“Deve graffiare un po'”: così come la moda è per gli uomini con la barba, le ciaspole sono per le superfici ruvide. La maggior parte dei marchi di pala ora offre racchette con una "grana", che dovrebbe aumentare gli effetti e il controllo. E forse anche la fiducia dei loro proprietari...

Non entreremo nelle sfumature tecnologiche, ma questo rilievo è di due tipi: o è integrato nella massa della racchetta grazie a piccoli motivi intarsiati, spesso in grafite, oppure è un post-taglio aggiunto dalla sabbiatura. Esistono anche spray che ti permettono di ottimizzare la tua racchetta aumentandone la rugosità.

Fai girare la palla

In tanti – grazie – ci avete dato la vostra opinione sulla domanda “bisogna avere una “grana” per suonare meglio?” E tra gli intervistati, molti sono fan di un modello specifico del marchio Nox...

Gli effetti.- I tuoi sentimenti confermano ciò che dicono i marchi sull'effetto. Oltre il 75% dei nostri intervistati ritiene che le racchette grintose facciano girare di più la pallina o addirittura forniscano un controllo migliore.

Questo è ciò che ci dice Will, ad esempio, un giocatore con un profilo difensivo classificato intorno al 2000esimo posto in Francia: "Mi sento come se potessi carteggiare meglio il gioco", evocando un miglior controllo ed effetti più accentuati. La sua racchetta preferita? Una Nox AT10 12K.

Questo permette di ottenere "più rotazione della pallina e aumento della rotazione quando si colpisce il terreno e il vetro", dice Alexgassi, che è un fan del Nox Ultimate Power 3.

Stessa opinione con "BigWill" (1694), che vede “una vera differenza. Gioco con una racchetta da sabbia e senti chiaramente più controllo al tocco. Sui servizi, volée e schiacciate, tocco, controllo e spin fanno la differenza. Ho provato a giocare nel frattempo con una racchetta liscia (Hack 02 de Bullpadel) e ho avuto l'impressione che la pallina stesse scivolando sulla racchetta. Non mi piaceva per niente, avevo molto meno controllo”. Suona anche con il Nox AT10, in versione Genius 18k: “Una delizia tra maestria e potere”.

Anche Steve, uno dei primi 100 giocatori belgi, crede che il suo Nox AT10 12K offre un "tocco" migliore rispetto a una racchetta liscia, specialmente per volée e drop shot.

L'effetto...placebo.- Quasi un intervistato su quattro, tuttavia, è scettico sui vantaggi delle racchette da neve con grano. Per loro è inutile, a meno che tu non ci creda: è un “placebo”, crede Clem (1230°), che lo gioca con una racchetta liscia (la Joma Yukon). Cosa conferma Lucas: "Sarà un effetto placebo, ma penso di avere più controllo e soprattutto di sentire meglio la palla" (e gioca anche con un AT10!).

“Un puro placebo”, aggiunge Richard, che lo nota “la rugosità va sempre via con il tempo. Potresti anche prendere una racchetta 3D, con sollievo".

Il vero sollievo è rilevante

Durata.- “Se la racchetta è sabbiata, si stacca”, si rammarica anche di Didier (2000). Un'osservazione ampiamente condivisa. Ad esempio da Sébastien, che gioca con una Adidas adipower 3.1, o Thibault, che alterna tra a Siux Electra e Controllo della potenza Adidas.

Jean-Marc (160°), se apprezza il "giro migliore", critica il “Durata della rugosità a seconda dei marchi. Un vero sollievo come su Adidas, Dabber o StarVie è davvero rilevante. Ma il sistema Bullpadel, per esempio, è totalmente inefficace: dopo un mese di utilizzo, la racchetta è liscia”… Un difetto che fa notare anche Didier, del suo Vertex, sempre meno ruvido.

Stessa storia con Julien (400°): “Molto violento, mio ​​Royal Padel La frusta è diventata liscia in poche sessioni, specialmente nell'area di centraggio. Ma non mi sento come se avessi perso alcun effetto". Una critica che non risparmia la Nox di Gaël, che osserva “una diminuzione della sensazione di efficacia della pasta frolla dopo due mesi di utilizzo”.

Ma l'usura non riguarda solo le racchette, ma anche le palline: "La longevità delle sfere è ridotta a causa del ripetuto attrito", sottolinea Maxime.

Con un minimo di gesti, un massimo di effetti! Questa è la promessa di una racchetta ruvida e funziona! Viboras et bandejas sono accentuati dall'aspetto ruvido. Venendo dal tennis, come un gran numero di giocatori francesi, cerco di riprodurre gli effetti che si possono ottenere con una racchetta incordata. Con racchette lisce è quasi impossibile... Ma il problema c'è... Cerchiamo di riprodurre uno sport che non sia il padel…Imparare a giocare con una racchetta liscia per giocare padel e non a padel-tennis, non sarebbe questa la soluzione?

Maxime M., 13esimo, Adidas Metalbone ctrl 3.1

Meno veloce, meno forte.- A parte l'usura, i nostri giocatori hanno poche lamentele riguardo ai palas granulosi. “Forse meno potere”, ci dice Guillaume, imitato da Will: “Meno velocità”.
Un altro "rimpianto" sotto forma di adesione formulato da Jean-Marc: "È difficile tornare a una racchetta liscia dopo aver provato i modelli ruvidi perché la sensazione è molto diversa".

Il prezzo.- Lucido, Sébastien non crede all'effetto sul pallone, né all'effetto placebo, ma a quello sulle vendite: "Ammetto che è una cosa in cui non ho mai creduto... Quello che è certo è che influisce sul prezzo della racchetta".

Niente sostituisce la tecnica.- Lasceremo la conclusione di questo articolo a Gaël, che parla con la voce della saggezza: “La rugosità ha una piccola influenza sullo spin… ma trascurabile rispetto alla tecnica. Potresti avere la racchetta più ruvida, se non sai come girare…”

Wilson Bela Pro superficie ruvida
Alcuni palas hanno rilievi integrati nella “massa”, altri aggiunti alla superficie.

Dopo 40 anni di tennis, Jérôme cade nel piatto del padel nel 2018. Da allora ci pensa tutte le mattine mentre si rade… ma non si rade mai il pala in mano! Giornalista in Alsazia, non ha altra ambizione che condividere la sua passione con te, che tu parli francese, italiano, spagnolo o inglese.