JT Peyrou e Johan Bergeron ebbe un'idea innovativa e decise di realizzarla. Possiamo dire che questo prima edizione del match All in vs Big Padel, vinto 3/1 dai Lyonnais, è stato un successo e questo fa ben sperare primi campionati francesi a squadre che inizieranno quest'anno. Al microfono di Padel Magazine, la notizia e Johan tornano su questi argomenti.

Uno spettacolo di successo

Padel Magazine : Lo volevi e l'hai fatto! Hai lanciato questa dinamica per il 2022.

JT Peyrou: “Con Johan era un desiderio comune opporsi alle nostre due accademie. I giocatori si divertono. Tutti si sono divertiti. Aveva senso portare i giocatori che alleno. È una prova prima dei campionati a squadre francesi che la FFT organizzerà. Sarà un ottimo formato. »

Padel Magazine : Parliamo di mostra, ma a terra non è stato divertente!

Johan Bergeron: « Siamo tutti concorrenti. È vero che siamo molto felici. Ci abbiamo pensato a Marbella e abbiamo deciso di metterlo in atto. JT è arrivato con l'intera armata, quindi è fantastico. Permette al pubblico di scoprire anche qual è l'alto livello. »

Tison Bergeron All In Lyon 2022

Progetti innovativi

Padel Magazine : Quali sono i progetti imminenti per i Big Padel ?

JT Peyrou: "Il grande Padel ha la volontà di sviluppare la mia accademia al suo interno. Si chiama il Grande Padel Jet Academy. Il club è in una grande fase di sviluppo e io mi sono occupato della parte del corso. All'inizio eravamo su un livello molto competitivo e ora ci stanno entrando diversi giocatori di livello P100, P250 o P500. »

Padel Magazine : La All In investe molto nella parte del tempo libero.

John Bergeron:Sì, per quanto riguarda la parte del club. La All In si è impegnata a svolgere attività per tutti i tipi di pubblico. Donne, giovani, anziani, vogliamo introdurli alla competizione. Tra poco più di un anno avremo l'accademia di tennis e padel con 4 campi con standard internazionali. Stiamo spostando l'intera accademia laggiù. Ci sarà la scuola, i bambini potranno dormire lì. Saranno supportati 24 ore al giorno. Penso che sia qualcosa di innovativo, che esiste già nel tennis ma non ancora padel. "

 

Dai suoi nomi si possono intuire le sue origini spagnole e italiane. Lorenzo è un poliglotta appassionato di sport: giornalismo per vocazione ed eventi per culto sono le sue due gambe. È il gentleman internazionale di Padel Magazine. Lo vedrai spesso nelle varie competizioni internazionali, ma anche nei maggiori eventi francesi. @eyeofpadel su Instagram per vedere le sue migliori foto di padel !