Poche ore dopo la loro grande lotta consegnata nel 1/16 di finale del World Padel Tour Human Padel, Elodie Invernon et Charlotte Soubrié tornato per Padel Magazine in questa sera.

Non favorite contro Sara Pujals (64) e Raquel Piltcher (55), uscite dai previa, la Tolosaine e la sua compagna riuscito a prendere un set, un po' per la sorpresa generale per la coppia ispano-brasiliana (punteggio finale 6/3 5/7 6/3).

Al nostro microfono si sono confidati questa esperienza. Sempre più presenti sulla scena internazionale, le due francesi ci raccontano di più i loro obiettivi.

"Deluso per la sconfitta ma manteniamo il positivo"

CS"Sentendomi condiviso con Elo, è stato incredibile suonare qui davanti alla mia famiglia e ai miei amici. Eravamo vicini alla vittoria, quindi soddisfatti della prestazione ma delusi dalla sconfitta.

È : “Ovviamente siamo orgogliosi di essere stati in grado di entrare in questo magnifico tracciato, inoltre con i nostri amici che sono rimasti fino a tardi per vederci suonare è stato fantastico. Ma d'altra parte frustrato per essere arrivato così vicino alla vittoria che sarebbe stata eccezionale. Con il senno di poi cerchiamo di mantenere il positivo”.

CS: “Penso che abbiamo un gioco francese a cui non sono abituati, sappiamo essere aggressivi, giochiamo aree un po' più diverse. Non lascio passare molte palle e questo potrebbe averle buttate via un po'. Questi sono giocatori che costruiscono di più e abbiamo giocato un po' più velocemente. Abbiamo giocato la nostra partita, rimanendo in vantaggio e tenendo il più possibile la rete".

È "Il tennis aiuta molto. Gli spagnoli giocano molto dietro e con calma. Abbiamo visto Sara e Raquel giocare in previa e in difesa sono incredibili". Pablo Ayma ha detto in un'intervista, di saper giocare bene padel inizia con la difesa. Adesso è vero che siamo più concentrati sull'attacco. Ma è vero che abbiamo molto lavoro da fare in fase difensiva.".

“Vogliamo acquisire esperienza internazionale”

È "Per prepararci a questo incontro abbiamo parlato principalmente di tattica. Ci siamo detti di giocare con i nostri punti di forza, di non esagerare e di non entrare in uno schema che non è il nostro. Non volevamo entrare in questo stile di gioco spagnolo. Ci alleniamo ciascuno per conto nostro, ma siamo stati in grado di giocare 4 partite insieme la scorsa settimana all'APT Oeiras. Questa competizione ci ha permesso di arrivare al WPT in buone condizioni. Ci è piaciuto molto giocare durante questo World Padel Tour e possiamo dire che il nostro obiettivo sarebbe fare esperienza internazionale, abbiamo molto da imparare”.

CS"Vogliamo lavorare di più in difesa perché come vedete ho lasciato passare pochissimi palloni e vorrei prendere fiducia su questo punto. È la base nel padel".

Sebastien Carrasco

Fan di padel e di origine spagnola, il padel scorre nelle mie vene. Molto felice di condividere con voi la mia passione attraverso il riferimento mondiale di padel : Padel Magazine.