Robin Haziza, campione francese di padel 2015 e 2016 (con Jérémy Scatena), campione europeo di padel a squadre 2015, si lancia nel profondo bagno internazionale tentando la fortuna sul circuito professionistico: World Padel Tour.

Ci racconta della sua vita in Spagna, della sua generalità e delle sue ambizioni.

Prepa prima della competizione

Dall'inizio di gennaio, Robin è in preparazione fisica. Una fase di irruzione e di apprendimento necessaria per i prossimi eventi ci dice Robin. Perché? Perché " il padel spagnolo non è il padel francese che conosciamo. A volte dobbiamo deprogrammare per acquisire i gesti giusti e soprattutto le buone tattiche '.

E può volerci del tempo! Ecco perché Robin non ha obiettivi a breve termine per ovvi motivi: " In primo luogo, giocherò con un noto giocatore argentino del pubblico francese iniziato, Dario Gauna, e ci vuole sempre tempo per trovare gli automatismi giusti con il suo partner. Quindi perché dovremo digerire questa pre-stagione »

"La digestione può richiedere un po 'di tempo"

Dalle settimane 3, il nostro campione di Francia realizza forse "un sogno", ma è anche e soprattutto per il momento "un lavoro enorme, prima fisico e poi ovviamente padelistico ". Tutto questo combinato " ci vorrà un po 'di tempo per essere pienamente operativo sul terreno '.

"Sto diventando consapevole di molte cose e c'è un momento di digestione. Ad esempio, ho imparato molte cose tatticamente. Scatti da effettuare a determinate condizioni. Metti la palla nel posto giusto al momento giusto invece di digitare come un sordo. "

"Un partner che mi porterà molto"

Associazione con 15e Il catalano Dario Gauna è promettente, ma i motivi parleranno.

« Faremo tornei di paddle 5 insieme per vedere come funziona tra di noi. Vedremo quindi '.

40 anni, ma ancora concorrente " Dario è il giocatore che può portarmi molto ". Innanzitutto, "Ha un'esperienza internazionale che non ho "Allora" sa come funziona il circuito professionale, tutte le strategie di gioco »

Ricordiamo che Dario è l'ex 60 ai vertici del mondo e ha acquisito una grande esperienza con i suoi anni 40.

Obiettivi: il World Padel Tour e il circuito catalano.

Si dice ed è normale, Robin si concentra sulla sua carriera internazionale che va necessariamente prima di tutto dalla Spagna.

« La classifica francese per il momento mi attrae un po 'meno, dato che sono molto concentrato sul circuito catalano e sul World Padel Tour '.

"Ma comunque farò del mio meglio per fare il capo Padel Open, la Nazionale Padel Cup (che quest'anno sarà un P1000) e i campionati francesi di padel."

"Il circuito catalano avvia 1er Febbraio, ma la vera stagione inizia per me a marzo ".

Cambio di partner francese?

Per ora, nulla è ancora definitivo, ma è probabile che l'avventura con Jeremy Scatena si fermi lì, il che comporterà la ridistribuzione delle carte per i futuri campionati del padel della Francia.

"Quindi, cercherò di associare un giovane giocatore con il potenziale per portargli tutta la mia esperienza e provare con lui ad andare il più lontano possibile durante le scadenze francesi, anche se sarà certamente difficile per noi essere operativo quest'anno. Ma è una vera sfida per me ed è eccitante ".

"La mia decisione non è ancora stata presa. Vedremo cosa succede ".

Come sta succedendo in Spagna?

Rob si sta esercitando Padel Augusta, club all'aperto e semi-interno. Tutto è marchiato Marta Marrero perché è la sua roccaforte.

"Sono ormai settimane 3 che sono in Spagna e sono in piena preparazione fisica e padel. Questo durerà da 6 a 8 settimane. Questa è la pre-stagione prima dei tornei professionali chiamati pretemporada. Un passaggio molto importante attraverso il quale passano tutti i professionisti del padel '.

« La mia grande fortuna è quella di essere totalmente integrato in un gruppo di giocatori professionisti. Lavoro tra l'altro con il numero uno al mondo Marta Marrero. Siamo allenati dal famoso allenatore Juan Alday, l'allenatore di Marrero e Salazar e considerato l'allenatore dell'anno 2016 '.

"A proposito, è ufficiale, ma mi unisco al team "Circle Sabadells". Una squadra di prima divisione catalana, per giocare a squadre in Catalogna e anche nel campionato spagnolo. Ciò significa che sicuramente giocherò contro alcuni dei migliori giocatori del mondo."

Puoi descrivere una giornata tipo?

Il programma giornaliero è 3h padel e 2 ore di fisica al giorno.

« L'enorme vantaggio è di allenarsi continuamente con i migliori giocatori. »

Il giorno è il seguente:

"2h si allena con il gruppo di Marta Marrero. Lavoriamo molta tecnica o tattica. A volte siamo 2 a volte 4. Cambia molto. Ma piccolo canestro, piuttosto situazioni tranne che per hit specifici come la bandja. »

« Poi 1h il pomeriggio dopo la fisica e il padel di nuovo, ma con un lavoro più mirato e più tecnico con il singolo coach 16h 17h. »

"JProbabilmente risparmieremo un momento di Bela nel suo club e ci organizzeremo di nuovo con i suoi corsi di paddle a squadre aperti a tutti. »

"Sono partito per tutta la stagione, cioè fino al prossimo dicembre. L'idea è di rifare un anno in più. Ma non ci siamo ..."

La Francia prende d'assalto la Spagna?

"C'è una mania incredibile. È davvero bello che i francesi vadano in Spagna. Ciò è dovuto all'enorme esplosione del padel in Francia. molti vogliono professionalizzarsi. Dobbiamo andare in Spagna. È molto buono per il livello del padel francese."

Sei con il tuo club?

"vero Padel, questo è il mio bambino e rimarrà il mio bambino. È il mio DNA. Ho la gestione totale del sito per il padel. Ogni giorno è Kevin Fouquet che gestisce il club. Anche Melissa è a sostegno. Quando si presenta la necessità, ci sono anche io. Resto ancora lì non molto lontano dal club, anche se quest'anno mi vedrò un po 'meno. Mi fido di Kevin, è un mostro ! "

Qualche consiglio che potresti dare ai lettori?

"Prenditi il ​​tuo tempo e stai calmo su un campo durante uno scambio. Più dura uno scambio, meglio è. Quindi non fatevi prendere dal panico. Giocando non necessariamente veloce, ma muovendo i suoi avversari e aspettando la situazione giusta per prendere la rete.

"Inoltre, la vera differenza tra i giocatori nell'ultimo round del paddle tour mondiale e noi è che commerciano più a lungo di noi, anche se la loro difesa è ovviamente migliore di noi."

"La velocità aumenta il rischio."

Intervista di Franck Binisti

Franck Binisti

Franck Binisti scopre il padel al Pyramid Club di 2009 nella regione di Parigi. Da allora il padel fa parte della sua vita. Lo vedi spesso in tournée in Francia andando a coprire i grandi eventi di paddle francesi.