Durante la breve pausa nel circuito, il World Padel Tour colse l'occasione per fare un breve viaggio intorno al mondo.

Mentre qualche giorno fa il circuito spagnolo ha imbarcato la telecamera a fuoco presso l'Accademia di Rafa Nadal à Mallorca, oggi è verso Acapulco che quest'ultimo va, per incontrarsi Viviana Corcuera, moglie diEnrique Corcuera, grande inventore di padel.

Le origini di padel

Molto popolare in Spagna e Argentina, è logico che nella mente di alcuni appassionati il padel proviene da questi due paesi. Eppure non è così.

Ricordiamo, infatti, che il padel, è uno sport in origine direttamente dal Messico, e più precisamente da Acapulco. È stato inventato nel 1969 da Enrique Corcuera, che non aveva lo spazio per costruire un campo da tennis a grandezza naturale nel suo giardino. Quando giocava con i suoi amici nel suo piccolo campo le palle continuavano ad uscire. Per risolvere questo problema ha poi deciso di costruire muri che vanno dai 3 ai 4 metri attorno alla pista. Esci dalla racchetta da tennis e posizionala in una specie di racchette da spiaggia in legno. il Padel sono nato.

Enrique Corcuera gioca con i primi palas

“Uno sport nato da una siesta?”

In questo favoloso mini reportage prodotto dal WPT, impariamo qualcosa in più su questo sport e sul suo inventore. Testimonianze inedite arrivano a portare alcuni aneddoti ancora sconosciuti al grande pubblico.

Fondamentalmente Enrique Corcuera ha inventato questo nuovo sport solo per divertirsi con la famiglia e gli amici. Non aveva assolutamente idea dell'impatto che questa disciplina avrebbe potuto avere qualche anno dopo in tutto il mondo.

Enrico De La Torre, pioniere di padel testimone professionista e di prima mano di questo nuovo fenomeno, racconta come questa idea sia nata nella testa del messicano.

“Qui ad Acapulco il sole è forte e il pomeriggio fa molto caldo. Enrique quindi era solito fare un pisolino dalle 15:17 alle XNUMX:XNUMX. Sua moglie Viviana si è divertita a calciare il pallone contro un muro per divertimento, ma quando dormiva gli dava fastidio. È così che ha avuto l'idea di aggiungere muri su ogni lato e una rete ed è così che il padel.

Ricordo che un giorno mi invitò a casa sua e poi ebbi la possibilità di giocare con lui tante volte in quel primissimo campo, mi viene ancora la pelle d'oca solo a pensarci. La pista era di cemento e dipinta male ma ci siamo divertiti tantissimo. All'inizio giocavamo con i palas di legno.".

Sfortunatamente, quando Enrique morì nel 1999, sua moglie Viviana decise di vendere l'immobile ed i nuovi proprietari ne distrussero la primissima traccia padel costruire una piscina...

Perché il nome "padel"?

Oltre ad essere una persona ben nota a Città del Messico, Ignacio Soto Borja ha anche assistito allo sviluppo di padel per tutti questi anni. grande amico diEnrique Corcuera e ambasciatore World Padel Tour per la zona Nord America, ci spiega perché questo sport si chiama “padel".

"Manuel Arango che ha tenuto la seconda traccia di padel ad Acapulco lo ha aiutato a scrivere un regolamento. Enrique non ha dato un nome a questa pratica, quindi è suo amico Manuale che si è impegnato a trovare un nome per questa nuova disciplina.

All'inizio scelse il nome “Rebotenis” perché era un piccolo campo da tennis e dato che la pallina poteva rimbalzare sui muri sembrava logico. Poi è arrivata la discussione con gli argentini che l'hanno chiamata “Paddle” con la famosa doppia “d”. In Spagna e Messico volevamo che questo sport avesse un nome universale per porre fine a qualsiasi confusione. Da lì è nata la parola “PADEL".

Purtroppo molti anni dopo questa confusione continua ad esistere perché ancora si sente dire da molte persone Padel- Tennis".

La traccia più antica padel

Durante la sua visita ad Acapulco, il World Padel Tour ha avuto la fortuna di poter visitare la pista più antica padel nel mondo. Questo è stato costruito nel 1976 e si trova nell'attuale casa di famiglia della famiglia. Arango.

Signora Corcuera ha ricordato i suoi ricordi della genesi di questo folle progetto.

“Dopo aver scoperto il padel casa nel 1969, la famiglia Arango ha deciso di costruire questa casa con un terreno di padel fuori. E da allora, a poco a poco, diverse famiglie hanno fatto lo stesso e hanno iniziato a tracciare binari nelle loro case”.

“Il mio defunto marito possedeva una raffineria di zucchero a Jalisco, nella provincia di Guadalajara. Ci siamo andati molto spesso e c'erano frontoni lì. I nostri amici ci hanno detto che la pelota basca era uno sport difficile da praticare a causa del suo lato ruvido. Non era abbastanza amichevole Harry. Poi mi ha chiesto cosa ne pensassi del fatto che ha aggiunto dei muri intorno al campo e poi ha piazzato una rete in mezzo.

Così abbiamo iniziato a giocare in questo particolare campo nel ranch della mia famiglia. È stato così divertente e divertente. Ci chiedevamo con che tipo di palle potremmo giocare. Schiacciare? Tennis? Abbiamo quindi deciso di testare diverse racchette e varie palline sul mercato.

Nel 1970 gli argentini vennero nella nostra casa di Acapulco. Erano felicissimi e abbiamo iniziato a testare le racchette che avevano portato da Buenos Aires. È stato un successo.

Così abbiamo iniziato a giocare sul campo che avevamo costruito qui ad Acapulco. È stato molto divertente perché una delle pareti della pista dava sulla stanza di Enrico ed è lì che c'era la scatola del condizionatore d'aria. Non potevamo rimuoverlo, quindi quando la palla ha colpito questa scatola, la regola era di rimettere due palle indietro!".

“Uno sport che unisce le persone”

"È stato stupefacente! Tutti i membri della nostra famiglia sono venuti a suonare a casa nostra. È stato un periodo meraviglioso. I piccoli giocavano con i grandi. Facevamo dei tornei in famiglia ed era possibile vedere la nonna affrontare il nipote. Anche oggi continuo a giocare padel con i miei nipoti e amo questi momenti trascorsi con loro”.

“Mi sono anche divertito a scrivere le regole di questo sport nel 1969. Ho dovuto chiedere Harry tutte le misurazioni del terreno, linee ecc, è stato un lavoro molto noioso ma mi sono divertito molto. Ricordo che Manolo Santana arrivò nel 1972 e poteva stare sveglio fino all'una del mattino a suonare. Era affascinato da questo sport e ci ha detto che non aveva mai visto niente di così divertente in vita sua.

L'inizio di una nuova disciplina

Ogni anno a dicembre il principe Alfonso de Hohenlohe, un membro della famiglia di Corcuera tornava a casa e amava giocare con noi. Si innamorò di questo sport e quando andò in Spagna, al famoso Marbella Club, fece costruire lì le prime due piste. Erano magnifici ed è stato mio marito ad inaugurarli”

Questo mini reportage sulle origini di padel è un bellissimo omaggio fatto dal World Padel Tour agli sposi Corcuera per aver inventato e introdotto questo favoloso sport che oggi conta milioni di appassionati.

Per vedere l'intero rapporto (in spagnolo con sottotitoli in inglese), succede appena sotto:

Sebastien Carrasco

Fan di padel e di origine spagnola, il padel scorre nelle mie vene. Molto felice di condividere con voi la mia passione attraverso il riferimento mondiale di padel : Padel Magazine.