Pablo Lima e Fernando Belasteguin vengono regolarmente intervistati. D'altra parte, non conosciamo necessariamente l'altro lato dell'immagine. Sono le loro mogli: Paula e Cristina che ci aiutano a conoscerle meglio.

Puoi presentarti e da quanto conosci tuo marito?

Sono Cristina (ndr: spagnolo dalla Catalogna), moglie di Fernando Belasteguin. Lo conosco da 2004 e sposato da 2008.

Sono Paula Miranda (nota del redattore: brasiliano) moglie di Pablo Lima. Lo conosco da 2007 e sposato da 2009.

Come descrivi tuo marito nella vita? Fuori dal campo e in campo?

Christina (C): È molto diverso fuori dal campo e sul campo da paddle. Queste sono persone molto diverse di 2. Ci sono persone che si chiedono come sia a casa quando lo vedono in campo urlare e spendere tutta quell'energia. Ma in realtà è molto silenzioso a casa. Prende tutto con molta calma. Approfitta di ogni momento, sfrutta i suoi figli (nota: i bambini 3). Vive molto calmo e non ha nulla a che fare con il nervoso che potrebbe essere in campo. Diventa come un matto in campo, con quella testa che ha ogni volta in campo ...

Paula (P): Per Pablo è un po 'come Bela. A casa, è molto divertente, gli piace ridere ... gli piace stare a casa, giocare con i suoi cani ... È molto calmo. Quando è in campo, ha un'altra faccia ... lui è molto diverso.

Le qualità e un difetto.

C: Bela è molto felice, molto attento, è molto impegnato con la sua famiglia. Colpa sua: non sa dire "no" alle persone.

P: Pablo è molto leale, molto amichevole, è molto riservato e selettivo nelle sue amicizie e relazioni, anche molto generoso, sono questi valori che hanno attirato la mia attenzione. E il valore predefinito: testardo, ma lo sono anche io, quindi non è un problema.

Secondo te, qual è lo scatto migliore di tuo marito?

C: il pallonetto.

P: Penseremo che copierò perché mi piace la sua difesa in generale, ma il pallonetto soprattutto per Pablo.

Accompagni i tuoi mariti in un torneo?

C: No Con la vita familiare, è complicato. Quest'anno lo accompagno per il WPT Monaco e un altro circuito di torneo e basta. Quando non abbiamo avuto figli, l'ho accompagnato molto.

P: L'ho accompagnato un po 'di più nel torneo. Ma ci siamo appena trasferiti a Barcellona, ​​e questo torneo di Monaco è il primo in cui mi trovo.

Siete padel giocatori? E il tuo livello

P: Adoro giocare a padel. Faccio anche parte di un team chiamato slam padel feminino. Partecipo a molti tornei della lega catalana dove mi diverto molto a giocare ... Il mio livello? Che domanda difficile ... Mi difendo (nota dell'editore: ottimo livello Paula ha vinto l'ultimo torneo femminile del Set Club di Aix en Provence battendo con il suo partner diversi giocatori che fanno parte dei migliori giocatori francesi).

C: Gioco poco. Mi piace giocare ma per motivi di tempo e logistica non ho tempo per giocare molto (nota: Cristina è un dentista).

P: suoniamo insieme al padel una volta alla settimana.

Si dice che dietro il successo di un uomo ci sia una donna. Che ne pensi?

C: Sono d'accordo! (ride) È importante che a casa ci sia stabilità, pace, che sia felice e penso che Bela ce l'abbia ...

P: Il segreto di questa frase deve essere accompagnato, giusto? Non essere dietro ma accanto, è meglio. Essere accompagnati, che la persona viva con le tue vittorie, che la persona sia presente quando le cose non vanno bene. Essere come una squadra!

Cosa ne pensi di questo team di Bela-Pablo?

C: È un'ottima squadra. Come giocatori, come persone, come amici. Sono sulla stessa lunghezza d'onda a tutti i livelli.

Fernando ti ha chiesto la tua opinione sulla scelta di Pablo?

C: No Fernando non mi ha chiesto nulla. Come dentista, spesso dice "Non faccio i tuoi affari con il dentista, quindi non preoccuparti delle mie cose da paddle" (ride!). È vero che non conosco molto bene questo sport e quindi non posso giudicare bene.

E Pablo?

P: A volte Pablo mi chiede la mia opinione, ma in questo caso no, ha appena annunciato la sua decisione.

Come vedi tuo marito come giocatore negli anni di 5?

P: Lo vedo più tranquillo con un'esperienza ancora maggiore. Oggi è giovane, ha solo 28 anni presto 29, ha già vissuto molte cose ma ha ancora molte cose da vivere. È molto emozionato di poter giocare con Bela. Lo ha sempre ammirato in campo e ora hanno l'opportunità di conoscersi fuori ed è molto felice.

Bela non è giovane come Pablo (nota: Bela ha 33 anni), come sarà tra 5 anni?

C: Lo vedo sempre molto divertente. Se il suo corpo regge, continuerà a giocare per molto tempo. Verrà un tempo in cui suonerà in modo diverso ...

Domanda speciale per Cristina: come riesce Bela a mantenere tale motivazione in campo dopo tanti anni come il numero 1 e dopo aver vinto tutto?

C: Perché non gli piace perdere, come suo figlio. È iper competitivo in tutto ciò che fa! Può giocare a qualsiasi gioco, ma perdere, e non lo sopporta ... quando c'è competizione, è sempre pronto a combattere!

Domanda speciale per Paula: com'è andato Pablo a diventare partner di Bela quando è stato per anni il suo principale avversario? Complicato, no?

P: Gli è venuto in mente che è successo quando ha preso la decisione di giocare con Bela. È vero che all'inizio non si conoscevano come nessuno. E mi ha sorpreso quanto velocemente si sono collegati / trovati. E li vedo molto felici di stare insieme. Inoltre, credo che siano identici in termini di requisito, di auto-requisito. Vedo che si incoraggiano, si motivano a vicenda, dicono "vamos, vamos" ed è quello di cui aveva bisogno.

Intervista condotta allo 13 settembre 2015 a Monaco durante il World Padel Tour di Kristina CLEMENT per Padel Magazine.

Franck Binisti

Franck Binisti scopre il padel al Pyramid Club di 2009 nella regione di Parigi. Da allora il padel fa parte della sua vita. Lo vedi spesso in tournée in Francia andando a coprire i grandi eventi di paddle francesi.