C'erano cinque o sei case nel quartiere dove ogni proprietario aveva costruito la propria terra padel. Tutti loro erano giocatori di tennis e amavano giocare padel totale. Si davano feste a casa l'uno dell'altro. E ogni casa amava creare le proprie regole, a seconda di determinati vincoli, opinioni o capricci."

“Tutti i campi di Acapulco avevano dimensioni e configurazioni diverse. La lunghezza del campo poteva variare tra i 18 ei 20 metri. Alcuni hanno usato le pareti di casa. Ogni corte aveva le sue particolarità. Il campo standard è ora fissato (20m x 10m). Ma allora, tutto era flessibile, compreso l'hardware utilizzato."

I primi mondiali

Nalle Grinda: Ricordo come ebbero l'idea ironica di giocare i 'Mondiali di padel”. Avevano 16 anni. Erano infatti gli unici giocatori “seri” al mondo, come amavano dire."

"Ma, nel complesso, durante la mia giovinezza, il padel era solo un gioco divertente. Mio zio aveva una casa a Saint-Tropez dove potevamo suonare molto padel anche, pure. Ma per me era solo un gioco, la mia prima vera passione è stata il tennis."

vittoria di inzerillo grinda canet

I veri inizi nel padel

Nalle Grinda: "Ho studiato sport in Francia e, dai 17 ai 21 anni, ho giocato a tennis a livello professionistico, partecipando a tornei in Europa, negli Stati Uniti e alcuni in Sud America. Ma, a causa di una serie di infortuni e operazioni, ho deciso di andare a suonare per l'UCLA, dove ho ricevuto una borsa di studio completa. A 24 anni mi sono laureato ed è stato allora che ho riscoperto il padel sotto una nuova luce."

"Tornando a Nizza, da dove proviene la mia famiglia, ho trovato sul giornale un articolo di un quarto di pagina pubblicitario per venire a scoprire un match di esibizione con Gaby Reca, Juan Martin Diaz, Hernan Auguste e Fernando Belastaguin. Era il 2002. Gli organizzatori della partita, Gilbert Dalbergue e Claude Baigts, presidente della federazione francese di padel all'epoca, erano così appassionati padel che hanno fatto tutto il possibile per rendere questo evento un successo."

Rappresenta la Francia

Nalle Grinda: "Durante questo torneo ho conosciuto Claude Baigts e, avendo visto le mie qualità di tennista, mi ha spinto a giocare padel per la nazionale francese. Così, nel 2002, ho preso parte ai campionati del mondo per la Francia in Messico. Al primo turno, giocando con Sebastien Corbelli, un altro tennista appena convertito, abbiamo vinto facilmente la nostra prima partita. Al secondo turno, invece, abbiamo incontrato gli argentini, che erano 12 teste di serie. Abbiamo vinto la nostra prima partita tranquillamente e poi abbiamo scoperto qual era quella vera. padel, dal momento che abbiamo perso 6/1 6/0. Era un livello completamente nuovo per noi."

"A quel tempo, ho avuto una fugace carriera in televisione. Ho partecipato allo spettacolo Fear Factor in Patagonia, in Argentina, e ho prolungato il mio soggiorno per un allenamento intensivo a "El Monasterio" a Buenos Aires, con il famoso allenatore Nito Brea e alcuni dei migliori giocatori del mondo. Ho imparato le vere basi del gioco, dalla posizione a terra alla rotazione negli angoli, compresa la chiquita e tutte le opzioni aeree. Da lì, non ho mai guardato indietro. Ho giocato per la nazionale francese per i successivi dieci anni."

Il suo viaggio nell'organizzazione del WPT Miami

Nalle Grinda: "Avanti veloce fino al 2014, mi ero trasferito a Miami. aver incontrato Wayne boich grazie ai miei contatti nel tennis, sono riuscito a convincerlo a provare il padel quando eravamo in vacanza a Nizza. Quando siamo tornati a Miami, ho mostrato a Wayne l'unico campo dentro padel posizione della città. E molto rapidamente, se ne innamorò. Tanto che ha trasformato il campo da tennis della sua casa di South Beach in un lussuoso padel."

“Una volta che l'edificio è stato costruito, Wayne e io siamo diventati i volti più visibili del padel a Miami. Abbiamo portato alcuni dei migliori giocatori professionisti, tra cui Juan Martin Diaz, che era ancora il numero 1 al mondo, per giocare partite pro-am. L'anno successivo, nel 2015, abbiamo accolto gli otto migliori giocatori del mondo, accompagnati dai loro sponsor. Grazie alla dinamica di padel che sta crescendo ogni anno e costruendo una buona squadra (Wayne Boich, Dani Homedes ed io) siamo stati in grado di fare offerte e vincere ospitando il WPT quest'anno a Miami."

Juan Lebron Nallé Grinda Semmler

"Visto il successo dell'evento di Miami, siamo fiduciosi di organizzare altri eventi in futuro. Ovviamente Miami sarà un hub chiave, ma speriamo di avere anche altri eventi negli Stati Uniti nel 2023".

Questa intervista è stata condotta da Quadrante Mint durante il WPT di Miami nel marzo 2022.

Dai suoi nomi si possono intuire le sue origini spagnole e italiane. Lorenzo è un poliglotta appassionato di sport: giornalismo per vocazione ed eventi per culto sono le sue due gambe. È il gentleman internazionale di Padel Magazine. Lo vedrai spesso nelle varie competizioni internazionali, ma anche nei maggiori eventi francesi. @eyeofpadel su Instagram per vedere le sue migliori foto di padel !