La coppia francese formata da Justin Lopes e François Authier ha reagito caldamente dopo la sua convincente vittoria sul punteggio di 6/4 6/4 contro Pedro Garcia Consuegra (264) e Miguel Briega Ramos (279).

Padel Magazine : Come ci si sente ad essere la prima coppia francese a vincere una partita a un Open du World Padel Tour in Francia – e segnare 5 punti lungo la strada?

Justin Lopez: Beh, è ​​bello, è un piacere, soprattutto perché ultimamente, con François, non possiamo dire di aver ottenuto le nostre migliori prestazioni.

Giocare al WPT ci fa bene, ci permette di affrontare anche altri giocatori, è una boccata d'aria fresca. E all'improvviso, proveremo a combattere questo pomeriggio durante la nostra prossima partita (che proseguirà dalle 17), sarà contro un giocatore che conosciamo molto bene, Aitor Garcia Bassas (92)e in classifica), con il quale avevo già giocato un torneo – e in quel momento era già mostruoso. Spero che siamo diventati un po' più forti di tre o quattro anni fa. In ogni caso non vedo l'ora, stiamo giocando in buone condizioni, ma il soffitto non è molto alto: dovremo tirare bene, e comunque lotteremo e impiccheremo Su.

Raccontaci del secondo set, in cui hai perso 0/40 al servizio, poi 40/0 al servizio del tuo avversario e hai vinto entrambe le partite.

François Authier : Sì, dovevamo farlo in quel momento, il bello è che abbiamo lottato su tutti i punti, non volevamo mollare, nessuna partita, ci abbiamo creduto essendo aggressivi in ​​queste partite e ci siamo arrivati.

Raccontaci di questo punto de oro in cui hai cambiato squadra, senza fare l'australiano...

Justin Lopez: È vero che con François è facile giocare da entrambe le parti, anche se non mi sento molto bene a sinistra. L'obiettivo era costringere il risponditore a pensare, sapendo che stava rientrando bene lungo la linea, stava contrastando bene e aveva una buona manina. Quindi ho pensato "andiamo", sono andato dritto, sperando che ciò avrebbe sconvolto il rilanciatore. Non ha funzionato come speravo perché volevo che mancasse al ritorno, dovevamo ancora lottare in diagonale e sono molto felice di uscirne.

È vero che il punto de oro è una cosa molto conosciuta in Francia all'epoca. Abbiamo vinto tanto, sappiamo come giocarci, non abbiamo paura, andiamo. Penso che possa giovarci per la prossima partita dove, a priori, saremo più deboli dei nostri avversari. In ogni caso, daremo tutto.

Guarda la video intervista qui sotto:

Jérome Arnoux Giornalista

Dopo 40 anni di tennis, Jérôme cade nel piatto del padel nel 2018. Da allora ci pensa tutte le mattine mentre si rade… ma non si rade mai il pala in mano! Giornalista in Alsazia, non ha altra ambizione che condividere la sua passione con te, che tu parli francese, italiano, spagnolo o inglese.