Juan Tello et Fernando Belasteguin (ST1) uscito da una partita trappola di fronte alla coppia davvero sorprendente Juanlu Esbri / Javi Rico. Una partita che avrebbe potuto benissimo andare loro contro...

Dopo questa vittoria forcipe, Bela e “El Gato” sono tornati su questa partita al nostro microfono.

Il riassunto della partita

Dillo: "Nel primo set siamo entrati un po' nel loro gioco, soprattutto in quello di Javi Rico che è un po' più paziente. Siamo stati fortunati ad avere l'esperienza di Bela. Questa esperienza ci ha permesso di orientarci un po’. Questo è ciò che ci ha permesso di entrare nella lotta.

Principalmente penso che abbiamo sempre creduto che avremmo potuto fare il break, che se avessimo avuto l'intensità per farcela, avremmo potuto vincere la partita. Sono felice che siamo riusciti a essere a questo livello, che siamo riusciti ad adattarci un po' di più. Le sensazioni sono molto buone qui. Per vedere se domani riusciremo a vincere ancora."

Bela: "Sono anche molto contento che siamo riusciti a far sì che questa partita andasse a nostro favore. Abbiamo iniziato a giocare non essendo molto a nostro agio. Ho commesso degli errori, non ho giocato come avrei dovuto. Ma siamo riusciti a trovare il nostro ritmo e a cogliere le opportunità. Quando dovevamo concludere il secondo set, Non credo di aver giocato molto bene... ma poi abbiamo giocato bene la partita sul 5-4. Poi abbiamo potuto goderci meglio la partita all'inizio del terzo. Li ha colpiti molto perché abbiamo vinto 12 punti consecutivi nelle prime tre partite. Per noi questo ci ha liberato un po’ e ci ha permesso di provare un po’ di più e siamo riusciti a mantenere questa pausa in anticipo. Alla fine siamo riusciti a concludere questa partita che era molto complicata".

Dubbi durante la partita?

Dillo: "Non avremmo mai pensato che alla fine avremmo perso..."

Bela: "Il giorno in cui lo dirò, non entrerò mai più in pista".

La semifinale contro Ruiz/Gonzalez

Dillo: "La partita di domani sarà dura, come tutte quelle disputate finora. Sarà un incontro molto interessante. Hanno uno stile di gioco un po’ come il nostro ma con le posizioni invertite. Speriamo di essere all'altezza della situazione e di poter uscire vittoriosi".

Le identificazione dei warning di Juanlu

Bela: "Penso che ad un certo punto gli arbitri debbano capire certi momenti di gioco. Ammonire per aver colpito la palla un po' forte contro la finestra, per me non ha senso, non ha mancato di rispetto a nessuno. Quando colpisci il vetro con la racchetta, okay, ma per me, ci sono momenti in cui dovresti essere in grado di metterti nei panni del giocatore che ha appena corso per due ore. Se non ci fosse davvero una mancanza di rispetto credo che dovremmo essere un po' più flessibili... Ma ehi, gli arbitri imparano e noi dobbiamo fare lo stesso.

Lo scontro con il pubblico

Bela "Non è con il pubblico francese ma con un uomo che parlava spagnolo come noi. Ha detto, ad un certo punto del 30A di una partita del primo set “stai zitto” o qualcosa di simile. Quando ha urlato così, l'ho guardato e gli ho chiesto cosa c'era che non andava, perché lo diceva, nessuno ha detto niente. Non dobbiamo dimenticare che verranno a vedere uno spettacolo, che stiamo lavorando… Abbiamo rispetto per il pubblico e vogliamo che anche loro abbiano rispetto per noi. Per questo critico molto quando penso che ci sia una mancanza di rispetto nei nostri confronti. Lotterò ogni volta che succede qualcosa del genere affinché non accada di nuovo.. "

Per vedere il video integrale clicca qui:

Gwenaelle Souyri

Fu suo fratello che un giorno gli disse di accompagnarlo su una pista. padel, da allora, Gwenaëlle non ha mai lasciato la corte. Tranne quando si tratta di andare a vedere la trasmissione di Padel Magazine , World Padel Tour… O Premier Padel…o i Campionati Francesi. Insomma, è una fan di questo sport.