Focus sulla star school di Nox a Barcellona

È un po' come il castello dei Star Academy, ma più moderna: qualche giorno fa abbiamo presentato la villa a Barcellona dove ha lanciato il brand spagnolo Nox la propria accademia.

L'idea è quella di accogliere dieci giovani calciatori sudamericani in una “mansion” in condizioni ottimali. Troviamo Leo Augsburger e Tino Libaak, di 18 e 17 anni, che avevano ha fatto scalpore durante il WPT Buenos Aires Masters.

Accanto a loro, altre giovani reclute i cui nomi non sono ancora noti al grande pubblico, ma tra i quali potrebbero esserci le crocchette di domani: Ramiro Valenzuela, Dylan Cuello, Teo Gamondi, Valentín San Juan, Sebastián Rodríguez, Samuel Rodríguez, Brian Cabrera, Facu Dehnike. Alcuni sono già campioni del mondo a squadre e/o numeri uno nelle rispettive categorie e regioni.

Per Marca Nox che conta tra le sue stelle Agustín Tapia, Miguel Lamperti o le sorelle Alayeto, i modelli erano l'Accademia Rafa Nadal di Manacor (Maiorca) o la Masía dell'FC Barcelona. Oltre alla formazione sportiva, il progetto vuole essere una scuola di vita che trasmetta valori quali onestà, cameratismo, sportività, disciplina e impegno.

Il presidente del Nox Jesús Ballvé circondato da Pablo Crosetti e Paula Ballvé.

A livello sportivo, Pablo Crosetti, allenatore di Agustín Tapia, è incaricato di coordinare i programmi di allenamento e la pianificazione delle gare, accompagnando i giocatori nel loro sviluppo sportivo. La gestione della residenza e della vita di gruppo è affidata a Paula Ballvé, lei stessa ex atleta di alto livello con una vasta esperienza nella gestione di residenze per atleti d'élite.

Manca ancora solo una cosa a questo bellissimo progetto: l'equivalente per le future star del padel femminile!

Per vedere la residenza in cui sono ospitati i giocatori, basta seguire la guida Manu Martin, su il suo canale Mejora Tu Padel.

Pubblicato da
Jerome Arnoux