Mentre poche settimane fa si è svolto uno dei tornei più attesi dell'anno, il Paris Premier Padel Major al Roland Garros, Padel Magazine ha potuto parlare per un momento con Ziad Hammoud, membro della squadra Premier Padel.

L'uomo d'affari è tornato all'accoglienza di questo evento tra i giocatori e il pubblico, nonché alle ambizioni di Premier Padel negli anni a venire.

"Riscontro positivo"

“Siamo molto felici di essere qui su questo campo di Philippe-Chatrier al Roland-Garros, anche i giocatori sono molto felici di essere qui. È un tempio dello sport e una casa per molti sportivi."

“Questa settimana di gare per questa prima edizione è stata un grande successo. Il feedback che abbiamo avuto dai giocatori e dal pubblico è stato molto positivo. Ma la cosa più importante è soprattutto che i giocatori si divertano e possano vivere un sogno ad occhi aperti."

“Siamo stati in grado di contare non meno di 4 persone che sono venute ad assistere alle semifinali. Possiamo dire che è un successo per un Paese dove il padel non è ancora al livello di alcune altre nazioni”.

“Il prossimo anno saremo di nuovo al Roland-Garros”

"La partnership che abbiamo con la Federazione francese di tennis, che peraltro ha svolto un lavoro eccezionale, mira a ripetere questa esperienza in diversi anni. È importante per i giocatori perché sono così felici di venire a giocare qui che vogliamo continuare a offrire loro questa incredibile esperienza. Non sappiamo ancora se il prossimo Paris Premier Il Major si giocherà a luglio del prossimo anno ma quello che è certo è che saremo di nuovo qui, a Parigi”.

“Costruire un circuito professionale, di alta qualità ea lungo termine”

“Lo abbiamo annunciato fin dall'inizio, non è una sorpresa, puntiamo a costruire un circuito professionale di alta qualità a lungo termine. Questo è esattamente ciò che stiamo facendo con l'aiuto della FIP, dei promotori o anche della Players Association (PPA). “

"Per il Premier Padel di Madrid che si terrà tra pochi giorni, migliaia di biglietti sono già stati venduti. In Spagna il padel è uno sport così importante che anche per la prima settimana di agosto a Madrid ci aspettiamo tanta gente sugli spalti”.

“Dobbiamo internazionalizzare il padel"

“Ci sono già sei tappe che sono state annunciate e tra poche settimane sveleremo alcune date in più e vedrai dove si giocheranno. L'unica cosa che posso dire è che per il 2022-2023 ci concentreremo principalmente sui continenti americano ed europeo. Per il 2024 puntiamo ad organizzare uno stage in Asia. Ciò potrebbe consentire al padel per farsi conoscere ancora di più in questi territori”.

"La Spagna è il luogo di nascita di padel e siamo molto orgogliosi di avere così tanti giocatori spagnoli e di giocare in una città così bella e incredibile come Madrid, ma penso che siamo tutti d'accordo su una cosa: questo sport deve diventare internazionale. Questo è ciò che stiamo cercando di fare con Parigi, Doha, Roma, Mendoza… È essenziale per il padel e dobbiamo creare campioni che vengono da altri paesi."

Trova ora l'intervista completa in spagnolo:

E appena sotto la versione francese:

Sebastien Carrasco

Fan di padel e di origine spagnola, il padel scorre nelle mie vene. Molto felice di condividere con voi la mia passione attraverso il riferimento mondiale di padel : Padel Magazine.