Padel Magazine - Giornata colorata. Al Lisbon International Open, i leader non lasciano spazio agli outsider per brillare in questo primo torneo lontano dalla Spagna in questa stagione.

Questo primo round non è stato quindi sorprendente. I favoriti sono spariti e vedremo venerdì 11 ottobre 2013 sicuramente un po 'più di suspense.

Durante tutto il giorno, molti visitatori, fan e curiosi di venire al Lisboa Racket Center per vedere dal vivo i migliori giocatori del mondo competere. E come ti aspetteresti, lo spettacolo è stato all'appuntamento.

Sul campo centrale, ad esempio, abbiamo avuto un conflitto generazionale tra Gastón Malacalza / Alejandro Ruiz Muñoz e Godo Díaz / Matías Marina. Fu infine Malacalza e Ruiz Munoz che riuscirono a vincere 7-5 e 7-6.

Abbiamo anche avuto un grande spettacolo con Agustín Gómez Silingo, alias "il cannoniere" e Federico Quiles, che avevano molto da fare contro la formidabile coppia Juan Romagosa-Ignacio Gadea. Preferiti su carta, hanno dovuto lottare duramente per vincere nei set 3: 6-7 6-2 7-5. Questa è una vittoria che può costare loro caro perché la battaglia fisica era importante.

Nel frattempo, i due migliori giocatori del circuito mondiale di Padel che non ci presentiamo nemmeno più, hanno comodamente e velocemente chiarito le cose contro i loro avversari di giornata. Juan Martín Díaz e Fernando Belasteguin hanno quindi vinto 6-1 6-2 contro Hector Marcos Perona e Raúl Durán che non hanno potuto fare nulla.

Pablo Lima e Juani Mieres hanno esposto i loro talenti dando una lezione di paddle a Cristian Calneggia e Gerardo Derito (6-0, 6-1).

A proposito, ecco alcuni video interessanti. Uno riguarda le osservazioni fatte dai giocatori durante le partite e il secondo più serio riguardo all'adattamento degli arbitri portoghesi che non parlano necessariamente spagnolo. Molto interessante ...

Per le donne, la situazione nel circuito professionistico doveva essere chiarita. In effetti, il circuito femminile è attualmente criticato. Il World Padel Tour ha anche rilasciato una dichiarazione in cui indica che continua a sostenere il circuito femminile e il suo impegno per il circuito femminile professionistico rimane completo. Ci dovrebbero essere dei chiarimenti questa settimana ma ha almeno permesso di rimandare qualsiasi dissonanza tra i giocatori e il WPT e di evitare che tutti i problemi scoppiassero nel bel mezzo del torneo, che più all'esterno. L'immagine del padel a livello internazionale avrebbe preso un brutto colpo.

Franck Binisti

Franck Binisti scopre il padel al Pyramid Club di 2009 nella regione di Parigi. Da allora il padel fa parte della sua vita. Lo vedi spesso in tournée in Francia andando a coprire i grandi eventi di paddle francesi.