Maxime Joris e Thomas Vanbauce, ripensano al loro sconfitta contro Cassetta/Cuello al P2 di Bordeaux si parlerà del resto della stagione e si discuterà di una possibile scelta per la squadra francese.

Mantieni il positivo

Massimo Joris : “Ne discutevamo strada facendo con Tom: siamo ovviamente molto orgogliosi di noi stessi, ma anche molto delusi per le opportunità che forse abbiamo perso. Cercheremo di digerirlo molto velocemente e di sfruttare al massimo questa prestazione perché non abbiamo tutti i giorni la possibilità di giocare su un campo del genere e davanti a persone del genere. 

Thomas Vanbauce : “Abbiamo perso un po' il treno nel primo giro, penso che siamo migliori di loro, teniamo davvero il servizio e li mettiamo sotto pressione ed è vero che a 5/3 andiamo un po' di fretta, facciamo due falli Tiri al volo che li rimettono in campo e gli diamo la partita. È la stessa cosa all'inizio del secondo. Giochiamo contro queste squadre e infatti riusciamo a far dipendere la partita da noi e questo è positivo per il futuro. Tre mesi fa non giocavamo nemmeno contro squadre di questo livello. E oggi penso che siamo al loro livello e non è sceso di molto. Anzi, ci sarebbe piaciuto portarli in un terzo set.

Joris-Vanbauce-Bordeaux-P2

Massimo Joris : “Ho avuto Dylan Guichard che ha suonato Cassetta a Monaco e che mi ha guidato un po'. Ma conoscevamo un po’ entrambi i giocatori, quindi sapevamo dove indirizzare il gioco e come affrontare la partita. Poi è certo che nel corso della partita le cose potranno cambiare, i ragazzi potranno avere anche un'altra tattica. Dobbiamo adattarci e cercare di affinare un po’ i punti che sono andati storti per provare a vincere questo tipo di partite o almeno andare tre set e vincere il primo set”.

Il programma per il futuro

Massimo Joris : “Non è previsto alcun cambio di partner, ma proverò a fare il FIP Rise in Italia nel fine settimana del 23 giugno. Non ho ancora un partner perché Tom non è qui. E nel fine settimana del 30 dipenderà se farà o meno i Campionati Regionali, ma credo che sia partito per giocare con Dorian De Meyer, quindi dovrò trovare anche un partner per fare il FIP Gold di Valladolid”.

Tommaso Vanbauce : “Fondamentalmente io non sono disponibile nel fine settimana del 22-23 per andare a livello internazionale in modo così efficace, deve fare la FIP Rise in Italia con qualcun altro. D'altronde la settimana successiva c'è proprio un Oro a Valladolid quindi penso che proveremo ad iscriverci per farlo perché rischiamo di essere in qualifica. Almeno giocheremo partite importanti ed è importante per noi cavalcare un po’ quest’onda e affrontare questo tipo di squadre, ma in realtà ho i Campionati Regionali il 29-30”.

Supporto pubblico

Massimo Joris : “Onestamente, è stato completamente pazzesco suonare davanti a così tanta gente. Penso che non abbiamo questa possibilità ogni giorno di suonare davanti a così tante persone. E poi il sostegno che abbiamo avuto durante tutta la partita, anche quando all'inizio del secondo eravamo in fondo all'oceano. Sono stati loro a spingerci a provare a tornare. E grazie a loro abbiamo un piccolo barlume di speranza. Quindi grazie a tutti, grazie a tutti quelli che erano in Live, che ci hanno sostenuto dal primo all'ultimo punto. Spero che ti renderemo orgoglioso più tardi.  

Vogliamo solo spingere. Ne stavamo parlando proprio con Tom nello spogliatoio, non possiamo avere tutto subito. Già il viaggio che abbiamo fatto per tre mesi è ancora molto bello e molto positivo. Non dobbiamo vedere il negativo, giochiamo insieme da pochissimo tempo, abbiamo comunque ottenuto risultati molto soddisfacenti quindi continueremo, ci alleneremo come matti ogni giorno e poi vedremo cosa succede. segue più tardi.

La squadra francese

Tommaso Vanbauce : “Quindi è vero, all'inizio della stagione mi avete posto la domanda e i miei obiettivi, erano molto chiari, ma era soprattutto per i Mondiali perché pensavo che per i Mondiali d'Europa non sarei andato poter bussare alla porta, come hai detto molto bene, così presto. Ma è vero che il livello è comunque molto basso a livello internazionale, e anche in Francia. Con questi risultati acquisiamo fiducia, giochiamo bene, mi sento bene in campo quindi in effetti penso che busseranno alla porta e venerdì sarò davanti al telefono se ho capito bene per avere la lista.

Non abbiamo altre informazioni oltre a queste, sappiamo che siamo sui giornali piccoli. Adesso stiamo facendo di tutto per assicurarci di essere selezionati e poi entrare davvero a far parte di questa squadra francese. E in ogni caso l’obiettivo a lungo termine è indossare i colori”.

Una mancata selezione? Non fine a se stesso

Tommaso Vanbauce : “In effetti è un obiettivo fondamentale. Gli obiettivi di inizio stagione sono stati convalidati molto rapidamente, quindi lungo il percorso è stato aggiunto un nuovo obiettivo. Ma non perdo l’obiettivo finale della stagione che sono ancora questi Mondiali. Se non sarò selezionato per gli Europei non è fine a se stesso, continuerò a lavorare perché so che non sono lontano dalla squadra francese e che l'obiettivo sarà esserci in questo caso per il Mondiale Campionati”. 

Massimo Joris : “Ammetto che quando ho iniziato l'anno, ero appena agli inizi a livello internazionale, quindi ero davvero molto lontano da questa squadra francese. Mi sono comportato abbastanza bene al corso e poi con Tom, i risultati che abbiamo ottenuto parlano da soli.

Dopo di me, ho l'obiettivo di unirmi alla squadra francese, ma il mio entourage, i miei allenatori, Ben, Pablo ecc. mi ha detto che ero ancora giovane, quindi se vengo selezionato è solo positivo e se non lo sono non è per subito e lo sarà più tardi. Francamente non sarà fine a se stesso. So che lavoro ogni giorno per essere lì, quindi se non è domani, sarà dopo”.

Dorian Massy

Nuovo seguace di padel, Sono affascinato da questo sport dinamico che unisce strategia e agilità. Trovo nel padel una nuova passione da esplorare e condividere con te Padel Magazine.