Era la partita tanto attesa dalla gente del posto che ha visto il bambino di campagna Bastien Blanqué inizia insieme al tuo partner Giuria Francesco ce World Padel Tour Umano francese Padel Aperto a Tolosa. La coppia franco-spagnola questa domenica si è opposta Jairo Bautista (87) e Pablo Garcia (91).

Il Tolosain stava giocando davanti al suo pubblico e intendeva imitare i suoi connazionali questa mattina nel secondo turno di pre-previa.

Sfortunatamente per lui, l'inizio della partita non è andato come sperava. Minata dai due spagnoli, la coppia Cancellato / Jurado non ha potuto fare nulla nella prima corsa.
Ha sofferto in condizioni che hanno favorito il gioco aggressivo. Infatti l'altezza sotto il soffitto non permette di ottenere dei lob molto alti e il calore permette alle palline di uscire più facilmente. Gli spagnoli, imperiali nello smash, abbiamo saputo trarne pieno vantaggio!

Più in gamba nel secondo tempo, la coppia franco-spagnola è riuscita a dare più ritmo al gioco e ad aggrapparsi alla testa di serie numero 1 di questi pre-previa, ma purtroppo non è bastato per vincere un biglietto d'ingresso per la secondo round.

Punteggio finale: 6/2 – 6/4 per Jairo Bautista e Pablo Garcia.

Al nostro microfono a fine partita, Bastien non era ovviamente soddisfatto:

"Sono un po' deluso, perché è a casa mia, c'erano persone a sostenerci, ma il sorteggio è stato molto difficile, la testa di serie 1 era di fronte, Pablo e Jairo che sono nel nostro gruppo di allenamento a Madrid. Sapevamo che erano giocatori molto, molto grandi e in condizioni del genere, molto veloci dove le uscite sono vietate, questo non perdona.
Abbiamo un game point nella prima partita, ci rompiamo stupidamente su un let, commettiamo due falle al volo. In tali condizioni è necessario evitare i pallonetti, soprattutto per giocare sul fondo. È quello che abbiamo fatto, ma abbiamo commesso troppi errori al volo, io e il mio compagno. A volte lanciavamo quando non avremmo dovuto farlo, tirano fuori le palle nel par 3 e alla fine ci rompono due volte... ed è un peccato.
È frustrante non essere riusciti a uscirne. Quando sono uscito sopra, ho rimesso le palle, ma il punto era già finito. Quando giochi con due grandi schiacciatori, sai che è difficile e, inoltre, hanno dei lobi ben lobati, nel mezzo o lungo. Non siamo riusciti a colpire e loro hanno colpito ed erano migliori di noi.
In una partita del genere non abbiamo proprio il diritto di giocare troppo in alto altrimenti ci attaccano al volo e i pallonetti devono colpire gli ultimi 10 o 15 centimetri del campo. Ma quando hai un soffitto di 6,50 o 7 metri, non dovresti perdere i pallonetti. Non avevamo spazio per errori in questa partita.
Tra l' wild-card che non avevamo e questo pareggio difficile, è vero che tutto è un po' contro di me. L'inizio di stagione è stato difficile perché non ho ottenuto i risultati sperati, anche se mi alleno molto. In questo caso, devi voltare le spalle, continuare a lavorare e finirà per finire bene. »

Tra pochi istanti inizia la seconda partita del pomeriggio. Si oppone Thomas Vanbauce – Rikard Raad a Iago Gonzalez- Manuel Prado in diretta sulla pagina Youtube de Padel Magazine

Sebastien Carrasco

Fan di padel e di origine spagnola, il padel scorre nelle mie vene. Molto felice di condividere con voi la mia passione attraverso il riferimento mondiale di padel : Padel Magazine.