Nicola Rouanet è entrato nella Top 20 francese in un solo anno, passando dal 1500° posto al 16°. Oggi è lui 13° giocatore francese.

Tuttavia, nonostante gli ottimi risultati nel 2023, non è stato selezionato nell'elenco dei giocatori selezionati per il corso di formazione della squadra francese. Decisione ingiusta o comprensibile? Ritorna Nicolas Rouanet al microfono di Padel Magazine sulla decisione di Pablo Ayma et Ben Tison e ci dà la sua opinione.

La sua mancata selezione per la squadra francese

Ovviamente è stato dibattuto e questa domanda mi è stata posta molte volte da quando è uscita la lista… Ad essere sincero, penso che ci siano due modi di vedere le cose.

La prima è che sono arrivato dalla Top100, con il mio compagno Norman Sanchez (12°), abbiamo compiuto i maggiori progressi dell'anno e questo, nell'elenco dei 19 selezionati, ce ne sono inevitabilmente alcuni meno ben classificati, con risultati meno buoni. È deludente e possiamo dire a noi stessi che non siamo stati premiati.

Successivamente, il secondo modo di vedere le cose è che, per me personalmente, senza fretta. Prima dell'elenco dei 16 selezionati, ce n'era uno dei 19 dove io non c'ero. La mia reazione non è stata quella di dire che non era giusto, Non l'ho presa male.

So di essere nuovo al padel alors Mi prenderò il mio tempo. Darò il massimo. Già da settembre mi alleno tutti i giorni, ho fatto tanti tornei.

Quello che posso dire comunque: Se un giorno qualcuno mi chiamerà, risponderò.

Un progetto da sviluppare per il futuro

non ho Benjamin Tison ou Pablo Ayma dal vivo, è andata fino in fondo Jean Thomas Peyrou, il mio allenatore. La ragione che Ben Tison ha dato a JT, e che capisco perfettamente, è questa Ero ancora troppo nuovo nel padel e che voleva darmi più tempo.

Ciò significa, da un lato, il mio progresso personale e la strutturazione di un progetto. Per ora, in termini di FIP, non ho ancora fatto molto perché Sto cercando sponsor, in particolare per poter raccogliere fondi e poter viaggiare.

Ho sperimentato progressi molto rapidi e oggi non sono riuscito a fare meglio dell'11° posto. È certo che oggi si faranno cose a livello internazionale e questo è il mio obiettivo. Ma per ora, Sono ancora limitato.

Un progetto internazionale in preparazione

Il mio progetto internazionale dovrebbe iniziare quest'estate, ma probabilmente non al fianco di Norman Sanchez, che non possono avere il mio stesso progetto. Da un lato perché è più grande, ma anche perché ha due figli.

Per il momento non posso dire con chi verrà fatto perché le paia sono già realizzate in Francia. Quest’estate però smetterò di lavorare presso il tennis club dove lavoravo ancora. Mi concentrerò al 100% su padel, avere tempo, essere più flessibili e soprattutto provare a viaggiare.

Rouanet Sanchez vince il primo turno delle qualificazioni fip rise bourg en bresse 2023

Le difficoltà nel trovare un partner

Oggi è difficile trovare un partner, a sinistra. Molti hanno già progetti con altri... ci sto pensando Tommaso Vanbauce et Maxime Joris, Pierre Vincent et Arthur Hugounenq…

Dopo, lo so Phil Raichmann, a causa del sodalizio tra Thomas e Maxime, si ritrova un po' solo. L'uomo vive et Jerome Inzerillo, So che organizzano tornei separatamente, non so davvero a che punto siano.

In ogni caso li contatterò e glielo dirò se mi chiamano, sarò lì, anche se devi voler giocare con me perché non ho molti punti a livello internazionale.

Gwenaelle Souyri

Fu suo fratello che un giorno gli disse di accompagnarlo su una pista. padel, da allora, Gwenaëlle non ha mai lasciato la corte. Tranne quando si tratta di andare a vedere la trasmissione di Padel Magazine , World Padel Tour… O Premier Padel…o i Campionati Francesi. Insomma, è una fan di questo sport.