È ufficiale: StarVie ha annunciato tramite un comunicato stampa il prolungamento del contratto tra il marchio spagnolo e Cecilia Reiter.

Infatti, il 31 marzo, la giocatrice argentina, ex numero 1 del mondo, ha voluto dimostrare la sua fiducia in Starvie continuando con lei l'avventura.

Un rapporto di fiducia tra il giocatore e il marchio

“Sono arrivato a StarVie nel 2011 ed essere legato al marchio per un altro anno mi rende molto felice.
Per me sono come la mia famiglia e spero di poter continuare l'avventura con loro fino al giorno in cui deciderò di andare in pensione.

E anche se smetterò di gareggiare, sarò comunque connesso a StarVie in qualsiasi modo. così da poter continuare a portare loro tutta la mia esperienza e permettere loro di migliorare giorno dopo giorno giorno come hanno già fatto per diversi anni" come ha Cecilia.

Jorge Gomez de la Vega, Amministratore delegato di StarVie confidato in questa estensione: “Per noi è un onore Cecilia collabora ancora un anno con il marchio. È un esempio di professionalità e autotrascendenza. È diventata nel tempo un membro indiscusso della squadra e speriamo che questo rapporto prosegua ancora per qualche anno.".

Una carriera di successo

Se attualmente la giocatrice argentina occupa il 34° posto nella classifica WPT, va ricordato che aveva 4 anni al primo posto nel mondo.

L'Argentina ha vinto 24 tornei internazionali e nel 2004 e nel 2006 è stata incoronata campione del mondo con l'Argentina.

Se il 20×10 è il suo posto preferito, sembra che la giocatrice eccelle anche al microfono del WPT visto che arbitra come consulente durante le partite in inglese per il canale Movistar. Porta tutta la sua esperienza e analisi nel gioco.

Associato con il Julia Polo, affronterà questo mercoledì mattina Alix Collombon e Jessica Castello nel round 1/16 del WPT Alicante Open.

Sebastien Carrasco

Fan di padel e di origine spagnola, il padel scorre nelle mie vene. Molto felice di condividere con voi la mia passione attraverso il riferimento mondiale di padel : Padel Magazine.