Lo statistico di padel, Romain Tapin di Padelonomica ci dà il suo opinione su le prime interviste al nuovo regista padel della FFT, Arnaud Di Pasquale. Positivo negativo ? Vedrai che come sempre le sue parole sono interessanti e ci permettono di avere un'altra visione di uno dei personaggi del padel français.

L'ambizione dei Giochi Olimpici e quella di un Roland-Garros padel

Ho letto le prime interviste al signor Di Pasquale, il nuovo amministratore delegato di padel francese. E tu, convinto dai suoi primi passi?

I punti positivi sono:
- Ci sentiamo una persona appassionata che crede padel
- C'è un reale desiderio di sviluppare una federazione di padel all'interno della FFT
- La strategia per la diffusione internazionale sembra buona (con il desiderio di avere un Roland-Garros du padel e ambizione olimpica)
- È consapevole del vuoto giuridico tra il settore pubblico e quello privato e riteniamo che voglia più giustizia sul trattamento dei club privati
- Ha la volontà di impostare la licenza padel
analista padel romain taupin

Troppo timido per il settore privato? Troppo tennis?

Tuttavia, ci sono punti da esaminare: 

- In forma. Avrei voluto che Arnaud Di Pasquale facesse notare il fatto che il settore privato rappresenta il 50% dei terreni in Francia, compreso l'80% dei campi al coperto invece della sua comunicazione “Il settore privato è il 25% dei club”. È una comunicazione un po 'minimalista ...

- Sentivo ancora una mentalità un po 'troppo “tennistica” (struttura piramidale, formazione dei giovani, gare, classifica, alto livello…).

Personalmente, il 99% dei miei studenti non può nominarmi tra i primi 10 al mondo.

Il 50% dei giocatori in Spagna ha più di 39 anni, in Francia la maggioranza sono senior manager tra i 25 ei 55 anni.

Le padel, è un bar sportivo per il tempo libero, non è un centro agonistico (ed è per questo che questo sport non ha problemi a fare a meno di una federazione secondo me, un bar non ha bisogno di federazione per crescere).

Sarà necessario formare come insegnanti per lo più “Animatori” che hanno la pesca (tempo libero) e non esperti di alto livello come nel tennis.

Doppio discorso?

Arnaud Di Pasquale dice che il tennis e padel non sono in concorrenza. Doppio discorso?

Le padel ovviamente cannibalizza il tennis (80% dei tennisti padel sono giocatori di tennis o ex giocatori di tennis in Francia). Ciò è evidente anche nei paesi vicini. Lo scoppio di padel accelera la caduta del tennis.

Nel complesso, sono felice per il momento, sembra entusiasta e determinato a dare una scossa. Avrà un lavoro, coraggio per lui.

Fonte : Padelonomica

Franck Binisti

Franck Binisti scopre il padel al Club des Pyramides nel 2009 nella regione parigina. Da padel fa parte della sua vita. Lo vedi spesso in tournée in Francia per coprire i principali eventi di padel français.