È tempo di fare il punto sul sondaggio che abbiamo condotto sulle tue abitudini di consumo della racchetta da paddle.

Innanzitutto desideriamo grazie a tutti i partecipanti che ha gentilmente risposto a questo sondaggio. Sei in totale 155.

Contesto generale

155 persone hanno risposto allo studio. Questo ovviamente non è abbastanza per avere una visione perfetta del comportamento che abbiamo in relazione ai nostri acquisti, ma ci consente già di rilevare le tendenze principali.

Tra coloro che hanno risposto allo studio, più di Il 91% era di sesso maschilee se sappiamo già che oggi più uomini che donne giocano a padel, possiamo anche pensare che siano generalmente i più interessati alle racchette. I produttori lo hanno capito poiché esiste una maggioranza di modelli destinati al pubblico maschile.

Sappiamo anche che le racchette da paddle sono piuttosto fragili e quindi gli uomini hanno la tendenza a cambiare le racchette più regolarmente di una giocatrice; perché sì signori, non risparmiate la vostra racchetta!

Per quanto riguarda l'Ioetà : tra le persone che hanno risposto, il 43,9% appartiene alla fascia di età 24-39 anni e il 43,9% alla fascia di età 40-54 anni.

Informazioni che confermano così perfettamente il tipo di giocatori sui campi. In Francia, il giocatore è più un uomo e ha circa 40 anni.

I parametri che influenzano la scelta della racchetta

Innanzitutto, notiamo che tra gli interrogati, solo il 3,9% non ha acquistato una racchetta negli ultimi 12 mesi. Possiamo quindi pensare che i giocatori di padel cambino le racchette, almeno ogni anno. Il 44,5% ne ha acquistato uno in questo periodo, il 36,8% ha acquistato 2 e il 14,8% ha acquistato 3 o più racchette nell'ultimo anno.

Le racchette da paddle sono talvolta criticate dai giocatori per la loro mancanza di robustezza. Nel padel, non cambiamo le stringhe, ma cambiamo le racchette molto più regolarmente che nel tennis. Quindi dire che il padel è più economico del tennis non è del tutto vero.

E precisamente, riguardo, il motivo di questo acquisto, ci sono tre gruppi principali: Il 57% ha acquistato una racchetta perché la sua era rotta o consumata, Il 24,8% per divertimento e il 10,1% perché era la loro prima racchetta. Vediamo quindi innanzitutto che i palas hanno una durata di vita limitata, ma anche quella per 1/4 dei partecipanti allo studio, l'acquisto di una racchetta è un acquisto piacevole. Quindi, in piccoli gruppi, troviamo in primo luogo lo spostamento verso l'alto, a seguito di una modifica del livello di gioco, con oltre il 5%.

Veniamo ora ai motivi per cui una persona ha ha scelto un modello piuttosto che un altro. Si noti che è stato possibile selezionare diverse caselle. In prima posizione, abbastanza ampiamente, troviamo le caratteristiche della racchetta (61,7%). Vieni dopo il marchio (45%), il prezzo (23%) e il fatto che il pala sia utilizzato da un giocatore professionista (12,8%). L'acquisto dopo un test o seguendo il consiglio di un venditore o di una persona a loro vicina raccolgono ciascuno il 5%.

Possiamo quindi vedere che per la maggior parte degli intervistati, questo è davvero un piacere dello shopping poiché i tre quarti dei partecipanti non hanno scelto un modello basato sul prezzo.

Il marchio è essenziale per metà delle persone e generalmente abbiamo a che fare con un pubblico informato a chi è interessato specificità dei palas.

Abitudini di consumo

Internet è il modo preferito per i giocatori di acquistare racchette: Il 47% averlo fatto ricorso. Poi arrivano i negozi fisici (26,2%), quindi club proshops (18,8%). Infine, gli acquisti da un individuo rappresentano l'8,1%, il che dimostra che esiste un mercato dell'usato per le racchette da paddle, ma rimane in minoranza.

Cosa spinge i consumatori ad acquistare su Internet in primo luogo? il prezzo. In effetti, Il 57,7% degli intervistati definisce il prezzo come il motivo per cui hanno scelto una posizione piuttosto che un'altra. Abbiamo quindi a che fare con un certo paradosso alla luce di ciò che abbiamo osservato in precedenza: l'acquirente di una racchetta da paddle non sceglie il suo modello in base al prezzo ma una volta effettuata la sua scelta, cercherà di ottenerlo al prezzo più basso.

Quindi, il secondo motivo per ilspese su Internet riguarda il fatto che ci sia più scelta di modelli (10%).

Tra gli importanti fattori decisionali, vi è poi la possibilità di testare e avere un buon servizio post-vendita (28,2%), quindi la consulenza dell'entourage (18,1%) e infine la vicinanza del negozio (14,1, XNUMX%). Comprendiamo quindi che per gli intervistati che acquistano i loro pala nei negozi fisici, il fatto di poter acquistare vicino a casa, provare l'attrezzatura e beneficiare di una buona garanzia sono fattori fondamentali. Il fatto di far funzionare il minimarket arriva ben dopo (3%).

Il test

Delle 150 persone che hanno acquistato le racchette da neve negli ultimi 12 mesi, Il 51,3% non li ha testati. Una cifra logica quando sappiamo che quasi la metà degli acquisti viene effettuata su Internet. Ciò dimostra ancora una volta che gli intervistati lo sono sensibile ai test di racchetta effettuati su Internet, consigli di chi li circonda e descrizioni dei palas dei costruttori.

Tra coloro che hanno testato la racchetta prima di acquistarla, più della metà l'ha testata nei club (66%), gli altri o li hanno testati in negozio (20%) o grazie ad amici che li hanno. prestato (11%) o tramite siti Web che offrono il test dell'attrezzatura (3%). Vediamo che questa pratica non è ancora diffusa e che club e negozi fisici rimangono oggi il riferimento per i giocatori che vogliono testare le racchette.

Xan è un fan del paddle. Ma anche il rugby! E i suoi post sono altrettanto incisivi. Allenatore fisico di diversi giocatori di paddle, trova post atipici o affronta argomenti attuali. Ti dà anche alcuni consigli per sviluppare il tuo fisico per il padel. Chiaramente, impone il suo stile offensivo come sul campo di paddle!