Come tutti gli sport con racchetta, il padel si svolge attraverso fasi offensive e difensive per poter conquistare il punto. In questo articolo siamo interessati ai postini che guadagnerà il punto durante una fase offensiva.

Quando attaccare padel ?

È abbastanza comune vedere una coppia attaccare la rete in modo feroce per poter vincere il punto. Gli attacchi principali vengono effettuati quando si è in rete, tuttavia questi tiri vengono ripetuti frequentemente e occasionalmente provocano un fallo o un contropiede da parte della squadra avversaria. Quali sarebbero i momenti migliori per effettuare un attacco?

  • In un certo senso è l'espressione “la miglior difesa è l'attacco”: se la coppia riesce ad esempio un pallonetto alto e profondo questo permetterà senza dubbio di risalire alla rete per organizzare futuri attacchi
  • È anche possibile contrattacco eseguendo un bajada dopo un pallonetto che ha colpito il finestrino posteriore
  • Dopo un "Chiquita", una pallina ai piedi dei giocatori di pallavolo, che ci darà il tempo di arrivare in rete
  • Dopo un lungo rally e una bella scarica di adrenalina dovuta allo scambio intenso, è abbastanza comune voler concludere con uno smash che torna dalla nostra parte. Dimentichiamo però che gli avversari sono già incollati alla rete che permette loro di far uscire la palla direttamente dal campo in contropiede. In questa situazione, si tratterebbe di fingere i tuoi avversari fingendo di schiacciare ma alla fine colpire la palla più delicatamente per fare muore la palla vicino al ghiaccio al secondo rimbalzo.

Dove attaccare?

Ci sono una moltitudine di posti tattici per guidare un'offensiva. Avere i migliori tiri tecnici e la migliore condizione fisica non è sempre sufficiente per passare a una difesa su roccia.

  • Prendi di mira l'avversario: triste a dirsi ma a volte risulta essere la soluzione giusta! Quando diciamo "mirare all'avversario" non si tratta di passare alla mano morta per dare loro il vantaggio in contropiede. In questa situazione stiamo parlando smash, volley, bajada e persino vibora per intimidire et sorpresa ma anche per privare di tempo un futuro contrattacco tattico. Gli avversari non avranno altra scelta che farlo blocco il proiettile di fronte a tali colpi, o avere un nuovo tatuaggio sul proprio corpo ...
  • Punta allo spazio libero: come in tutti gli sport, lo spazio libero è una nozione tattica fondamentale per destabilizzare la difesa. Diverse situazioni può essere eseguito per giocare in spazi liberi come: schiacciare, rimbalzare quando gli avversari sono entrambi in fondo al campo, creare incertezza giocando palloni molto incrociati nella rete metallica, fingere schiacciare per uccidere la palla al secondo rimbalzo ...
  • Puntando ai piedi dei suoi avversari : non è solo nel tennis che giochiamo con i piedi quando il nostro avversario è al volo. È anche un'area molto interessante per destabilizzare gli avversari e interrompere la loro fase offensiva a rete o addirittura difensiva quando sono in fondo al campo. Una “chiquita” ai piedi raramente avrà un impatto definitivo sulla conquista del punto ma certamente permetterà di sfruttare una palla ancora più offensiva per guadagnare il punto in un secondo momento.
  • Gioca a Divorce Zone: cQuesta strategia spesso ripaga perché creeremo nuovamente incertezza nella squadra avversaria giocando esattamente a metà della distanza di separazione dei giocatori. Questo li costringerà a prendere una decisione rapida e la comunicazione sarà fondamentale per loro per perseguire il punto.

Foto: Mauri Andrini / Hello Padel Academy

Alexandre Cifuentes

Alexandre Cifuentes studia economia. Ha deciso di intervenire sull'attività di padel e nel mercato sportivo in generale. Ci permette di conoscere il padel nella sua interezza.